Home/2014/Gennaio
30 01, 2014

Sociologia: La società sotto assedio di Zigmunt Bauman

2020-04-29T19:17:02+02:00Gennaio 30th, 2014|Categorie: Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Studi di Sociologia: Commento al libro "La società sotto assedio" di Giovanni CarliniForse è l’unico libro in grado di spiegare cosa stia accadendo nella società contemporanea. Sull’ argomento, ma non è il solo, i passaggi che l’autore definisce secessioni, sono in due. LA PRIMA SECESSIONEFino all’Ancien régime, poco prima della Rivoluzione Francese, l’uomo era protetto nella sua comunità-villaggio. L’economia puntava al sostentamento della vita quotidiana e il lavoro era, se non in schiavitù, calibrato ad ottenere il giusto dalla vita. Tutto sommato un’esistenza povera ma serena, senza pretese. Le monarchie pre-moderne tra comuni, gilde e città si limitavano [...]

29 01, 2014

Distribuzione dei costi del personale tra produzione e servizi aziendali

2020-05-31T16:14:57+02:00Gennaio 29th, 2014|Categorie: CULTURA AZIENDALE|Tag: , , , |0 Commenti

Distribuzione dei costi del personale tra produzione e servizi aziendali Un argomento sul quale tutte le imprese e professionisti hanno sempre a che dire senza punti d’appoggio. Qual’è la proporzione, in azienda, tra persone impiegate in produzione e quelle in amministrazione-vendita-direzione? Un imprenditore “sbotta”: ho 130 dipendenti, 27 dei quali negli uffici, sarà corretto? Una domanda di questo tipo introduce a preordinati ordini di grandezza che in realtà non esistono. Detto in termini più chiari, dopo aver esaminato quanto già scritto in tema d’organizzazione aziendale negli ultimi 30 anni e intervistato sia docenti che cultori della materia, [...]

23 01, 2014

Distribuzione dei costi del personale 2

2020-05-31T16:12:56+02:00Gennaio 23rd, 2014|Categorie: ORGANIZZAZIONE AZIENDALE|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Un argomento sul quale tutte le imprese e professionisti hanno sempre a che dire senza punti d’appoggio. I costi del personale! Qual’è la proporzione, in azienda, tra persone impiegate in produzione e quelle in amministrazione-vendita-direzione? di Giovanni CarliniUn imprenditore “sbotta”: ho 130 dipendenti, 27 dei quali negli uffici, sarà corretto? Una domanda di questo tipo introduce a preordinati ordini di grandezza che in realtà non esistono.Detto in termini più chiari, dopo aver esaminato quanto già scritto in tema d’organizzazione aziendale negli ultimi 30 anni e intervistato sia docenti che cultori della materia, non esiste una formula che [...]

20 01, 2014

Sociologia: Vita liquida di Zygmunt Bauman

2020-04-29T19:17:03+02:00Gennaio 20th, 2014|Categorie: Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Studi di sociologia: commento al libro “Vita liquida” di Giovanni CarliniCercando chi ha la capacità di capire e soprattutto spiegare cosa sta accadendo in questi ultimi anni, alcune risposte provengono da Zygmunt Bauman. Nel libro Vita liquida, vengono messi a fuoco aspetti semplici e profondi, solo apparentemente riferibili alla sociologia, ma che in realtà riguardano la vita profonda di tutti noi. Ecco quali sono i passaggi evolutivi non necessariamente positivi che sono già maturati:a) fino a qualche decennio fa esisteva un mondo solido, quello della produzione, dove si producevano i beni che erano “made in Italy” oppure “made in [...]

20 01, 2014

Amore liquido Zygmunt Bauman

2020-04-29T19:17:04+02:00Gennaio 20th, 2014|Categorie: Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Zygmunt Bauman: commento al libro Amore liquido di Giovanni Carlini L’amore punta sempre sull’irrevocabilità, ma nel momento del suo trionfo subisce la sconfitta definitiva. L’amore si sforza costantemente d’eliminare le proprie fonti di precarietà e apprensione, ma qualora ci riesca, inizia rapidamente ad avvizzire e svanisce. Eros è posseduto dal fantasma di Thanatos, che nessun incantesimo può esorcizzare. E’ un libro molto diverso dallo stile abituale del prof. Zygmunt Bauman, perché pur intitolando l’opera “Amore liquido”, l’argomento viene effettivamente analizzato solo nel primo capitolo per prosegue nei suoi tradizionali ragionamenti già affrontati in altri testi quali “Vita [...]

20 01, 2014

Voglia di comunità di Zygmunt Bauman

2020-04-29T19:17:04+02:00Gennaio 20th, 2014|Categorie: Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , , , , |0 Commenti

ZYGMUNT BAUMAN: commenti al libro “Voglia di comunità” di Giovanni Carlini Parafrasando Ulrich Beck La società del rischio cerchiamo la salvezza individuale a problemi che sono oggettivamente comuni a molte persone, questo perché siamo soli, privi di una comunità a cui fare riferimento. Analizzando il concetto di comunità:- offre sicurezza, ma richiede anche dei formidabili limiti di fedeltà assoluta!- come in una famiglia, i figli, fino a prima dell’adolescenza credendo senza indugio ai genitori e immedesimandosi nel nucleo familiare, formano senza indugio La Comunità quale concetto e applicazione. Quando però iniziano i distinguo e la concertazione (anche solo sull’orario di rientro [...]

20 01, 2014

Capitale erotico di Catherine Hakim

2020-04-29T19:17:04+02:00Gennaio 20th, 2014|Categorie: Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

CATHERINE HAKIM: Commento al libro “Capitale erotico” La sociologa britannica, Catherine Hakim, ha recentemente pubblicato un libro dal titolo “Capitale erotico”. Riprendendo le tesi di Pierre Bourdieu, intento nello svecchiare il concetto di classe marxista dal macigno della conflittualità economica per il controllo dei mezzi di produzione, l’autore francese introduce nuovi punti di riferimento: il capitale sociale, economico e culturale. In questo sforzo, come sottolinea la Hakim, manca all’appello il capitale erotico. Perché P. Bourdieu e la dottrina in genere hanno tralasciato quest’aspetto nell’ambito delle relazioni sociali, nonostante alcuni accenni del sociologo e filosofo francese all’estetica della [...]

20 01, 2014

Le imprese siderurgiche e il costo del personale

2020-04-29T19:17:05+02:00Gennaio 20th, 2014|Categorie: CULTURA AZIENDALE|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Il costo del personale nella siderurgia   La distribuzione del costo del personale tra produzione e la branca amministrativa/vendita-direzione nelle imprese è un argomento che coinvolge tutti e alberga nella mente di ogni imprenditore, nonostante la dottrina non intervenga offrendo adeguati parametri di riflessione e confronto. Nel tentativo di supplire al silenzio degli studiosi, ci si è messi al lavoro coinvolgendo imprenditori, commercialisti, studi legali di diritto societario, intermediari e manager.La domanda per tutti è la stessa: come avete suddiviso percentualmente l’onere del costo del personale nella vostra impresa tra produzione e uffici?La voce del commercialista aziendalista: [...]

18 01, 2014

Un bilancio del 2013. Prof Carlini

2020-06-01T14:07:51+02:00Gennaio 18th, 2014|Categorie: Argomenti che scottano|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Un bilancio per meglio agire nel futuro. Vuol dire che solitamente le persone dimenticano gli insegnamenti del presente proiettarsi sterilmente al futuro. di Giovanni Carlini Ricordo ancora come, alla fine del 2012 fu presentato il 2013 sul piano istituzionale: una riscossa per uscire dalla crisi. Indubbiamente fu commesso un errore di previsione che è stato perpetuato durante l’anno! Quindi il problema è più grave rispetto solo una previsione errata trasformatasi in un consuntivo peggiore del previsto. Come sempre, per capire un problema necessita allargarne le visuali. Sinteticamente possiamo considerare il 2013 come un’annata perduta? La risposta è [...]

18 01, 2014

Cercare lo sviluppo per superare la crisi

2020-04-29T19:17:05+02:00Gennaio 18th, 2014|Categorie: CULTURA AZIENDALE|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Ma non sempre è raggiungibile uno sviluppo adeguato alle aspettative di Giovanni Carlini Per sfuggire alla morsa di una crisi sia interna che internazionale, le imprese puntano a rinnovarsi, il che è più che comprensibile. Ma molto più spesso di quanto si creda subiscono un fallimento: perché? Vediamo di mettere ordine.Dalla crisi se ne esce solo con un profondo processo di rinnovamento, che significa rimettere tutto in discussione. Finché l’evoluzione riguarda dati oggettivi, come l’abbattimento delle emissioni d’anidride carbonica, la contrazione dell’energia necessaria per produrre o il recupero energetico, più o meno un accordo lo si trova [...]

Torna in cima