Fondo ammortamento nello Stato Patrimoniale. Appunti per gli studenti.

Fondo ammortamento nello stato patrimoniale, quanta confusione! Vediamo qui di chiarire a beneficio di studenti e aziende. Come noto lo Stato Patrimoniale è parte del bilancio. Nel dettaglio analizza l’intera storia dell’azienda da quando è stata fondata. Al contrario, il conto economico si limita al solo anno d’esercizio. Chi è più importante? Entrambi! Dal primo, lo S.P. si ha un’idea “certa” della solidità dell’impresa. Nel secondo, il conto economico, la bravura di chi sta gestendo l’azienda.

Ovviamente il bilancio non è formato solo da SP e Conto economico (CE). Vanno considerati altri 4 documenti. La Nota integrativa il Rendiconto finanziario e il Conto della gestione, il quarto lo esaminiamo a parte. Nota e Conto sono più o meno simili, ma non riguardano gli stessi argomenti. Nella Nota si entra nel dettaglio dei prezzi di riferimento per le merci in magazzino. Il Conto invece analizza maggiormente gli aspetti finanziari della gestione e il grado d’indebitamento. Con una riforma introdotta con il Dlg 139/2015 in vigore dal 2016 si è anche aggiunto il Rendiconto finanziario. In quest’ultimo documento si studiano le disponibilità finanziarie liquide al 1/1 e al 31/12.

Il bilancio si può dire completo con la Relazione del collegio sindacale (art 2429 del libro V° del Codice Civile).

Gli articoli del Codice Civile pertinenti, tutti nel libro V°, sono il 2424 per lo SP. Segue il 2425 per il CE. Infine il 2428 per il Conto.

Il fondo ammortamento, prima del 2016, era inserito in chiaro nel passivo dello SP. Oggi al contrario è posto nell’attivo a rettifica delle immobilizzazioni materiali. In pratica è stato uniformato il trattamento del fondo ammortamento sui beni immateriali a quelli materiali. Ci si è chiesto perchè non fare ugualmente per entrambi?

Concludendo, il fondo ammortamento non va più cercato nel passivo dello SP, ma nell’attivo.

Alzi la mano chi non ha capito!