Lista articoli2020-04-29T21:46:07+02:00
2307, 2021

Tra NoVax e gente senza protezione in pubblico

Tra NoVax e gente (al 50%) che passeggia in pubblico senza mascherina di protezione, abbiamo totalizzato il malessere d’Italia. Ecco com’è stato possibile a un avvocato, il Conte governare per ben 2 governi senza essere stato eletto da nessuno. Anomalia che si replica per l’attuale Mario Draghi, ma già inflitta al Paese da un Renzi e prof. Monti.

Chi ha permesso questa offesa alla democrazia? il popolo! quello che non si vaccina (immaturo) e quanti, in pieno sviluppo pandemico, vanno in giro senza protezione.

Con una popolazione ridotta a questo livello che ci puoi fare? Poco, molto poco.

Il problema della Nazione si chiama immaturità. Alla faccia dei 6.900 euro spesi all’anno per ogni studente che abbiamo nel circuito formativo. Un diplomato, uno solo, è costato alla società 6.900 x 13 = 89.700 con risultati bassi se non scadenti. Noi non abbiamo in Italia pari cortesia,  ideazione, pensiero innovativo, […]

2207, 2021

Modernità e concetto di Occidente. Prof Carlini

Modernità e concetto di Occidente, quale nesso? L’Occidente (una delle 9 culture del pianeta Terra) è impregnato di modernità!

Questa serie di studi emerge in un periodo, quello attuale e globalizzato, dove c’è una forte spinta alla massificazione/confusione tra culture diverse nel logo: siamo tutti uguali.

Non è vero, non siamo per nulla tutti uguali! Qualcuno può affermare, ad esempio che oggi 22 luglio 2021 la donna è considerata nello stesso modo in tutto il pianeta? La risposta è NO e per la precisione ci sono almeno 9 modi diversi per le relazioni di genere.

Archiviata la bugia sul “siamo tutti uguali” (non basta usare un cellulare e computer per esserlo) s’analizzino le differenze tra culture.

In questo studio la concentrazione e sull’Occidente e in particolare per quanto riguarda il nesso modernità e Occidente.

L’Occidente è moderno? La risposta è SI.

Lo è senza ombra di dubbio dal momento che ha sottratto […]

2107, 2021

Concetto di Occidente le basi storiche. Prof Carlini

Concetto di Occidente e di cultura occidentale. Quando incontro uno studente a un certo punto chiedo: Lei è un ragazzo/ragazza occidentale?

Di fronte a questa domanda tutti traballano indicando che non s’aspettavano il quesito dandolo per scontato. I più collegano il luogo di nascita con la cultura di riferimento senza sapere che non è corretto. In realtà i criteri da considerare sono molto più intensi e profondi.

Per inquadrare il concetto serve stabilire l’asse del tempo.

Come si nota, in quanto qui allegato (grafica 1) ci sono delle fasi/ere storiche da prendere in considerazione:

La prima era s’estende dal tardo Impero Romano al 1648. Con la stipula delle Paci di Vestfalia, cessa l’immanenza di Dio sulla vita quotidiana dell’uomo. Fino al 1648 i punti di riferimento fissi nella cultura occidentale sono stati il Papato e l’Impero. Dopo il 1648 cessa (progressivamente) […]

2007, 2021

Draghi affermò in giugno: ci assumiamo il rischio

Draghi, il Governatore di Banca Centrale, quel Mario Draghi che non eletto da nessuno svolge un incarico squisitamente politico (Capo del Governo) a giugno affermò in TV: ci assumiamo un rischio togliendo le mascherine aprendo progressivamente le attività. Ebbene si, fu un rischio. Oggi quel rischio si è rivelato in tutte le sue conseguenze: siamo in quarta ondata.

Chi ha scatenato la quarta ondata di virus cinese della polmonite con annessa variante?

Stavolta la Cina comunista non centra, perchè la variante è tutta indiana dall’India. Ne consegue che i morti e danni dalla quarta ondata, non vanno richiesti all’India, ma sempre alla Cina comunista.

Chi paga i 130mila decessi italiani di virus cinese se non la Cina comunista?

Ci si dovrà organizzare per una causa collettiva contro la Cina comunista per farsi risarcire i danni.

Tornando ai fatti nostrani, resta l’anomalia tutta […]

1607, 2021

Incostituzionalità del decreto “Zan”. Prof Carlini

Incostituzionalità del progetto di legge cosiddetto “Zan”, un percorso ancora non esplorato dalle forze politiche. Il progetto di legge in discussione alla Camera cerca di riconoscere tra le scelte sessuali un diritto civile.

In tutta onestà non si capisce l’equiparazione della sessualità tra i diritti civili, quale l’attinenza?

Oltre frasi sciocche del tipo “io penso che” è sano prendere in mano la Costituzione della Repubblica Italiana per essere concreti e giuridicamente instradati.

Come noto la legge numero 1 dell’ordinamento giuridico nazionale è suddivisa in 2 parti: diritti e doveri dei cittadini e ordinamento della Repubblica.

Relativamente ai “diritti” la Costituzione gli elenca sia tra i “Principi fondamentali” sia nella prima parte. In particolare si notano:

  • i diritti inviolabili dell’articolo 2;
  • l’uguaglianza formale e sostanziale, articolo 3; (in questo caso però riservata ai cittadini non a chi non è cittadino. Concetto ampliato ed esteso agli immigrati da diverse sentenze, ma mai […]
1607, 2021

Cloning Terror un pessimo libro. Prof Carlini

Cloning terror è un libro di parte, scritto per una fazione di persone dal Signor W.J.T. Mitchell, americano contro il suo governo. Si viene a conoscenza del libro, di cui c’è netto rifiuto nel presentarne la copertina per vergogna e ribrezzo verso il testo, perchè incautamente, un docente ha assegnato questa lettura agli allievi. L’incautamente deriva dal fatto che si tratta di un libro di parte, valido solo per alcune persone che soffrono di un pensiero particolarmente conflittuale verso la Storia e lo Stato. Cosa vuol dire? E’ facile! Una guerra non viene necessariamente combattuta per interessi di parte, ma anche e SOPRATTUTTO per principi e idee, un concetto completamente sconosciuto al libro Cloning terror.

Più nel dettaglio e scientificamente motivato, la repulsione al testo deriva da una serie di passaggi che sono:

  • l’autore afferma non c’è più bisogno di scrivere la storia quando la si vede […]
1407, 2021

Oligopolio con profitto di Cournot. Prof Carlini

Oligopolio con il calcolo del profitto di Cournot.

Si tratta del terzo ed ultimo spunto di riflessione, per questo periodo, sull’oligopolio. I dati che qui sono elaborati provengono dallo studio numero 2 già pubblicato il cui riferimento è il seguente:

https://www.giovannicarlini.com/oligopolio-e-punto-di-cournot-prof-carlini/

Per quanto riguarda il primo articolo di riflessione della serie il link è posto al termine di questo ragionamento.

Una prima difficoltà manifestata dagli studenti consiste nel numero di volte in cui compare il nome di Cournot nell’oligopolio. Antoine Augustin Cournot (1801-1877, francese, matematico ed economista) compare, anche in ambito d’oligopolio, sia nel calcolo del prezzo d’equilibrio (vedi studio 2 di cui il link già indicato) sia nella determinazione del profitto che riguarda l’attuale studio.

Quindi sia prezzo d’equilibrio sia profitto di Cournot nell’oligopolio.

Ottenuta la quantità prodotta sia dall’impresa “a” sia dalla “b” ovvero 30 pezzi e quindi il calcolo del prezzo d’equilibrio applicando la funzione di domanda inversa, […]

1307, 2021

Oligopolio e punto di Cournot. Prof Carlini

Oligopolio e calcolo dei prezzi d’equilibrio (i valori di Cournot) dopo aver identificato le curve di reazione.

Nel precedente studio qui pubblicato (ecco il connesso riferimento: https://www.giovannicarlini.com/oligopolio-calcolo-delle-curve-di-reazione-prof-carlini/ ) la ricerca si è concentrata sulle due curve di reazione lasciando ampiamente ad intendere che non era affatto conclusa: mancavano i prezzi d’equilibrio.

Con il presente studio si conclude la fase di studio dedicata all’oligopolio e ogni suo aspetto di complessità nel calcolo, per quanto riguarda l’interpretazione che Cournot ci ha dato della tipologia di mercato. Tutti sanno che Cournot è solo uno dei diversi modi d’osservare la forma di mercato.

Prima di tutto, dove si colloca il prezzo d’equilibrio? Nel punto di convergenza delle due curve di reazione.

E’ chiaro che se non vengono calcolate dette curve non si procede su null’altro.

S’osservi la grafica qui sotto esposta che riporta i conteggi già noti dal precedente studio. 

1207, 2021

Oligopolio calcolo delle curve di reazione. Prof Carlini

Oligopolio calcolo delle curve di reazione. L’argomento è uno di quelli che provoca i “capelli dritti” a tutti i nostri studenti e il motivo è semplice: viene spiegato male. C’è come un gusto, nei nostri docenti titolati di cattedra, nel rendere non comprensibile la materia (microeconomia). La tecnica utilizzata per complicare il concetto è la matematica.

Cosa ci faccia la matematica in economia non si sa.

La vecchia microeconomia è affogata nella matematica.

La nuova microeconomia discute a tu per tu con la sociologia dei consumi e la psicologia comportamentale.

Gli attuali quadri nella docenza tradizionale, in particolare per microeconomia, sono “vecchi” non come età, ma per ragionamento e attitudine alla spiegazione. I docenti più giovani sono spesso (quasi sempre) peggio dei più maturi perchè non rispondono agli studenti nelle loro richieste utilizzando la loro cattedra come trampolino di lancio nella carriera personale anzichè servizio alla cultura.

Chiarito il pessimo contesto […]

1207, 2021

Festeggiando le vittorie sportive cosa cambia?

Festeggiando la vittoria sportiva con grandi atti di giubilo ed intenso uso della bandiera nazionale siamo tutti felici e maggiormente uniti; che bello! Poi però ci si ragiona sopra ed emergono una serie di passaggi impressionanti per cui;

a) le cartelle esattoriali sono sempre 60 milioni a fronte di 55 milioni di residenti più 10 milioni d’immigrati;

b) queste cartelle sono ancora attiva a partire dal 2000 quindi hanno 21 anni contro la tendenza Ue a vivere 3,5 anni;

c) il fisco è sempre ostile verso il cittadino;

d) il Governo criminalizza ancora il contante per celare il fallimento del sistema bancario;

e) il fallimento per eccesso d’indebitamento sul PIL è nascosto dai fondi in arrivo dalla Ue a titolo d’assistenza;

f) abbiamo ancora un Mario Draghi alla direzione del Paese che rappresenta l’ennesimo non votato da nessuno al posto che non gli spetta (colpo di stato in bianco che giustifica l’anomalia […]

807, 2021

La costruzione artificiale del mito: la Signora Carrà e altri

La costruzione del mito avviene quando, solitamente per volontà del Governo o d’Enti autorevoli (vedi RAI), s’ingigantisce e inventa un evento. La Signora Carrà era una ballerina e conduttrice televisiva, oggi pare sia un “padre fondatore dello Stato”. Perchè si sta deliberatamente pompando un fatto per renderlo mito?

Non è finita, c’è lo sport. Quanto sta accadendo in ambito calcistico mi porta alla memoria le azioni di Coppi e Bartali ai tempi dell’attentato a Togliatti. Oggi, come allora, lo scopo dello sport fu di distrarre la Nazione. Ecco il punto; distrarre gli italiani da cosa?

Distrarre il Paese da un ennesimo Capo del Governo non votato da nessuno tal Mario Draghi?

Oppure la costruzione artificiale di più miti contemporanei tra loro ha uno scopo più ampio rispetto il solo ennesimo non votato da nessuno che governa?

Certamente c’è un’inflazione in agguato che si sta per scatenare, sarà piccola, sopportabile o […]

607, 2021

Docenti da licenziare e studenti non degni

Docenti da licenziare ma anche studenti che, impauriti restano paralizzati e zitti; roba da matti. La nuova generazione è fatta di persone che affermano solo quello che dicono gli altri come in gregge? Caspita Signori se questa è la società globalizzata e i risultati della dematerializzazione, è meglio tornare al cartaceo spegnendo internet.

L’uso/abuso del web instupidisce le persone, togliendo loro capacità di giudizio autonomo e la forza di carattere d’opporsi!

Le prove a sostegno di quest’affermazione sono veramente tante.

Una delle più importanti e prestigiose Università di Milano: un certo docente ha inventato la microeconomia per la finanza. Sul piano della fantasia per giustificare la cattedra, possiamo anche passarci sopra per quanto vada letteralmente contro corrente. Stiamo cercando, a colpi di premi Nobel di disintossicare l’economia dalle astrusità di matematica e finanza e questo docente rilancia sull’argomento. Pazienza, un altro esame inutile. Quello che non va è la […]

407, 2021

Io Uomo del 900 guardo ai 2000 con commiserazione

Io Uomo del 900 ho vissuto e vivo ancor oggi con forti e vivaci passioni. Sento gli echi dell’Ungheria del 1956, quindi la Cecoslovacchia del 1967. Il rischio costante dell’invasione comunista nell’Europa Occidentale. Il Muro, quello vero a Berlino e la soglia di Gorizia luogo di transito delle divisioni corazzate ungheresi a noi destinate dal Patto di Varsavia.

Ricordo il terrorismo, ma anche la soddisfazione per quell’autogol per che le Brigate Rosse commisero con il sequestro e l’uccisione di Aldo Moro. Questi stava portando l’Italia al compromesso storico qualcosa che solo “lui” voleva. Le “convergenze parallele” dell’On. Moro lasciarono freddo il Partito e chiunque non fosse immischiato con i comunisti.

Educato in Accademia Militare a riconoscere il nemico in colui che priva la libertà, ovvero il comunismo, ad oggi tali sono i cinesi, coreani del nord, cubani e non ultimi i russi.

Io Uomo del 900, educato a sentire […]

307, 2021

Trappola inflazionistica (i fondi Ue) Prof Carlini

Trappola inflazionistica significa consentire l’ingresso d’ingenti liquidità sul mercato senza considerarne le conseguenze.

Per capire a fondo quest’affermazione serve una premessa. Si definisce INFLAZIONE l’eccesso di moneta, sul mercato, rispetto alla quantità di beni presenti. Questo “esserci di troppo” causa minor valore per il denaro quindi il rialzo dei prezzi. Ne consegue che non è vero che l’aumento dei prezzi sia l’inflazione, al contrario ne è solo un effetto.

E’ bene fare ancora un passo indietro per spiegarsi meglio.

Sul mercato non ci dev’essere tanta o poca moneta, ma quella “giusta”, ovvero necessaria ad acquistare la quantità di beni presenti. Quindi scuole, strade, ospedali, carri armati, sommergibili, aerei, rappresentano beni che vanno “acquistati” da un controvalore monetario. L’equiparazione tra beni e moneta assicura lo stato di buona salute dell’economia.

Un eccesso di moneta sul mercato si chiama inflazione mentre scarsità deflazione.

Con l’inflazione, le imprese stanno bene perchè scaricano il maggior […]

207, 2021

Una volta avevamo il TG ora è pubblicità al Governo

Una volta c’era il telegiornale: mamma mia che peso, importanza, respiro e forza che emanava questo “spettacolo”. Dei 75 TG che si alternano nelle 24 ore come si poteva mancare a 4-5 di questi eventi-spettacolo e motivi di riflessione? Impossibile!

Oggi quello che era un mito si è ridotto a mera pubblicità per il Governo.

Prima c’era la pagliacciata del non eletto da nessuno Conte al Governo e il telegiornale osannava quell’esecutivo.

Attualmente c’è un altro non eletto da nessuno, il Draghi, alla guida del Governo e il telegiornale acriticamente difende l’esecutivo.

Sulle vaccinazioni poi totale assenza di spirito critico, solo mera cassa di risonanza al Governo.

Perchè siamo scaduti a questo livello? E per fortuna che la RAI è anche pagata 9 euro al mese per questo schifo. In fondo alla RAI, tolto il TG il resto lo possiamo anche cestinare. Restano a canali privati a pagamento con Netflix etc.. […]

3006, 2021

Il non eletto da nessuno che ha governato: Conte

Il non eletto da nessuno che ha governato non si chiama solo avvocato Giuseppe Conte, ma anche Prof. Monti, Matteo Renzi e altre figure di questo genere.

L’anomalia della democrazia italiana prosegue con il prof. Mario Draghi: che brutta stagione sta vivendo l’Italia dal 2011 ad opera dell’ex Presidente della Repubblica, On. Giorgio Napolitano.

Il punto qui in riflessione non riguarda però il non eletto da nessuno, già esaminato in altri studi qui pubblicati. L’argomento si concentra esattamente sull’avvocato Giuseppe Conte giudicato dal comico Beppe Grillo un non esperto che deve ancora maturare. E’ vero, il Conte è stato uno dei peggiori Presidenti del Consiglio dei Ministri della Repubblica.

Sul fatto che il Conte non fosse adeguato, francamente tutti coloro che sono fuori dall’indottrinamento settario del 5 stelle lo sanno. Ora però che lo stesso capo setta, il Grillo parlante, lo affermi in pubblico, cambia qualcosa e cambia in […]

2906, 2021

Trattato di Vestfalia e concetto/prassi d’Occidente. Prof Carlini

Trattato di Vestfalia come origine e distinzione del senso e prassi Occidentale rispetto a tutte le altre 8 culture principali esistenti nel pianeta.

L’Occidentalità (se in italiano si potesse dire ciò) nasce dalle Paci di Vestfalia del 1648.

Christinan Pantle scrive a pagina 217 del suo libro, che ha ispirato tutta le serie di studi qui pubblicati: …le cose si complicarono ulteriormente al congresso di pace di Vestfalia che, se si prescinde da concili e sinodi ecclesiastici, fu il primo grande congresso internazionale di tutti i tempi, una novità assoluta nella storia della diplomazia. Ci vollero anni perchè iniziasse: il 25 dicembre 1641 .

Le sedi fische di svolgimento dei lavori furono 2; Munster in Vestfalia e a Osnabruck, posta 45 km a nord est. La logica di ripartizione fu per credo religioso, ai cattolici Munster e agli altri Osnabruck. Qui delle mappe d’orientamento.

2806, 2021

Il confine statunitense è chiuso ai turisti. Prof Carlini

Il confine statunitense è chiuso ai turisti. C’è da non crederci ma è così. Dal 15 luglio possono entrare gli studenti universitari che si fermano per almeno 1 anno negli atenei americani. Inoltre dal 21 luglio possono transitare per gli Usa i messicani e i canadesi, gli europei no.

Gli immigrati clandestini messicani e latini sono graditi ma i turisti no.

Quello che lascia ancor più perplessi è la NON reciprocità, nel senso che i cittadini americani possono entrare nella Ue, ma gli europei della Ue no negli Usa.

Evidentemente il Ministro degli Esteri, Signor Di Maio è troppo “ragazzino” per l’incarico che a fatica cerca di portare avanti. Solo oggi il Di Maio ha avuto modo di conferire con il Segretario di Stato americano ma, forse di tutto hanno parlato tranne che di reciprocità.

Che fare respingiamo i turisti americani dalle nostre frontiere? Ovviamente no, qui l’immaturità è del […]

2806, 2021

Le premesse al trattato di Vestfalia. Prof Carlini

Le premesse al trattato di Vestaflia sono altrettanto importanti rispetto al trattato stesso. Come noto, in questo sito la motivazione alle paci di Vestfalia è profondamente sviscerata e il motivo è semplice.

Il concetto d’Occidente (l’Occidentalità) nasce e si plasma intorno al trattato di Vestfalia del 1648.

In un mondo globale, quello attuale, dove tutti sono considerati uguali, qui spunta una riflessione perfettamente opposta. Non è vero che il pianeta ospita culture equivalenti. Ogni assetto culturale (ce ne sono 9 tra principali) è diverso dagli altre e tale vuole rimanere. Ecco cosa la globalizzazione non ha capito. L’illusione è stata di dare al mondo internet, un cellulare e computer pensando che tutti s’allineassero sullo stesso profilo di consumo diventando “uguali”. Non è così e non lo è da 50mila anni.

In Occidente continuiamo a spendere 6.900 euro all’anno su ogni studente quando l’Africa spende 20 (in dollari) e l’Asia 50 […]

2606, 2021

Il trattato di Vestfalia e la modernità. Prof Carlini

Il trattato di Vestfalia del 24 ottobre 1648 rappresenta l’inizio del distacco e della differenza esistente tra la cultura Occidentale e le altre. Ne consegue che considerare tutti uguali, tra le diverse culture (ce ne sono 9 nel pianeta tra le principali) è quantomeno sbagliato.

Per discutere delle paci di Vestfalia servono delle premesse che qui sono state già pubblicate in ben 33 studi. In effetti i 33 studi indicati non sono completi perchè mancanti dell’ultima fase, quella francese sviluppatasi tra il 1635 e il 1648. Per premesse ci si riferisce alla Guerra dei Trent’anni. Quest’immane conflitto, di natura religiosa, si è articolato, come noto in 4 fasi:

a) fase palatino-boema (1618-1623)

b) fase danese (1625-1629)

c) fase svedese (1630-1635)

d) fase francese (1635-1648)

La Guerra dei Trent’anni rappresenta uno di quegli eventi che divide la storia tra Medio Evo e Modernità.

Citando Indro Montanelli dal libro “L’Italia del Seicento” a pagina 194: […]

2506, 2021

Togliersi la protezione tornando cibo per virus

Togliersi la mascherina di protezione, come stabilito dal Governo italiano per il 28 giugno, tornando ad essere cibo per virus? Ma chi è che ci governa?

Il Primo Ministro in Italia, come d’uso dal 2011 è un non eletto da nessuno. Non si è capito il senso di questa devianza dalla legge voluta dall’On. Napolitano, che ancora non è stato incriminato per attentato alla Costituzione.  Un’incriminazione alla quale non è estraneo neppure l’attuale e uscente Presidente della Repubblica, On. Sergio Mattarella.

Il crimine dei due Presidenti della Repubblica è d’aver forzato la Costituzione Italiana imponendo alla Nazione dei Presidenti del Consiglio non eletti da nessuno. Di fatto, quest’ ultimi, degli irresponsabili sul piano politico, ovvero non tenuti a rispondere a nessuno (i cittadini) per il loro operato. Essendo sganciati dal voto popolare, i diversi Capi del Governo hanno fatto quanto LORO ritenevano corretto senza interlocuzione con il Paese. […]

2006, 2021

Esternalità 6 conteggi complessi 2° parte. Prof Carlini

Esternalità 6 riprende la parte concettuale dell’esercizio già discussa in Esternalità 5 conteggi complessi.

I dati per aprire la fase riflessiva sono:

a) La produzione, indicata con la retta MB, ha un beneficio marginale pari a MB = 300 – Q

b) il costo della produzione (qui detto costo marginale privato) si trova sulla MPC pari a: MPC = 20 + Q

c) il danno per i cittadini residenti nei pressi dello stabilimento (chissà come hanno fatto per ottenere questi valori di funzione da cui deriva la critica all’intero impianto delle esternalità) sono pari a: MD = 40 + 2Q

LA PRIMA DOMANDA RIGUARDA Q1; SCELTA DELLA QUANTITA’ DI PRODUZIONE PER IL PRODUTTORE.

Come tutti gli studenti d’economia sanno, il punto d’equilibrio tra costi e ricavi è SEMPRE un confronto tra il totale dei costi e dei ricavi che qui è tradotto come:

MB = MPC

In numeri l’uguaglianza diventa 300 – Q = […]

2006, 2021

Esternalità 5. Conteggi complessi. 1° parte. Prof Carlini

Esternalità 5 è il secondo studio dedicato alla parte dei conteggi sulle esternalità. Mai spreco d’ingegno e concetti più assoluto è stato fatto. Il giudizio, profondamente negativo (di totale inutilità) sul concetto e parte matematica delle esternalità, è stato già espresso in questa sede. Purtroppo l’argomento serve solo a giustificare qualche cattedra in più nelle nostre università per cui, anche se privo di significato, va studiato come esercizio didattico.

Nel corso dello svolgimento dell’esercizio, fedelmente svolto, sarà lo stesso studente a rendersi conto dei punti deboli dell’impianto, in particolare nella seconda parte dello studio. Esternalità 5 (diviso in due parti) serve sia a risolvere il problema sia a svelarne l’incoscienza.

Per affrontare gli studi di Ronald Harry Coase (1910-2013) sull’esternalità negativa, serve prima di tutto studiare il suo impianto concettuale. Si tratta di un grafico cartesiano qui rappresentato.

La mancata […]

1806, 2021

Esternalità 4. Primi esempi di conteggio. Prof Carlini

Esternalità 4 un primo esempio di conteggi possibili.

Profondamente dispiaciuto per lo spreco di materia grigia e d’impegno che si richiede per affrontare questi temi, considerata la bassa se non minima considerazione che si ha verso l’argomento, già ampiamente descritta nello studio noto come “Esternalità 3” qui si offrono alcuni spunti d’applicazione pratica.

Gli esercizi possibili sulla materia sono diversi. In questo caso il più semplice e classico. A seguire quelli con l’inversione del “diritto ad inquinare” come Ronald Coase (1910-2013) ha amato descrivere.

Il testo di questo primo esordio matematico (che giustifica solo qualche cattedra in più nei nostri Atenei) è qui riprodotto:

 Il mercato del gasolio è strutturato su 2 curve tra domanda e offerta che sono:

=210− (si capisce che si tratta della domanda per l’inclinazione negativa, che guarda, in un grafico cartesiano, verso l’origine)

=2 (anche in questo caso l’apertura angolare è determinate; essendo positiva “guarda” verso l’esterno, […]

1706, 2021

Esternalità 3. Critica al concetto. Prof Carlini

Esternalità 3 è giunto il momento di spiegare perchè tanta ostilità verso questo concetto. E’ semplice. Se assistiamo alla vecchietta che scivola per terra e l’aiutiamo a rialzarsi, forse gli diamo anche un bicchiere d’acqua, poi gli chiediamo anche il conto delle prestazioni eseguite?

Nel caso il vicino di casa si sia ammalato e nel fare la spesa al supermercato, acquistiamo qualcosa anche per lui, chiediamo un contributo spese alla benzina utilizzata?

La lista d’esempi potrebbe proseguire all’infinito.

Non è vero che ogni atto umano ha la sua espressione monetaria per cui facciamo se siamo compensati.

Ritenere un “fallimento del mercato” il nostro agire per elemosina, aiuto, compassione e civiltà è invece un fallimento del pensiero economico.

E’ chiaro che con le premesse, applicate strenuamente dalla dottrina all’agire umano, non rispecchiano la realtà effettiva.

La scienza economica ci è utile nel momento in cui sa descrivere la realtà.

Se ogni cosa resta nel […]

Torna in cima