Home/Tag: prima guerra mondiale
14 12, 2018

Globalizzazione: per capire l’evento globalizzato e quindi la sua crisi serve studiare la 1° guerra mondiale.

2020-05-13T20:49:28+02:00Dicembre 14th, 2018|Categorie: Globalizzazione|Tag: , , , , , , , , |0 Commenti

Globalizzazione e primo conflitto mondiale, apparentemente sono eventi così distanti che nessuno riesce a collegare. La realtà (come spesso accade) è diversa. Si può affermare che il primo conflitto rappresenti la culla del pensiero globalizzato e anche la sua fine come oggi stiamo vedendo. Casualmente e piacevolmente, mi sono trovato con ben due studentesse di corsi diversi, a ragionare intorno al Primo conflitto e Globalizzazione nello spazio di pochi giorni. Ovviamente non posso che ringraziare le Signorine Giulia e Nadia per le innovative riflessioni qui sviluppate. Si tratta di concetti già pubblicati nei libri qui presentati. La [...]

9 02, 2018

L’attentato – Sarajevo 1914 un bel film tedesco su cui meditare

2018-02-09T14:25:11+01:00Febbraio 9th, 2018|Categorie: STORIA, Storia attuale, Studi di politica|Tag: , , , , , , , |0 Commenti

L'attentato - Sarajevo 1914 un bel film tedesco su cui meditare. Finalmente un bel film! L'attentato è un film per chi ama la storia e vuole capirla ponendosi dei perchè. Si tratta della cultura dell'approfondimento non adatta a chi si limita al social, all'abuso del web e non legge libri come giornali. Ne consegue che questo film aiuta a pensare meditando: perfettamente in controtendenza con questi ultimi anni, dal 2000 ad oggi che contraddistinguono la globalizzazione. Entrando nel merito del film (purtroppo lento nella narrazione) si pone subito un dubbio. E' possibile che l'arciduca Francesco Ferdinando d'Austria [...]

15 01, 2017

Caporetto, effetti sui civili. Sociologia della storia.

2020-04-29T19:09:26+02:00Gennaio 15th, 2017|Categorie: STORIA, Studi di sociologia|Tag: , , , , , , |2 Commenti

Caporetto, gli effetti sui civili. Sociologia della storia CAPORETTO, IL LATO UMANO DELLA DISFATTA Caporetto, come disfatta militare non va ricordato solo negli aspetti militari, come solitamente avviene. Esiste una storia sociologica trascurata. Il riferimento è a quei 400mila, tra friulani e veneti, che sono scappati come profughi. Gli sfollati! In un attimo, quella che fu impostata come guerra spavalda e offensiva, divenne difensiva.  L'incubo si chiamò INVASIONE! Improvvisamente, intere famiglie dovettero lasciare la casa, il podere, il lavoro, per fuggire. Chieste indicazioni ai sindaci (ben 328 furono i comuni occupati dal nemico) si scoprì come fossero fuggiti. Tutto sommato, [...]

20 12, 2016

La rimozione dalla memoria: il caso Renzi, la Spagnola e la guerra

2020-07-23T11:57:54+02:00Dicembre 20th, 2016|Categorie: Psicoanalisi, Storia attuale|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

La rimozione dalla memoria è un'azione accaduta più volte nella storia. Il ricordo corre alla febbre "spagnola" (con 20 milioni di morti a fronte dei 10 della guerra). Va anche ricordato come gli italiani rimossero dalla memoria il fascismo. Non solo, serve una riflessione anche sul renzi, quello non eletto da nessuno che ha governato! Questo studio cerca d'approfondire un passaggio molto critico dell'esistenza umana: la rimozione dalla memoria. Solitamente una reazione di questo tipo avviene per quei grandi disastri dai quali ci si distacca. E' un fenomeno che coglie sia la singola individualità che le masse. [...]

3 12, 2016

Guerra e pace nel XX° secolo – Aurelio Lepre

2020-04-29T19:09:45+02:00Dicembre 3rd, 2016|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI, Storia attuale|Tag: , , , , , , , , , , |0 Commenti

Guerra e pace nel XX° secolo. Il passato per leggere il presente. Schede riepilogative estratte dal testo di Aurelio Lepre. Sento il bisogno di condividere dei passaggi cruciali sulla Prima guerra mondiale che sono terribilmente concreti nel dicembre 2016. Lo spirito dei riassunti di storia che compaiono in queste pagine è semplice; da dove sono nati la Brexit e Donald Trump? Detto in altre parole come e perchè siamo entrati in una diversa era rispetto la globalizzazione. Per la precisione, lasciando la globalizzazione, siamo nella post globalizzazione. Quali sono quelle idee che ci hanno portato alla globalizzazione [...]

18 11, 2016

Storia sociale della guerra. La 1° g.m. parte 3

2020-04-29T19:09:46+02:00Novembre 18th, 2016|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI, Storia attuale|Tag: , , , , , , , , |0 Commenti

Storia sociale della guerra – Richard A. Preston e Sydney F. Wise. Capitolo 16: La Prima guerra mondiale. Parte terza La direzione e indirizzo alla guerra Considerato lo stallo in Occidente, nel corso dell'intera guerra, si affacciarono 2 visioni. Una concentrata sul fronte occidentale, detta westerners. Un'altra (favorita) tesa ad allargare il conflitto in molte più aree: easterners. Vinse la visione di Churchill aprendo molti fronti. Fu un totale insuccesso, tranne che in Palestina del 1917 (vedi film Lawrence d'Arabia). In realtà il problema fondamentale nella Prima guerra mondiale fu chi avrebbe diretto le operazioni. Militari o [...]

18 11, 2016

Storia sociale della guerra. La 1° g.m. parte 2

2020-04-29T19:09:46+02:00Novembre 18th, 2016|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI, Storia attuale|Tag: , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Storia sociale della guerra – Richard A. Preston e Sydney F. Wise. Capitolo 16: La Prima guerra mondiale. Parte seconda Cosa la prima guerra mondiale ha rappresentato nella storia La Prima guerra mondiale ha rappresentato il punto d'inizio della società moderna. Moderno per modernità. Il significato è semplice e complesso. L'epoca moderna iniziò con la scoperta dell'America (1492). La modernità è un concetto diverso da "moderno". Per modernità s'intende la complessità della vita odierna, che dovrebbe essere semplice, ma non lo è. Una difficoltà non sostanziale, perchè le grandi carestie e povertà non ci sono più; almeno in [...]

17 11, 2016

Storia sociale della guerra – La prima guerra mondiale

2020-04-29T19:09:46+02:00Novembre 17th, 2016|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI, STORIA|Tag: , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Storia sociale della guerra – Richard A. Preston e Sydney F. Wise. Capitolo 16: La Prima guerra mondiale. Parte prima  Tutti seppero senza saper anche immaginare Tra i molti anche Ivan Bloch anticipò cosa sarebbe accaduto nella prospettiva di una grande guerra. Infatti tra il 1897/1898 Bloch pubblicò cosa scoprì con la lucidità del suo ingegno. Nessuno gli credette. O meglio, solo lo Zar ne restò profondamente turbato da convocare all'Aja una Conferenza di pace. Sia la Conferenza che gli studi di Bloch impressionarono, ma non convinsero. Ecco il punto! Forse un atteggiamento di questo tipo è [...]

15 11, 2016

Storia sociale della guerra: la totalità

2020-04-29T19:09:47+02:00Novembre 15th, 2016|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI, STORIA|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Storia sociale della guerra – Richard A. Preston e Sydney F. Wise. Capitolo 15: verso la guerra totale Il capitolo 15 del testo di Preston e Wise funge da spartiacque. Nel senso che prima si è discusso della guerra secondo la Rivoluzione francese e Napoleone. Con la guerra di Seccessione in America cambiò tutto. Peccato che nessuno se ne accorse. Tutto sommato come nel 2016 quando pur in presenza di Brexit e Trump, nessuno ha saputo capire la novità. Cerchiamo di fare il punto: la guerra è sempre la sintesi della società che la esprime; in epoca [...]

29 06, 2016

La conquista del Sabotino. Prof Carlini studi

2020-08-01T11:37:36+02:00Giugno 29th, 2016|Categorie: STORIA|Tag: , , , , , , , , , , |0 Commenti

La conquista del Sabotino, studi sulla Prima Guerra Mondiale E' inusuale nel 2016 studiare a fondo la Prima Guerra Mondiale: che peccato! In realtà in quel conflitto c'è la base del nostro comportamento attuale. Nel bene come nel male, siamo tutti figli di quel periodo. Il secondo conflitto fu una naturale conseguenza del primo.  Tra diversi avvenimenti di quel primo scontro dell'umanità, sul fronte italiano, desta molto interesse la conquista del Sabotino. Il Sabotino è solo una collina d'appena 600 metri abbondanti, ma si eleva su una pianura da cui tutta la visuale è aperta. Ecco l'importanza [...]

13 06, 2016

Prima Guerra Mondiale: perchè studiarla?

2020-08-01T18:49:56+02:00Giugno 13th, 2016|Categorie: STORIA, Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Prima Guerra Mondiale: un argomento palloso? In realtà è proprio negli anni antecedenti quel conflitto che si formano gli argomenti per la crisi di oggi! Il riferimento (e siluro) è verso e contro la globalizzazione.  Ritornare a studiare gli anni precedenti lo scoppio della Prima Mondiale, significa ricercare la natura degli attuali problemi sociali, personali, intimi e sessuali dell'epoca contemporanea. Quel 42% di divorzi (45% negli Usa) e il 60% d'abbandoni tra le coppie conviventi ha una spiegazione se studiati alla luce di quelle giuste istanze che sono nate negli anni intorno al Novecento ma poi degenerate [...]

23 06, 2015

Fare il genitore: il lavoro sporco. Prof Carlini ricerche

2020-08-06T12:16:14+02:00Giugno 23rd, 2015|Categorie: educazione dei figli, SOCIOLOGIA, Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Lo spuntino di mezzanotte quando mio figlio ha poca fame. Il poca fame è un eufemismo. Mio figlio che "ha fame" a mezzanotte mi chiama per chiedermi se anch'io avessi fame. Ne consegue che cuciniamo e mangiamo spaghetti con ragù nel deserto del Mojave (California) in piena notte, oltre alla cena gustata qualche ora prima. Il genitore è un lavoro (o un servizio alla società) sempre più complesso. A volte (spesso) richiede di svolgere un lavoro sporco. Ultimamente ho sentito che delle prime classi in un turistico (scuola superiore) a Milano hanno subito bocciature fino al 34% [...]

24 05, 2015

La prima guerra mondiale per l’Italia: 100 anni fa. Prof Carlini

2020-08-07T17:53:57+02:00Maggio 24th, 2015|Categorie: STORIA|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

100 anni fa l'Italia entrò nella Prima guerra mondiale: un doveroso omaggio A differenza delle altre guerre, la Prima guerra mondiale non ha una serie di cause ma concause. La seconda guerra mondiale ebbe una causa scatenante certa nel ripristinare l'onore (presunto tale) calpestato nella prima, grazie a un nuovo sentimento nazionalistico molto più forte e maturo rispetto l'inizio del XX° secolo. Il nuovo nazionalismo ebbe la forza di formare il fascismo (1922)  il comunismo (1917) il nazismo (1933) e il franchismo (1936) mentre negli anni antecedenti la prima guerra mondiale si limitò agli isterismi dell'opinione pubblica, [...]

15 03, 2015

L’origine del malessere sociale di oggi va ricercato in 130 anni fa

2020-04-29T19:11:13+02:00Marzo 15th, 2015|Categorie: Argomenti che scottano, STORIA|Tag: , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Il malessere sociale Nell'ultimo anno ho voluto studiare a fondo il periodo 1890-1915, ovvero gli esordi della Prima guerra mondiale. Non ho capito esattamente il perché di questo intenso richiamo a cui mi sono lasciato andare divorando chilometri di pagine di storia, critica dell'arte e di sociologia e una montagna di ore di studio. Dopo aver riletto anche 3 volte lo stesso testo e comparato diversi altri autori sullo stesso periodo cogliendo sfumature diverse, ho capito cosa stavo facendo da oltre un anno: cercando la radice del malessere sociale della società moderna. Ho sempre discusso con passione [...]

9 02, 2015

Modernità e distruzione: la prima guerra mondiale

2020-04-29T19:11:14+02:00Febbraio 9th, 2015|Categorie: Appunti per gli studenti|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Un entusiasmo che durò una settimana: i giorni di preludio alla Prima guerra mondiale La personalità umana come capacità d’affermare un pensiero autonomo in accordo/disaccordo è sempre esistita nella storia dell’umanità, ma assume contorni certi e socialmente ritenuti validi, solo alla fine dell’Ottocento, in Occidente attraverso la formazione dell’opinione pubblica. Purtroppo però l’esordio della coscienza pubblica, non essendo stata educata dalla classe dirigente di quell’epoca (per incapacità) ha subito dei grandi sbandamenti, in un senso come nell’altro, in una generalizzata isteria che è divenuta rilevante per la classe politica a causa dell’estensione del voto. Quest’isteria collettiva non [...]

1 02, 2015

Gli ultimi mesi prima dello scoppio della guerra: 1914

2020-04-29T19:11:14+02:00Febbraio 1st, 2015|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI|Tag: , , , |0 Commenti

1914: Analisi sociologica degli ultimi mesi di pace Premessa I mesi in corsa tra la fine delle due guerre balcaniche, nell’agosto 1913 e l’assassinio di Sarajevo nell’estate del 1914, rappresentano ancora oggi un momento storico di grande interesse, perché contengono una clamorosa contraddizione: un’affannosa corsa al riarmo unita a fase di relax, quasi di torpore nelle coscienze dei governanti e cancellerie d’Europa. Si potrebbe parlare di quiete prima della tempesta, anche se solitamente si parla di quiete dopo una burrasca. Non è strano nella storia che a una dichiarazione di guerra seguisse un semestre di noia (drole [...]

30 01, 2015

La seconda crisi marocchina. Agadir 1911

2020-04-29T19:11:14+02:00Gennaio 30th, 2015|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI|Tag: , , |0 Commenti

La crisi di Agadir Premessa E’ difficile discutere di questa terza tappa in una specie di via crucis, per giungere allo scoppio della Prima guerra mondiale perché stavolta la stupidità, assume dimensioni d’ampio respiro. La storia è piuttosto banale: la Germania ambisce a un ruolo coloniale che al momento non ha e vorrebbe avere. Per raggiungere questo status di potenza, non ricerca nuovi territori, ma desidera porre in discussione quelli già inseriti negli interessi nazionali europei. In pratica, si replica quanto accade all’asilo, tra bimbi, contendendosi un giocattolo. Il guaio è che qui le persone dovrebbero essere [...]

30 01, 2015

Verso la Prima guerra mondiale: le guerre nei Balcani

2020-04-29T19:11:15+02:00Gennaio 30th, 2015|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI|Tag: , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

I Balcani: le guerre balcaniche del 1912/1913 Premessa Ecco la quarta e penultima tappa del percorso alla Grande Guerra spiegando come inequivocabilmente si sarebbe giunti al grande conflitto. A differenza di altri storici, il mio pensiero, maturato studiando diversi testi è che la Prima guerra mondiale sia stato un evento sociale drammatico, voluto da tutti e imprescindibile, per la maturazione dell’era moderna. Mi spiego meglio. La massa degli studiosi cui mi sono rivolto per approfondire le cause che hanno prodotto la Prima guerra mondiale, afferma che quel conflitto si sarebbe potuto evitare e in ciò plaudono alle [...]

11 01, 2015

Nascita dell’uomo nuovo: il ruolo del nazionalismo

2020-04-29T19:11:16+02:00Gennaio 11th, 2015|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Nasce la personalità come simbolo dell'uomo nuovo che unito ad altri forma l'opinione pubblica. Il Nazionalismo ne rappresenta, a quell'epoca, il collante sociale. Capitolo 9 del libro 1914 – Nei secoli e decenni antecedenti lo scoppio del primo grande conflitto, esistevano solo le masse popolari, all’alba della prima guerra mondiale, invece, appare nel mondo occidentale una novità:  la personalità che unite ad altre forma l'opinione pubblica. Nasce l’uomo moderno. Le Speranze, le paure, le idee, i presupposti mentali e la sensibilità umana, prima dello scoppio della Prima guerra mondiale in Europa.             [...]

Torna in cima