Home/2016/Ottobre
31 10, 2016

Stampa cretina: Donald Trump prossimo presidente Usa

2020-07-25T23:23:13+02:00Ottobre 31st, 2016|Categorie: Argomenti che scottano, Studi di politica|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

La stampa cretina è il vero soggetto di questa riflessione. O per lo meno, più che cretina, certamente incapace di un buon servizio al lettore. Gli attuali giornalisti confondono le loro personali opinioni con l'analisi dei fatti. Ci si può fidare di una stampa (nazione come estera) ridotta a fare mera pubblicità delle proprie opinioni? Il compito della stampa dovrebbe essere d'informare. Nel caso specifico dell'elezione presidenziale statunitense è successo qualcosa di strano. Nel dettaglio le testate sono impazzite. La massa del giornalismo internazionale si è lasciato andare a considerazioni private. Tali opinioni, del tutto personali, sono [...]

30 10, 2016

Incazzato sociale. Definizione di. Studi Prof Carlini

2020-07-25T23:05:58+02:00Ottobre 30th, 2016|Categorie: Globalizzazione, Psicoanalisi, Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

L’incazzato sociale: una reazione invidiosa verso chi prosegue a vivere In una società malata di protagonismo dove le persone non discutono tra loro ma abbaiono, la sofferenza, morale come fisica, può diventare motivo di astio sociale. Si configura in questo modo la figura, sociologicamente rilevante, dell’incazzato sociale. E’ incazzato sociale colui che è arrabbiato con tutti e per tutto. Ovviamente non gli va bene assolutamente nulla. La radice del problema esistenziale è semplice: perché soffro io e non anche gli altri, perché è “toccata” a me? Gli incazzati sociali sono sempre esistiti. La stessa diffusione dell’AIDS ha [...]

29 10, 2016

I diversi modelli del piano di marketing

2020-04-29T19:09:51+02:00Ottobre 29th, 2016|Categorie: CULTURA AZIENDALE, MARKETING|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Un'azienda senza un piano di marketing è simile a uno scherzo sul mercato. Questa frase disturba gli imprenditori. Peccato. Dimostra però quanto immatura sia l'attuale classe imprenditoriale.  Dai dati della Confindustria pare che solo il 18% delle PMI applichi un piano di marketing. Più in particolare, meno di un quinto sa cosa sia un piano di marketing. Il riferimento è al distretto industriale di Como (uno tra i più audaci della Nazione). Si conferma un problema: l'assenza di una scuola specifica d'imprenditoria. In Confindustria si dice che ci sia l'università Luiss a Roma. La richiesta qui espressa [...]

28 10, 2016

Storia sociale della guerra: il declino del medio evo

2020-04-29T19:09:51+02:00Ottobre 28th, 2016|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI, STORIA|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

STORIA SOCIALE DELLA GUERRA - testo di Preston e Wise Riassunto capitolo Capitolo 6 – Il declino della guerra feudale   Si tratta di un capitolo molto intenso descrivendo l’inizio dell’affermazione della borghesia in Occidentale. Quest’evento fu figlio della rinascita del commercio internazionale nel XII°secolo. Le conseguenze furono: portò alla fine il Medio Evo; introdusse al termine la funzione storica della nobiltà; favorì la nascita dello Stato moderno. Questa è la sintesi, a carattere socio-politico, di un capitolo da spiegare in molti dettagli. La grande influenza della classe nobile e feudale, nel Medio Evo, non permise di [...]

27 10, 2016

Storia sociale della guerra: l’esercito feudale

2020-04-29T19:09:52+02:00Ottobre 27th, 2016|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI, STORIA|Tag: , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Riepilogo del Capitolo 5 – Il sorgere dell’esercito feudale. Tratto dal libro, Storia sociale della guerra di Preston e Wise   Successivamente al 400 d.C. i barbari furono i padroni d’Europa. Nonostante ciò, ogni contatto con altre culture fu disastroso. Già nel 554 a Casilino (l’odierna Capua) i bizantini sottolinearono la povertà dell’impiego della fanteria barbara (i franchi). L’esercito bizantino impose il cavaliere arciere. Non meglio fu il contatto tra barbari e islamici dopo il 632, morte di Maometto. Nel piano della riorganizzazione complessiva emersero i franchi per delle novità. Acquisita la necessità della cavalleria in luogo della [...]

26 10, 2016

Donald Trump deve vincere! Prof Carlini

2020-07-25T23:01:34+02:00Ottobre 26th, 2016|Categorie: Argomenti che scottano, Globalizzazione, Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Donald Trump deve vincere le elezioni, ecco il perchè. Donald Trump, nonostante sia goffo e di pessimo aspetto, comunque rappresenta il nuovo che avanza. Un nuovo contro la globalizzazione che ci ha reso tutti poveri. Sbrigativamente i radical chic definiscono questo populismo. Non ha importanza il nome che gli si voglia dare. Una cosa è certa: quanta disoccupazione può tollerare la democrazia? quanta importazione d'immigrati può tollerare la democrazia? Questo sono i punti cruciali di un dibattito che nessuno vuole affrontare. La signora Clinton è l'ultima persona sulla Terra adatta a quest'opera di revisione. La globalizzazione, nonostante [...]

25 10, 2016

Storia sociale della guerra: Bisanzio

2020-04-29T19:09:53+02:00Ottobre 25th, 2016|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI, STORIA|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Storia sociale della guerra: Bisanzio. Tratto dal testo: Storia sociale della guerra – Richard A. Preston e Sydney F. Wise Riepilogo del capitolo 4 del libro Storia sociale della guerra. Bisanzio: la tecnica della sopravvivenza.  L’Impero romano cadde anche per un eccesso d’immigrazione. Accadde nel 376 d.C. ad Adrianopoli (attuale Bulgaria) con la popolazione barbara d’origine gota. Giunti sul Danubio i Goti chiesero ospitalità e rifugio a Roma. Gli venne accordata, ma furono troppi. Talmente tanti che una parte restò oltre il Danubio. I campi profughi non sufficienti, lasciarono che i minori fossero abbandonati. Schiacciati da quest’orda di [...]

24 10, 2016

Storia sociale della guerra: la legione

2020-04-29T19:09:53+02:00Ottobre 24th, 2016|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI, STORIA|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Storia sociale della guerra di Richard A. Preston e Sydney F. Wise Riassunto al capitolo 3: la legione romana. Roma, nell’età classica, a differenza dall’esperienza politica greca, riuscì a esercitare la politica nella guerra. Significò trasformare in alleati i nemici. Non solo, gli stessi alleati divennero “romani” fondando un impero. In questa evoluzione da nemici in alleati e quindi concittadini, entra nella storia “il concetto di movimento”. Muovere qualcosa vuol dire allargare le precedenti visuali. Dalla città stato greca, si passò alla nazione e quindi all’impero romano. Già Alessandro Magno riuscì a fondare, per breve tempo, un [...]

23 10, 2016

Storia sociale della guerra: la falange

2020-04-29T19:09:54+02:00Ottobre 23rd, 2016|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI, STORIA|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Storia sociale della guerra – Richard A. Preston e Sydney F. Wise Riassunto capitolo 2 – La guerra classica: l’età della falange La storia dell’Occidente inizia in Grecia 2000 anni prima di Cristo. Furono i Micenei a dar vita all’idea di Grecia classica. Nel 1400, a.C. invasi dai Dori forti di armi in metallo contro quelle di legno nacque la città stato. Prima di descrivere la parte militare della storia greca, credo sia saggio inquadrarla: uno scontro tra greci e persiani (Serse fu il re di Persia all’attacco). Il periodo ruota tra il 490 a.C. e il [...]

21 10, 2016

Storia sociale della guerra

2020-04-29T19:09:54+02:00Ottobre 21st, 2016|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI, STORIA|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Storia sociale della guerra – Richard A. Preston e Sydney F. Wise Finalmente un argomento che non interessa a nessuno!   Riassunto del Capitolo 1 – I principi della guerra Ricercatore: prof. Giovanni Carlini   Premessa Avevo 16 anni quando i miei genitori mi regalarono questo libro. Non l’ho mai letto, pur avendolo sempre con me. Oggi ho 58 anni e non potevo più rinviarne lo studio. Del resto è tutta la vita che questo volume mi chiama.   Storia sociale della guerra di Preston e Wise. Mondadori. Pubblicato nel 1973. Titolo originale dell’opera “Men in Arms”. [...]

20 10, 2016

Cenni di psicologia aziendale: l’ansia

2020-07-25T23:26:47+02:00Ottobre 20th, 2016|Categorie: CULTURA AZIENDALE, Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

La psicologia aziendale non è mai stata valorizzata. In realtà si scrive psicologia ma si traduce in riduzione dei costi del personale. Questi concetti non sono diffusi e chiari. Per psicologia aziendale s'intende un passo in avanti nella gestione del personale. Non è più sufficiente conservare in una cartella i documenti delle persone. Affinché si possa avere il meglio dai dipendenti sere una politica del personale. Sono concetti che APPARENTEMENTE tutti conoscono. In realtà e in Italia in particolare, mancando la figura chiave del sistema economico manca la valorizzazione del fattore umano. Cerchiamo di fare il punto. [...]

19 10, 2016

Inflazione e malessere sociale. Prof Carlini

2020-07-25T23:40:06+02:00Ottobre 19th, 2016|Categorie: CULTURA AZIENDALE|Tag: , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Le borse apprezzano l'inflazione senza capire il conseguente malessere sociale. Il futuro si fa ancora più doloroso. E' probabile un aumento della povertà. Il Sole 24 Ore di oggi titola: le borse brindano all'inflazione. Non sono queste esattamente le parole, ma il senso. L'inflazione è una minaccia al benessere delle persone. Lo è sempre stato. C'è un fatto però. Con l'inflazione non "fallisce nessuna impresa". Al contrario con la deflazione è "facile" fallire. Ergo l'inflazione aiuta le imprese e il mantenimento dei posti di lavoro. Tradotto in termini pratici, l'inflazione fa soffrire chi ha un reddito. Contemporaneamente [...]

18 10, 2016

Falso in bilancio pubblico e privato. Prof Carlini

2020-07-25T23:43:53+02:00Ottobre 18th, 2016|Categorie: CULTURA AZIENDALE|Tag: , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Il concetto stesso di falso in bilancio va rivisto. Non servono nuove norme ma una visione d'insieme che manca. Ieri sera nella TV italiana ho visto un programma d'approfondimento. Uno dei tanti. E stato affrontato il tema dei falsi bilanci bancari. Di che cosa si tratta? Un costruttore ha ricevuto x milioni per realizzare un centro residenziale. Gli immobili entrano nel bilancio della banca. Non solo, ma gli stessi vanno anche a costituire un fondo immobiliare. Fin qui nulla di strano. Accade però che le case non si vendono. Anche il centro direzionale non si affitta! A [...]

17 10, 2016

Equitalia e Agenzia delle Entrate: 2 problemi

2020-07-25T23:48:01+02:00Ottobre 17th, 2016|Categorie: Argomenti che scottano|Tag: , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

E' nota la posizione del governo di chiudere Equitalia. Ottima idea. Però emerge che i conti Equitalia passano all'Agenzia delle Entrate. E' vero che c'è l'azzeramento degli interessi, ma la cultura non cambia. In pratica non cambia nulla. Chiudere Equitalia è un atto di civiltà. Questo è un plauso al Governo. Lo stesso Governo retto da uno non votato da nessuno (golpe italiano). Questo aspetto apre un problema di legittimità sull'operato dell'esecutivo. Chiudendo Equitalia ovviamente scompaiono gli interessi sulle cartelle esattoriali. Nulla cambia però sulle stesse, dove non c'è alcuna sanatoria. La parola corretta sarebbe "rottamazione". Ma [...]

16 10, 2016

Industry 4.0. Studi. Prof Carlini

2020-07-25T23:51:55+02:00Ottobre 16th, 2016|Categorie: CULTURA AZIENDALE|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Industry 4.0 di cosa stiamo parlando? E' imbarazzante ragionare intorno a qualcosa "che è bello", ma mal collocato. In pratica, immaginate un moribondo per fame che discute se mangiare caviale o pane. Ecco la sintesi crudele di Industry 4.0 Criticare il progetto Industry 4.0 scoccia! Da fastidio nella misura in cui pare d'opporsi al progresso mentre non è questo la prospettiva. In realtà l'opposizione al progetto va contestualizzata per singole aree geografiche. Mi spiego. In Germania, Industry 4.0 punta alla connessione tra macchinari industriali. Questa connessione per i tedeschi dovrà essere informatica. Attraverso il web, l'industria tedesca [...]

15 10, 2016

Noi vogliamo il bene dell’America. Prof Carlini

2020-07-25T23:54:26+02:00Ottobre 15th, 2016|Categorie: Argomenti che scottano, L'esperienza Americana|Tag: , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Tutti vogliamo il bene dell'America. Su questo, in genere, non c'è discussione. Cercare il bene, significa avanzare verso il nuovo, NON restare ancorati al vecchio. Oggi il nuovo in America è Donald Trump. Sapere di una spaccatura netta tra diverse fazioni nelle elezioni dispiace. Del resto o si è "bianchi o rossi". Anche allo stadio si tifa per 1 squadra non per entrambe. Nel campo politico però le cose sono diverse. Chi vince dovrà governare su tutti e con la collaborazione di tutti. Qui iniziano i guai quando la spaccatura è netta. Solitamente l'opposizione a un governo [...]

14 10, 2016

La crisi o fallimento della globalizzazione. Prof Carlini

2020-07-25T23:56:58+02:00Ottobre 14th, 2016|Categorie: Globalizzazione|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

La globalizzazione è praticamente fallita. Ora serve un nuovo modello economico. Potrebbero essere Brexit o Trump le nuove prospettive? Amichevolmente uno studente chiede aiuto per la sua tesi di laurea. Ne emergono 2 interventi che poi lui ha rielaborato. Senza premeditazione, per ben sistemare la tesi di laurea in economia, ne è nato un punto di vista sulla globalizzazione. Buona lettura. INTRODUZIONE La tesi di laurea qui presentata emerge da una riflessione più ampia, svolta negli anni, sull’efficacia della globalizzazione. Normalmente il dibattito in corso oscilla da un versante sociologico molto critico a uno economico solitamente entusiasta. [...]

13 10, 2016

Io voto Trump. Studi del Prof Carlini

2020-07-26T00:17:28+02:00Ottobre 13th, 2016|Categorie: L'esperienza Americana|Tag: , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Le motivazioni al voto per Donald Trump Votare Donald Trump infischiandosene del Partito Repubblicano comporta molte motivazioni. In questa sede non è ovviamente possibile descriverle tutte. Mi limito quindi ad alcuni aspetti per me sensibili. Nell'era globalizzata, diciamo dal 2000 ad oggi, le scuole non formano più gli studenti. Mi spiego. Stiamo insegnando ai giovani lo stretto necessario alla convivenza civile. Nulla di più. Il motivo è semplice: non esistono più valori condivisi. Faccio un esempio: se chiedessi a una ragazza che cosa vuol dire essere occidentale, non saprebbe rispondere. Eppure le donne hanno particolarmente ricevuto in [...]

12 10, 2016

Donald Trump è ora più potente come anti-stato

2020-07-26T00:25:58+02:00Ottobre 12th, 2016|Categorie: L'esperienza Americana, Studi di politica|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

La nuova e grande potenza di Donald Trump è ora al suo massimo. Sganciato da un partito che non avrebbe saputo esprimere un presidente, Trump è libero. Libero di confermarsi l'anti stato necessario per rifondare la democrazia in Occidente.  Ciò che assolutamente non manca nel mondo è la critica a Trump. E' uno sport internazionale molto diffuso. Peccato che l'intero mondo stia criticando l'uomo, senza capirne il senso. Vediamo di spiegarlo. In Italia c'è uno, non eletto da nessuno, che svolge il ruolo di Primo Ministro. In questo senso siamo al colpo di stato pieno. Il Presidente [...]

11 10, 2016

Golo Mann: Storia della Germania moderna

2020-07-26T00:34:52+02:00Ottobre 11th, 2016|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI, STORIA|Tag: , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Golo Mann è uno storico tedesco. Ha scritto Storia della Germania moderna 1789-1958.  Da troppi anni avevo questo libro in casa senza averlo letto. In fondo mi "urlava" ogni giorno chiamandomi a sè. Non ho potuto farne a meno. In 2 mesi sono riuscito a leggerlo e studiarlo. In realtà, dopo una ventina di libri letti sulla prima guerra mondiale, mi mancava il punto di vista tedesco. In effetti Golo Mann è un tedesco e finalmente ho il loro punto di vista. I punti forti del testo sono: Dalla caduta del Sacro Romano Impero all'avvento della Prussia, [...]

Torna in cima