Home/2015/Settembre
27 09, 2015

The pain sociology – la sociologia del dolore

2020-04-29T19:10:36+02:00Settembre 27th, 2015|Categorie: Parkinson|Tag: , , , , , , |0 Commenti

The pain sociology – la sociologia del dolore By Giovanni Carlini   Studiando una teoria utile per i malati di Parkinson qui ritenuti a tutti gli effetti dei prigionieri, ovvero persone sane incapsulate in un corpo malato, nasce la sociologia del dolore come branca di ricerca e studio. Purtroppo la Pain Sociology non esiste in nessuna università del mondo, perché è stata pensata e impostata di sana pianta da questi appunti. La Pain Sociology crea comunque la base concettuale per capire meglio la teoria nota come The Prisoner of Parkinson.   Potrebbe sembrare un gioco ma non [...]

20 09, 2015

Il prigioniero da Parkinson: paziente zero

2020-04-29T19:10:36+02:00Settembre 20th, 2015|Categorie: Parkinson|Tag: , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Studi e considerazioni sul paziente zero in applicazione alla teoria sociologica al Parkinson nota come “Il prigioniero da Parkinson” Prof. Giovanni Carlini e dott.ssa Giulia Cristina Pinolo Sacchi In applicazione della nuova teoria sociologica al Parkinson, nota come “Il prigioniero da Parkinson” emerge, sul “paziente zero”, un grave problema nella dolorosa reazione fisica successiva, solitamente il giorno dopo, alla forte sollecitazione emotiva vissuta per reagire al male come metodo e sistema di vita. Detto più semplicemente, il paziente da Parkinson (qui riconosciuto come prigioniero) seguendo l’applicazione pratica della teoria sociologica, vivendo forti emozioni, tali da sollecitare l’intero [...]

13 09, 2015

A new sociological theory: The Prisoner of Parkinson

2020-04-29T19:10:36+02:00Settembre 13th, 2015|Categorie: Parkinson|Tag: , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

A new sociological theory: The Prisoner of Parkinson by prof. Giovanni Carlini  Index - Introduction.The sociological theory: The Prisoner of Parkinson - Silence of Sociology: A Parkinson patient builds himself his own prison Sociology must address the pain of this condition. - We do not have a pain culture in our Universities. The American case: Where is the subject of pain and its relationship to the Parkinson’s patient discussed in a university setting? How does this patient view himself in regards to his personal and professional relationships? - Could the American Universities have an interest in The [...]

8 09, 2015

Silent Sociology: The Prisoner of Parkinson

2020-04-29T19:10:36+02:00Settembre 8th, 2015|Categorie: Parkinson|Tag: , , , , , |0 Commenti

The Prisoner of Parkinson into the Pain sociology by Giovanni Carlini The health is important! This sentence is not true anymore. The scientific world and the patients don’t listen to ideas and advices unless they are from the usual contact. It confirms the patient is a prisoner (The Prisoner of Parkinson theory). The health world contributes to this situation limit, because this world monopolizes every non-medical chance to escape and this stops the creation of a solid basin of ideas and experiences. Those ideas and experiences should be in the pain sociology, a subject that does not exist [...]

8 09, 2015

We are without a pain culture: The Prisoner of Parkinson

2020-04-29T19:10:36+02:00Settembre 8th, 2015|Categorie: Parkinson|Tag: , , , , , , , , , , |0 Commenti

The American case: The Prisoner of Parkinson without a Pain sociology By Prof. Giovanni Carlini Speaking with eighty Sociology faculties in American Universities on the theory of The Prisoner of Parkinson, it comes out that the study of the pain and of the illness is emerges as the study of pain is still little taken into account. Watching all the intense researches on the sociology of the family, fertility and gender issues, (man and woman with attached relations and social inclusion) it is not yet gained an adequate awareness about the transformations that undergoes life facing the [...]

6 09, 2015

La scuola di sinistra

2020-04-29T19:10:37+02:00Settembre 6th, 2015|Categorie: Argomenti che scottano|Tag: , , , , , , , , , |0 Commenti

 La scuola di sinistra Parlando con una mia amica di nome Jan, qui negli Usa di scuola, emergono degli aspetti interessanti. Il tutto nasce in proiezione sulle prossime elezioni presidenziali statunitensi. Ci troviamo entrambi nel campo repubblicano, malignando sulla moglie dell’ex presidente Clinton, che troviamo troppo superficiale per guidare la Nazione, ma ci lamentiamo anche che non abbiamo una donna di riferimento, di destra, nell’area repubblicana. Esaminate le passate esperienze di candidate di destra alle presidenziali, tutte non valide, la domanda è: chi potrebbe oggi degnamente rappresentare i nostri valori alla Casa Bianca? Il ragionamento cade sulla [...]

1 09, 2015

Concetti: perché gli italiani sono così individualisti?

2020-04-29T19:10:37+02:00Settembre 1st, 2015|Categorie: Argomenti che scottano|Tag: , , , |0 Commenti

Ragionando con un professore di storia americana capendo così gli italiani Il concetto: una guerra fatta per affermare dei principi Qui in Apple Valley (California) ragionando sull’America e l’Italia con un professore di storia americana, appassionato di guerra civile americana (dal 12 aprile 1861 al 9 aprile 1865) emergono delle considerazioni di grande importanza ed originalità. Con gran fervore, il professore americano racconta che la guerra civile in America, ha toccato ogni famiglia sia come privazioni che in termini di valori (condivisi o meno). E’ stata una guerra sulle, intorno, e per le idee. Subito mi affretto [...]