Home/2016/Marzo
29 03, 2016

Internazionalizzazione

2020-04-29T19:10:24+02:00Marzo 29th, 2016|Categorie: Internazionalizzazione|Tag: , , , , , |0 Commenti

Internazionalizzazione: criteri e procedure Internazionalizzare un'azienda significa aprirla verso l'estero in termini di: interscambio; collaborazione nella ricerca congiunta di nuovi prodotti attraverso un processo di ricerca e sviluppo spesso finanziato con fondi UE. Detto questo cerchiamo di capire meglio cosa voglia dire internazionalizzazione. E' saggio che un'impresa collochi all'estero il 40-50% del suo fatturato. Ovviamente ci sono aziende che lavorano all'80% per i mercati esteri ma anche realtà che non sanno neppure cosa sia l'oltre confine. Cercare metà del fatturato in altri paesi, vuol dire vendere il proprio prodotto, ma anche acquistare dei beni intermedi come produrli [...]

27 03, 2016

Destra politica o sinistra

2020-04-29T19:10:24+02:00Marzo 27th, 2016|Categorie: Globalizzazione, Studi di politica, Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Destra politica o sinistra? Sono le scelte che rappresentano, da oltre 150 anni, la democrazia. Cosa vuol dire in epoca globalizzata essere di destra? Destra o sinistra. Oltre a questioni ideologiche, in piena globalizzazione che cosa vuol dire votare a destra, centro o sinistra? Per iniziare a far ordine serve chiarire come la globalizzazione sia un'idea di sinistra. Tutto si basa sull'integrazione acritica tra razze diverse. Da quest'assetto culturale si perviene alla delocalizzazione per aiutare i popoli del Terzo Mondo. Qui ha progettato questa forma d'assistenza sono economisti, americani, di sinistra. Nel caso agli onori, debbano seguire anche [...]

26 03, 2016

Politica: Perchè serve la stupidità

2020-04-29T19:10:25+02:00Marzo 26th, 2016|Categorie: Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Politica è una parola vuota se non collegata alle persone che è strategico capire come si comportano. Oggi parliamo di politica. Si tratta dell'arte di governo, ovvero del modo di condurre una comunità verso degli obiettivi che insieme (è il caso della democrazia) scegliamo di voler raggiungere. Fin qui nulla di strano, anzi funziona così da 5mila anni sia nel caso delle dittature che democrazie, oligarchie etc..etc... Passiamo ora alla politica intesa in era globalizzata, ovvero dal 2000 ad oggi (appena 16 anni) in Occidente. Si nota una forte astensione nelle diverse fasi elettorali e un diffuso [...]

25 03, 2016

Internet maniacale

2020-04-29T19:10:25+02:00Marzo 25th, 2016|Categorie: Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , |0 Commenti

Internet maniacale; è da considerare un danno? Quando il web diventa diseducativo. Internet è nella disponibilità di tutti (questo il guaio) quindi è necessario chiedersi quando si traduce in abuso. L'abuso cambia a seconda dalla fascia d'età di riferimento e anche al genere (non amo dire o scrivere sesso maschile o femminile, lo ritengo volgare, preferisco utilizzare il termine GENERE che può essere appunto maschile o femminile). Torniamo al concetto di base: internet può essere un errore? La risposta è ovviamente SI. Si parla d'abuso del web quando diventa maniacale e ossessivo il suo "controllo" (in realtà [...]

24 03, 2016

Le abitudini: cambiarle?

2020-04-29T19:10:25+02:00Marzo 24th, 2016|Categorie: Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , |0 Commenti

Le abitudini vanno cambiate dopo un evento drammatico? Il riferimento corre subito a quegli atti di terrore che abbiamo sentito come sulla nostra pelle accaduti a Parigi, come in Belgio e poi forse a Milano prossimamente. C'è un affollamento di commentatori che si affannano nello spiegare che le abitudini non vanno modificate, in particolare dopo i fatti di terrorismo o comunque drammatici, vissuti a Parigi e in Belgio. La domanda che ci si pone è perchè non dovrebbero essere cambiati questi stili di vita? cosa accade se dovessero cambiare le abitudini? La questione è squisitamente economica. Nel [...]

23 03, 2016

Sentimenti!

2020-04-29T19:10:25+02:00Marzo 23rd, 2016|Categorie: Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , , |0 Commenti

Sentimenti; in questo sito si discute da sempre d'idee e concetti. Oggi no. Oggi si ragiona sul motore dell'essere umano: i sentimenti. Cosa sono i sentimenti? probabilmente fanno parte di quell'area dell'essere umano che ancora non sappiamo spiegare ma non vogliamo neppure provarci. Vanno bene così, perchè è grazie ai sentimenti che riusciamo ad amare e odiare, a pensare e fare. La logica è importante se sostenuta dai sentimenti. Avendo i sentimenti un ruolo così importante nell'ingegneria del comportamento umano, adesso, qui, meritano la dignità di una riflessione. Per 6 mesi ho avuto l'onore e il piacere [...]

23 03, 2016

Terrorismo: dedicato ai miei 187 cuccioli

2016-03-23T14:47:23+01:00Marzo 23rd, 2016|Categorie: Argomenti che scottano|Tag: , , , , , , , , , , , , |2 Commenti

Terrorismo: questa riflessione è dedicata ai miei 187 cuccioli ai quali ho avuto l'onore di poter insegnare. L'argomento riguarda il terrorismo e specificatamente i fatti recentemente accaduti in Belgio. Cari ragazzi e studentesse, come abbiamo sempre fatto in classe, in quest'anno scolastico, colleghiamo la realtà con la cultura. Mi spiego. Solitamente si parte dal libro di testo per introdurre delle capacità d'analisi negli studenti al fine di poter anche leggere l'attualità. Noi, al contrario, (ora vi svelo i segreti del nostro metodo d'insegnamento) abbiamo fatto il contrario. Dai fatti concreti d'attualità, vi ho portato alla riflessione e [...]

19 03, 2016

Internet pericoloso: la stupidità

2020-04-29T19:10:25+02:00Marzo 19th, 2016|Categorie: Globalizzazione|Tag: , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Internet diventa pericoloso quando conduce al bisogno di presentare, mostrare senza leggere e capire. In questo modo si entra nel mondo della stupidità (dematerializzazione)  Internet è un passaggio della globalizzazione. Nel caso ci fossero dei seri dubbi sulla validità ed efficacia della globalizzazione, automaticamente la critica colpisce anche l'uso di internet che tutti facciamo. Che cosa si vuole qui affermare? L'accesso al web ha permesso a tutti i collegati di avere una voce il che ha portato a una torre di Babele, al chiasso e al rumore, dove la massa urla qualcosa senza ascoltare, capire e rispondere. [...]

15 03, 2016

Trasformismo – 1876/1914

2020-04-29T19:10:26+02:00Marzo 15th, 2016|Categorie: STORIA|Tag: , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Trasformismo!  E' molto probabile che questo spunto non lo leggerà nessuno, pazienza! le idee comunque vanno avanti anche se nel disinteresse della massa. Prendendo spunto dal libro di John A. Thayer: L'Italia e la Grande Guerra, Politica e cultura dal 1870 al 1915 edito da Vallecchi, emergono dei concetti nuovi, che colpisco anche nell'oggi, dell'Italia al 2016. Per trasformismo s'intende una politica incarnata e condotta da singole persone invece che dai partiti. Giusto o sbagliato che sia, in quel periodo, tra il 1876 con l'arrivo della Sinistra al governo d'Italia (non paragonabile a quella odierna) fino allo [...]

13 03, 2016

Prezzi impazziti

2020-04-29T19:10:26+02:00Marzo 13th, 2016|Categorie: Globalizzazione|Tag: , , , , , , , |0 Commenti

I prezzi sono impazziti eppure siamo in deflazione! Che follia! siamo in deflazione (ovvero una fase estremamente critica per chi è un imprenditore in quanto le imprese chiudono come se ci fosse un'epidemia) e i prezzi salgono come se trovassimo in una fase di crescente inflazione. Qualcosa non torna, ma cerchiamo di capire che sta avvenendo. Si definisce equilibrio quando la quantità di moneta sul mercato è pari a quella di beni prodotti e circolanti. Significa avere tanto denaro quanti sono i ponti, le autostrade, ospedali, case e opere pubbliche. Fin qui tutto chiaro. Nel caso si [...]

12 03, 2016

Nella Ue servono i confini? si!

2016-03-12T19:23:48+01:00Marzo 12th, 2016|Categorie: Argomenti che scottano|Tag: , , , , , , , , |0 Commenti

La Ue ha ancora bisogno di confini tra uno stato e l'altro? direi decisamente di SI! Nella Ue c'è una tendenza consolidata negli ultimi anni ad abbattere i confini. Pensandoci bene, non appare come la soluzione più indicata, quindi è bene che ci siano i confini tra Stati in Europa. Perché? E' facile: non mi sento del tutto a mio agio con le regole francesi come quelle tedesche, quindi è corretto che ognuno se ne stia a casa propria, da qui l'opportunità di delimitare lo spazio d'applicazione di una regola che non deve essere necessariamente uguale ad [...]

12 03, 2016

La complessità storica

2020-04-29T19:10:26+02:00Marzo 12th, 2016|Categorie: Storia attuale, Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

La complessità storica Ho notato come nelle scuole avvenga spesso che ci siano degli incontri dedicati ai temi più diversi e comunque profondi: l'Olocausto, la Resistenza, l'accettazione dell'immigrazione clandestina, i "desparecidos" argentini, le primavere arabe etc. Indubbiamente sono tutti temi che meritano e devono essere trattati in un "tempio della formazione moderna", dove le giovani menti stanno meditando le loro idee. Però c'è un problema. Praticamente tutti gli eventi, convegni, incontri che avvengono nella scuola (pubblica come privata) si trasformano in comizi dove viene esposto un solo punto di vista. In questo modo viene tradita la complessità [...]

12 03, 2016

Contro la Bce, contro Draghi

2020-04-29T19:10:26+02:00Marzo 12th, 2016|Categorie: Argomenti che scottano, Globalizzazione|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Contro la Bce, contro Draghi, contro la globalizzazione, questo è quello che sono e credo. Qualcuno mi dice: ma non te ne va mai bene una, possibile che non apprezzi la globalizzazione, quindi la Bce e la sua dirigenza, compresa anche la moneta unica? No, tutti gli aspetti indicati nel titolo non li apprezzo per un motivo semplice: la globalizzazione non è stata fatta per il benessere delle persone, ma solo per arricchirne alcune (quelle già ricche) e impoverire il ceto medio-basso-impiegatizio occidentale. Nel momento in cui abbiamo un sistema economico che peggiora la qualità di vita [...]

6 03, 2016

La crisi nella società contemporanea

2020-04-29T19:10:26+02:00Marzo 6th, 2016|Categorie: Storia attuale, Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Crisi nella società contemporanea: che cosa vuol dire e da dove emerge?  Inizia, con questa serie d'appunti, una ricerca storica sull'origine dell'attuale crisi nella società contemporanea. Le argomentazioni sono squisitamente sociologiche e storiche e qui esposte per appunti affinché possano poi essere ripresi in una trattazione più completa. Lo scopo della ricerca non è tanto lo studio della STORIA, per quanto meritevole possa essere questo esercizio della mente, quanto l'indagine sull'origine della crisi nelle relazioni sociali che stiamo vivendo in quest'era globalizzata. Una storia che narri dell'Italia parte solitamente dal 1860, nel caso però volessimo discutere degli [...]

5 03, 2016

Giolitti e Mussolini: la revisione storica

2020-04-29T19:10:26+02:00Marzo 5th, 2016|Categorie: Storia attuale|Tag: , , , , , , , |0 Commenti

Giolitti e Mussolini sono due statisti che hanno subito una dura contestazione storica, sicuramente motivata ma esagerata. Giolitti e Mussolini hanno molto in comune. Sono due statisti che hanno entrambi subito un intenso processo di denigrazione storica e morale. Mentre Giovanni Giolitti è stato riabilitato agli occhi della Nazione, questo ancora non è accaduto per Benito Mussolini. Quanto qui scritto non vuole essere un atto di riabilitazione storica ma una riflessione sul come e perchè siamo ancora tutti incapaci di analisi critica. Perché accade questo? Grazie all'incapacità di oggettiva analisi, in questo momento, in Italia è in [...]

3 03, 2016

Colonialismo Italiano 1880-1941

2020-04-29T19:10:27+02:00Marzo 3rd, 2016|Categorie: Storia attuale|Tag: , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Colonialismo italiano, un argomento che scotta ancora.  Che peccato sia così difficile ragionare, in Italia, sul colonialismo. Il motivo risiede nella pessima scelta che quasi tutti gli storici italiani hanno sviluppato parlando di colonialismo, insistendo nella critica al fascismo. In pratica non si riesce a ragionare su un argomento preciso, appunto il colonialismo, senza criticare per forza di cose il regime fascista. A parte il fatto che il colonialismo italiano si sviluppa per 60 anni, tra il 1880 e il 1940, interessando almeno 2 forme di governo, quella liberale e il fascismo, per cui non si comprende [...]