Home/Tag: prof giovanni carlini e gli studi sulla modernità
6 08, 2019

Eataly e il modello sbagliato. Taccuino americano 2019

2020-04-29T19:04:48+02:00Agosto 6th, 2019|Categorie: CULTURA AZIENDALE, L'esperienza Americana, MARKETING, ORGANIZZAZIONE AZIENDALE, Organizzazione eventi, Studi di sociologia, Taccuino Americano 2017, Taccuino Americano 2018, Taccuino americano 2019, Tecniche Organizzazione Showroom|Tag: , , , , , , , , , |0 Commenti

Eatitaly e il modello sbagliato. Taccuino americano 2019

5 08, 2019

La costruzione del mito attraverso il cinema.

2019-08-06T16:59:23+02:00Agosto 5th, 2019|Categorie: Aurelio Lepre, COMMENTO A LIBRI FAMOSI, STORIA, Storia attuale, Studi di politica, Studi di sociologia|Tag: , , , , , |0 Commenti

La costruzione del mito attraverso il cinema

23 07, 2017

The prisoner of Parkinson: nessuno vuole ammetterlo. E’ malattia di nervi

2020-04-29T19:08:34+02:00Luglio 23rd, 2017|Categorie: Parkinson|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

The prisoner of Parkinson: nessuno vuole ammetterlo però stiamo ragionando su una malattia di nervi! The prisoner of Parkinson è l'unica teoria e pratica al mondo, di carattere sociologico, per la cura delle patologie di lunga degenza. Significa che si rivolge al comportamento e non alla farmacologia. L'applicazione concreta non è pagante nelle fasi finali della malattia. Il presupposto della ricerca, The Prisoner of Parkinson, è che il malato esprime una mente sana in un corpo malato.  Non è finita. Lo studio, noto in Italia come Il prigioniero da Parkinson, considera anche gli effetti modificativi del dolore [...]

25 05, 2017

Artigiano negato come imprenditore. Ho provato a creare una sinergia

2020-04-29T19:08:58+02:00Maggio 25th, 2017|Categorie: CULTURA AZIENDALE|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Artigiano negato come imprenditore. Ho provato a farlo evolvere ma non c'è nulla da fare. Peccato. Le intenzioni non hanno seguito la volontà. Accade anche questo. Artigiano negato come imprenditore è il titolo dell'ultimo impegno svolto. Non ho avuto successo. Per questo motivo, l'esperienza vissuta diventa qui, argomento di riflessione. Tirando le somme di questo tentativo, emergono delle osservazioni che sono: è artigiano colui che vuole assolutamente tutto sotto il suo controllo. Significa che deve vedere chi lavora con lui. L'artigiano non riesce a cogliere il valore della consulenza. Non solo. In genere l'artigiano, come l'imprenditore immaturo, [...]

7 09, 2014

I disordini sociali in un paese islamico sono strutturali o un caso?

2020-04-29T19:12:54+02:00Settembre 7th, 2014|Categorie: Globalizzazione, Internazionalizzazione, Studi di politica|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

I disordini sociali in un paese islamico sono strutturali o un caso? La domanda sorge nel post primavera araba e studiando la Turchia. L'intero mondo dell'Islam è in fermento sociale. Si tratta di un caso o di un cambio epocale? I disordini sociali in un paese islamico sono un caso? Per rispondere servono delle premesse. L’Occidente, dalle paci di Vestfalia del 1648, ha saputo dividere la gestione dello Stato dalla religione. Nell’Islam questo ancora non è avvenuto. Su questo aspetto c’è un importante precedente storico nella Turchia. Nonostante tale maturità istituzionale, i turchi hanno dimostrato tutti i loro [...]

27 07, 2014

La confusione dei ruoli in azienda. Un errore frequente

2020-04-29T19:14:43+02:00Luglio 27th, 2014|Categorie: CULTURA AZIENDALE, INTERVENTI VIDEO|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

La confusione dei ruoli in azienda. Un errore frequente che costa quote di utile o fatturato in meno. Questo accade quando l'imprenditore è incerto e non preparato. In Veneto si dice "faso tuto mì". Andava bene negli anni Cinquanta e Sessanta, ora è una tragedia. La confusione dei ruoli in azienda è frequente. Questo perché le aziende sono dirette normalmente da imprenditori non preparati. Questo flagello e disperazione è tollerato dalla Confindustria che non ha interesse a intervenire. Francamente neppure il Governo. Nell'anarchia e abbandono totale, le aziende italiane non rendono come quelle degli altri paesi in [...]

27 07, 2014

Art nouveau quale espressione di ribellione affemando la modernità

2020-04-29T19:14:47+02:00Luglio 27th, 2014|Categorie: INTERVENTI VIDEO, Storia attuale, Studi di sociologia, Studi sulla personalità|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Art nouveau quale espressione di ribellione affemando la modernità. Perchè una corrente culturale possa prendere piede serve un sostegno artistico. Ecco che l'arte è funzionale alla cultura. Così fu per l'art nouveau verso la modernità all'inizio del XX° secolo. Art nouveau ovvero la struttura e lo scheletro della modernità. Il senso stesso di ribellione fu la "farina" con cui s'impastò la modernità. Peccato che lo svecchiamento del passato sia così intriso di contestazione. Un profilo, quello di contestazione, ancora attivo che ha prodotto guasti come la stessa globalizzazione. Per non parlare del 1968 e la contestazione dei [...]

21 07, 2014

Opinione pubblica isterica. Sottoprodotto del comportamento collettivo

2020-06-01T17:50:49+02:00Luglio 21st, 2014|Categorie: Globalizzazione, INTERVENTI VIDEO, Psicoanalisi, STORIA, Studi di sociologia, Studi sulla personalità|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Opinione pubblica isterica. Si tratta di un effetto o sottoprodotto del comportamento collettivo. L'insteria è certamente un comportamento individuale, ma facilmente trasferibile in ambito collettivo. Opinione pubblica isterica. Non è una novità. Da quando possiamo dire che esiste l'opinione pubblica (inizio XX° secolo) l'isteria di massa ci è nota. Quello che colpisce e fa notizia è la trasformazione dell'isteria pubblica in epoca globalizzata. L'isteria in epoca globalizzata, più che strilli di piazza, si consuma attraverso il web. Il riferimento è a quel muto gridare in internet che rende il virtuale assente dalla vita. Non voglio ripetere il [...]