29 12, 2023

La crisi dei centri commerciali. Prof Carlini

2023-12-29T22:23:04+01:00Dicembre 29th, 2023|Categorie: MARKETING|Tag: , , , |0 Commenti

La crisi dei centri commerciali inizia ad essere visibile in particolare qui negli Stati Uniti. Oltre al solito "fallimento dell'anno" per cui è usuale che qualche grande nome chiuda i negozi per restare limitato al solo virtuale/on.line, quelli che sono in attività, visitandoli da un semestre per l'altro, manifestano la loro "stanchezza". Si tratta di un fattore molto pericoloso perché accelera l'allontanamento della clientela. In pratica, a Napoli direbbero "cornuto e mazziato". Le proprietà dei diversi marchi volgono al risparmio e questo allontana i clienti. La sommatoria dei due eventi conduce solo alla chiusura definitiva dei negozi. [...]

22 12, 2023

Dal mercato della offerta a quello della domanda

2023-12-22T20:10:55+01:00Dicembre 22nd, 2023|Categorie: CULTURA AZIENDALE, MARKETING|Tag: , , , |0 Commenti

Dal mercato dell'offerta a quello della domanda rappresentò un cambio di vista totale, oserei dire "copernicano". Vuol dire che il centro della riflessione economica definitivamente si spostò dalla produzione (cosa fare, come farlo, quanto costa) a chi effettivamente era in grado di comprare (come e perché avviene l'acquisto, in base a quali gusti e interessi). In termini temporali, dalla prima rivoluzione industriale (situata nel 1750) ai primi anni Trenta del Novecento, causa la totale assenza di manufatti sul mercato, se non a livello artigianale e di bassa qualità, l'attenzione fu concentrata sulla produzione. Ecco che un evento [...]

20 12, 2023

La spettacolarizzazione della vendita. Prof Carlini

2023-12-20T22:59:46+01:00Dicembre 20th, 2023|Categorie: CULTURA AZIENDALE, MARKETING|Tag: , , , |0 Commenti

La spettacolarizzazione della vendita indica la base per qualsiasi proposta commerciale sensata al cliente. Per spiegarsi meglio, l'albergo deve smettere d'affittare le camere aprendosi alla convivialità che deriva dal pernottamento in quella realtà. A seguire, il supermercato non vende pomodori e cipolle, ma un luogo di confronto tra prodotti diversi, funzionali alla dieta o alle prescrizioni del medico. DOVE SI TROVANO AD ESEMPIO IN UN SUPERMERCATO I PRODOTTI A BASSO CONTENTO DI GRASSI NON OLTRE IL 2%? Non si vendono i pomodori, come vedo nei supermercati, ma prodotti differenziati a seconda delle necessità del cliente. Per problemi [...]

20 12, 2023

Fidelizzazione su bassi segmenti. Prof Carlini

2023-12-20T22:21:05+01:00Dicembre 20th, 2023|Categorie: MARKETING|Tag: , , , |0 Commenti

Fidelizzazione come problema in particolare sui profili di basso impegno e spesa come ad esempio il settore alimentare rispetto a quello della moda. Per fidelizzazione s'intende la ripetitività dell'atto d'acquisto da parte del cliente che si rivolge con costanza dallo stesso distributore, produttore o negozio che sia. La fedeltà del consumatore è credibile e costante nel tempo quando il prodotto identifica una personalità di consumo. Vuol dire che il consumo di quell'oggetto non è affatto limitato al suo utilizzo ma ad altri aspetti che sono d'immagine, sociale e inclusione in un certo ristretto ambito. Quando ci si [...]

20 12, 2023

Segmentazione. Marketing. Prof Carlini

2023-12-20T21:52:05+01:00Dicembre 20th, 2023|Categorie: MARKETING|Tag: , , , |0 Commenti

Segmentazione come arte del capire a chi vendere il proprio prodotto adeguando le specifiche tecniche della produzione e il messaggio pubblicitario. Come appena indicato si tratta di un'arte dell'imprenditore che spesso è disattesa. Vuol dire che le imprese agiscono in base al concetto "è sempre stato fatto così", oppure "sono sessant'anni che ci muoviamo in questo modo ed è sempre andata bene". Quando l'imprenditorialità si riduce alla ripetizione degli ultimi anni o decenni, l'azienda è spacciata perché sta per fallire. In dottrina sono famosi gli interventi del prof Jagdish N. Sheth, un birmano che a lungo ha [...]

20 12, 2023

Marketing che bella lezione! Prof Carlini

2023-12-20T00:15:34+01:00Dicembre 20th, 2023|Categorie: MARKETING|Tag: , , , |0 Commenti

Marketing che bella lezione ricevuta da un negoziante milanese sotto Natale. Mi son fermato, nel centro di Milano, a guardare con interesse una vetrina di un negozio d'abbigliamento. A dir la verità non si tratta di un negozio qualsiasi, ma di un gran nome famoso nella città che si è ridotto ad essere un piccolo negozio da grande com'era nei decenni scorsi. Il proprietario, dall'interno del suo esercizio, mi vede ed esce fuori, in strada, invitandomi ad entrare. Titubante, accetto. Inizia a quel punto una minuziosa descrizione di prodotti che passano dalle mutande da uomo in bamboo [...]

14 12, 2023

Pubblicità analisi e metodo3 Prof Carlini

2023-12-17T03:22:57+01:00Dicembre 14th, 2023|Categorie: MARKETING, Moda, Psicoanalisi, SOCIOLOGIA, Studi di sociologia, Studi sulla personalità|Tag: , , , |0 Commenti

Pubblicità analisi e metodo, puntata 3 di riflessione. Nei precedenti interventi sull'argomento si è accennato al modello della probabilità d'elaborazione (ELM) di Petty e Cacioppo del 1986. La validità del metodo, attraverso un percorso centrale e un altro periferico a scelta della vittima (il consumatore-preda) esposta al bombardamento pubblicitario, s'integra con altri livelli d'analisi che sono: persuasione ed evasione; la ricerca dell'emozione ludica nel gioco; giocare! rievocazione di fatti vissuti e quindi ora riconosciuti come "veri"; la messa in scena (studi di Maslow e McClelland). Sul primo livello d'analisi l'EVASIONE VIOLA LA DIFFERENZA CHE INTERCORRE TRA REALE [...]

14 12, 2023

Pubblicità analisi e metodo2. Prof Carlini

2023-12-14T04:22:00+01:00Dicembre 14th, 2023|Categorie: MARKETING, Moda, Psicoanalisi, SOCIOLOGIA, Studi di sociologia, Studi sulla personalità|Tag: , , , |0 Commenti

Pubblicità analisi di un meccanismo, quello pubblicitario, che sta correndo a briglia sciolte senza alcun controllo da parte della dottrina che studia il fenomeno solo di sfuggita e all'interno d'altre dinamiche di pensiero. Un concetto già descritto nel primo intervento di studio qui appena pubblicato. Dopo il riferimento a McGuire del 1966, anch'esso già illustrato, pubblicità analisi e metodo 2 vuole portarsi su un altro spunto interessante. Si tratta del modello della probabilità d'elaborazione (in inglese indicato con la sigla ELM - elaboration likelihood model). Questo criterio di studio è stato proposto nel 1986 da Petty e [...]

14 12, 2023

Pubblicità analisi e metodo. Prof Carlini

2023-12-14T01:56:20+01:00Dicembre 14th, 2023|Categorie: MARKETING, Moda, SOCIOLOGIA, Studi di sociologia|Tag: , , , |0 Commenti

Pubblicità come forma di comunicazione e indottrinamento quindi condizionamento mai studiata e codificata in ambito psicologico. Scritto meglio e in forma più diretta, non esiste al momento un MANUALE DI PSICOLOGIA DELLA PUBBLICITA'. Nessuno l'ha mai pensato e scritto! Bastano queste parole per 2 considerazioni importanti: senza assetto dottrinale la pubblicità è pericolosa. Infatti l'intero impianto pubblicitario guarda al consumatore come un obiettivo, una preda, un pollo da spennare. Peccato che i "consumatori" (i polli) non se ne accorgano; quant'è immatura la dottrina di psicologia! Da qui si riesce a capire anche la sbandata sugli omosessuali che [...]

5 12, 2023

Erbolario e miopia di marketing. Prof Carlini

2023-12-05T12:39:37+01:00Dicembre 5th, 2023|Categorie: MARKETING|Tag: , , , |0 Commenti

Erbolario è un marchio che agisce in Italia nel campo dell'erboristeria. Bella struttura e immagine di negozio; ottimo prodotto. L'azienda, come negli anni scorsi, anche quest'anno, in prossimità di Natale ha stampato il calendario d'apporre a muro. Anche quest'idea è valida perchè ricorda al cliente, costantemente, di "fare un giro" in negozio nel corso dell'anno, sfogliandolo mese per mese. Il punto debole di tutto questo sistema (perchè c'è sempre un qualcosa che non funziona in un sistema) coglie il metodo di consegna al cliente. Oggettivamente la consegna del calendario al cliente avviene all'atto dell'acquisto consegnando lo scontrino. [...]

8 11, 2023

La percezione è selettiva. Prof Carlini

2023-11-08T21:30:12+01:00Novembre 8th, 2023|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI, CULTURA AZIENDALE, MARKETING, SOCIOLOGIA, Studi di sociologia, Studi sulla personalità|Tag: , , , |0 Commenti

La percezione è stata interpretata, nel passato, come un momento passivo dell'attenzione umana; una sorta d'automatismo. L'evoluzione del pensiero e della ricerca hanno modificato quest'impostazione per cui, alla luce dei più recenti studi, la percezione anzichè passiva ricezione delle informazioni, si configura come selezione delle stesse. E' percettivo colui che seleziona le informazioni che gli arrivano. Fin qui il ragionamento non pare desti alcun livello d'attenzione in più all'ordinario e invece va sottolineato un passaggio importante. SELEZIONARE VUOL DIRE SCARTARE E SCEGLIERE. Un ragionamento che replicato in ambito sociale accade tutti i giorni: le persone si scelgono [...]

5 11, 2023

La follia di un cellulare (telefono) ad alto costo

2023-11-05T10:13:00+01:00Novembre 5th, 2023|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI, MARKETING, Moda, SOCIOLOGIA, Studi di sociologia, Studi sulla personalità|Tag: , , , |0 Commenti

La follia, la totale assurdità nello spendere cifre senza senso per un telefono! Mille euro ma anche 200 per un telefono? I figli rispondono, non è un telefono papà: si tratta di una sintesi tra cellulare-computer-macchina fotografica. Tu, proseguono, hai sia la camera fotografica a se stante, sia il computer sia il tuo telefono da 25 euro e funzionante da 6 anni ma se metti insieme i 3 apparati spendi più di noi. Potrà anche essere è la mia risposta di padre, il MAC dura tra gli 8 e i 9 anni prima di doverlo cambiare e [...]

3 11, 2023

La scelta di consumo. Prof Carlini

2023-11-03T23:53:12+01:00Novembre 3rd, 2023|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI, CULTURA AZIENDALE, MARKETING, Moda, SOCIOLOGIA, Studi di sociologia, Studi sulla personalità|Tag: , , , |0 Commenti

La scelta di consumo in ambito di studi per la sociologia e la psicologia del consumo, non è un argomento da poco. Come già affermato in precedenti studi sul tema e qui pubblicati, la scelta è stata studiata in base a due rivoluzioni di pensiero. PRIMA RIVOLUZIONE DI PENSIERO PER LA SCELTA DI CONSUMO Con questa scelta di dottrina ci si trova negli studi sul condizionamento e nella psicologia cognitivista dove il consumatore è spiegabile, in termini di scelte e comportamenti, in chiave razionale. Tutto ha una motivazione come causa-effetto. Le premesse di questo "uomo economico" per [...]

3 11, 2023

Psicologia del consumatore. Le credenze. Prof Carlini

2023-11-03T20:56:49+01:00Novembre 3rd, 2023|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI, CULTURA AZIENDALE, MARKETING, Moda, SOCIOLOGIA, Studi di sociologia, Studi sulla personalità|Tag: , , , |0 Commenti

Psicologia del consumatore, analisi delle credenze più diffuse da parte del consumatore. Non si tratta di FATTI VERI MA RITENUTI TALI. Mi spiego. Non è assolutamente scontato che quanto qui seguirà sia vero ma tutti e dico tutti lo ritengono, logico, valido e credibile. Si tratta in realtà di un classico caso di dissonanza cognitiva studiato dallo psicologo e sociologo newyorkese Leon Festinger nel 1957. La dissonanza cognitiva funziona in questo modo: se si riscontra un distacco tra credenze e informazioni; la divaricazione riscontrata crea disagio; scatta immediatamente una ricerca di dati che siano compatibili con le [...]

2 11, 2023

Atteggiamento invece del comportamento in psico del consumatore

2023-11-02T17:36:04+01:00Novembre 2nd, 2023|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI, CULTURA AZIENDALE, MARKETING, Moda, SOCIOLOGIA, Studi di sociologia, Studi sulla personalità|Tag: , , , |0 Commenti

Atteggiamento al posto di comportamento è questa la chiave di lettura della nuova dottrina psicologica in ambito di consumo. Purtroppo la tendenza è quella d'essere passati da un mondo certo e moderno a uno post-moderno. La differenza è sostanziale. Nel mondo moderno vigono delle regole e un'integrità della personalità legata a dei valori. In epoca post-moderna no. La personalità non è data, certa e fissata a nulla, che non sia il giorno che transita. In quest'evoluzione (laddove la si voglia chiamare così) lo studio delle scelte di consumo applicate al consumatore non possono più essere concentrare sul [...]

2 11, 2023

Psico del consumatore. Prof Carlini

2023-11-02T04:59:45+01:00Novembre 2nd, 2023|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI, CULTURA AZIENDALE, MARKETING, Moda, SOCIOLOGIA, Studi di sociologia|Tag: , , , |0 Commenti

Psico del consumatore, ovvero psicologia dei comportamenti di consumo. Il primo passaggio su quest'argomento è chiarire se le scelte di consumo del consumatore rientrano nell'ambito psicologico o sociologico; la differenza è sostanziale. Psicologia per lo studio dell'individuo e delle sue scelte. Sociologia per il contesto nel quale si muove la persona in quanto consuma non per se stesso, ma per gli altri. La madre che fa la spesa è per la famiglia. Spesso s'acquista un capo d'abbigliamento per ben figurare con altri e così via. La conclusione è che i criteri di scelta del consumatore rientrano in [...]

2 10, 2023

Concetti base di comunicazione. Prof Carlini

2023-10-02T05:32:50+02:00Ottobre 2nd, 2023|Categorie: CULTURA AZIENDALE, MARKETING, ORGANIZZAZIONE AZIENDALE, Risorse umane|Tag: , , , |0 Commenti

Concetti base per poter discutere di comunicazione; quelli solitamente dimenticati da tutti la cui non applicazione compromette il tentativo di spiegarsi. Per potersi capire è necessario definire alcuni concetti propedeutici (necessari a capire). E' moderno (modernità) colui che applica, nelle sue analisi e valutazioni, dei ragionamenti di diretta provenienza illuministica e positivista. In quest'ambito la logica assume il punto di riferimento nodale. Successivamente alla modernità c'è stata ed è ancora attuale, la "modernità avanzata". Si tratta di una voluta esasperazione della modernità che ha condotto ad una forte frammentazione e conflittualità. Ad esempio nello studio della distribuzione [...]

27 09, 2023

Psicologia del consumatore. Siri. Prof Carlini

2023-09-27T05:34:22+02:00Settembre 27th, 2023|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI, CULTURA AZIENDALE, MARKETING|Tag: , , , |0 Commenti

Psicologia del consumatore rappresenta un testo base sull'argomento scritto dal prof Giovanni Siri, titolare dell'unica cattedra che esiste in Italia sul tema. Con entusiasmo abbraccio il libro 6 di questa stagione estiva che volge al termine vero l'autunno. Una stagione di studio molto intensa. Purtroppo anche il prof Giovanni Siri non rispetta l'apostrofo tra vocali, il che m'impone d'apporre più e più correzioni al testo, pagina per pagina e più volte per pagina (che noia!). Per il momento tollero il difetto chiedendomi perchè il rispetto della grammatica sia così difficile per uno che scrive libri! Certamente, con [...]

27 09, 2023

Texas road house e chiasso. Prof Carlini

2023-09-27T02:43:36+02:00Settembre 27th, 2023|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI, CULTURA AZIENDALE, MARKETING|Tag: , , , |0 Commenti

Texas road house, il ristorante americano già contestato in queste pagine qualche giorno fa per l'eccessivo livello di rumore, attraverso la musica fatto apposta per incitare il consumatore. Andando ad analizzare la dottrina attraverso "Psicologia del consumatore" Consumi e costruzione del significato, a cura di Giovanni Siri, un classico sul tema, a pagina 19 emergono dei passaggi interessanti che sono: s'è osservato che la musica condiziona l'atto di consumo; una musica veloce e con ritmo accelera l'esercizio della scelta ed acquisto; una tonalità lenta e melodiosa incrementa la vendita mediamente del 38% (studi e ricerche di Milliman [...]

26 09, 2023

Consumo come indicatore culturale. Prof Carlini

2023-09-26T20:43:07+02:00Settembre 26th, 2023|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI, CULTURA AZIENDALE, MARKETING|Tag: , , , |0 Commenti

Consumo considerato come un indicatore culturale nel senso d'appartenenza o meno a un gruppo che dovrebbe condividere valori e concetti. Chi lo afferma è sia la sociologia dei consumi sia la psicologia dei consumi. Ovviamente si tratta di un discorso di parte molto ma molto orientato, che sopravvaluta il consumo. Certamente un fondo di verità c'è, come in tutte le cose. Io non ho l'iPhone, non lo uso e non sono neppure intenzionato a farlo. Il mio cellulare ha 6 anni, costo d'acquisto a suo tempo 50 euro, ora ha un prezzo pari a 25. Non ho [...]

Torna in cima