Home/Tag: cura al Parkinson
1 04, 2018

Una società (quella globalizzata) che ha cancellato il dolore soffrendo

2020-04-29T19:07:13+02:00Aprile 1st, 2018|Categorie: Globalizzazione, Parkinson, Studi di sociologia, Studi sulla personalità|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Una società (quella globalizzata) che ha cancellato il dolore soffrendo. Che strano! Non si parla o riflette sulla sofferenza pur soffrendo. Un'ulteriore incongruenza della globalizzazione Una società (quella globalizzata) superficiale che ha annullato la sofferenza, illudendosi che la vita sia "giovane" e necessaria al consumo. Se all'epoca globalizzata gli si dovesse togliere il consumo, la moda, l'abuso del web e l'assenza di sofferenza, che resta? Ecco il punto: la globalizzazione è terribilmente povera di contenuti. La sofferenza e il dolore non sono affatto un valore e un contenuto (ciò vale solo per sadici e sadomasochisti). Il dolore [...]

23 07, 2017

The prisoner of Parkinson: nessuno vuole ammetterlo. E’ malattia di nervi

2020-04-29T19:08:34+02:00Luglio 23rd, 2017|Categorie: Parkinson|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

The prisoner of Parkinson: nessuno vuole ammetterlo però stiamo ragionando su una malattia di nervi! The prisoner of Parkinson è l'unica teoria e pratica al mondo, di carattere sociologico, per la cura delle patologie di lunga degenza. Significa che si rivolge al comportamento e non alla farmacologia. L'applicazione concreta non è pagante nelle fasi finali della malattia. Il presupposto della ricerca, The Prisoner of Parkinson, è che il malato esprime una mente sana in un corpo malato.  Non è finita. Lo studio, noto in Italia come Il prigioniero da Parkinson, considera anche gli effetti modificativi del dolore [...]

26 03, 2017

Le Prisonnier de Parkinson une nouvelle théorie sociologique

2020-04-29T19:09:14+02:00Marzo 26th, 2017|Categorie: Parkinson|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Le Prisonnier de Parkinson une nouvelle théorie sociologique Le prisonnier de Parkinson: de nouvelles routes dans la prise en charge d'un mal qui emprisonne un esprit sain, une théorie sociologique étudiée par le chercheur en sciences sociales, Prof. Giovanni Carlini. Le prisonnier de Parkinson: introduction à une théorie sociologique novatrice. Le prisonnier de Parkinson exprime la nouvelle position de la vraie science de la maladie de longue durée. La théorie vient de l'étude de la maladie de Parkinson, en s’élargissant successivement aux autres souffrances qui tourmentent les gens dans leur vie (Alzheimer, Sclérose en plaque, cancer, etc [...]

14 03, 2017

The prisoner of Parkinson: la vera malattia

2020-04-29T19:09:17+02:00Marzo 14th, 2017|Categorie: Parkinson, Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

The prisoner of Parkinson, studiando il progresso della malattia. Quando il male contagia il comportamento? The prisoner of Parkinson rappresenta una teoria sociologia per la cura delle malattie di lunga durata. Lo studio è iniziato in ambito di Parkinson, ma si è spinto anche su altre patoligie di lunga durata. In pratica tutte quelle malattie che portano a morte il paziente. Infatti la traduzione italiana della teoria è: Il prigioniero da Parkinson. Recentemente una gentile e simpatica Signora dal sud d'Italia, ha chiesto e ottenuto di partecipare al programma di ricerca. Si tratta d'aderire al protocollo rispondendo [...]

18 01, 2017

The Prisoner of Parkinson e la voglia di non reagire!

2020-07-23T11:10:14+02:00Gennaio 18th, 2017|Categorie: Parkinson|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

The prisoners of Parkinson experiences. Nello studio della teoria sociologica al Parkinson emerge un aspetto "strano": la non reazione alla malattia. Si osserva la simbiosi malato-malattia; appunto una prigionia. The Prisoner of Parkinson è una teoria sociologica famosa nel mondo, perchè ritiene la malattia una prigione. Gli studi condotti portano a ritenere il malato come una mente sana in un corpo malato. Una condizione di questo tipo non può che essere definita "prigionia".  Il vero scopo e obiettivo della teoria è favorire "l'evasione" del prigioniero dalla sua trappola. Fin qui tutto bello. Passando all'atto pratico si nota [...]

13 01, 2017

The Prisoner of Parkinson – problematiche sessuali

2020-07-23T11:21:06+02:00Gennaio 13th, 2017|Categorie: Parkinson|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |2 Commenti

The Prisoner of Parkinson - problematiche sessuali Sul concetto di reazioni sessuali non desiderate quale effetto da farmaci si è già accennato. Lo spunto emerge da una comparazione tra studi avventi in Germania e in Italia. L'esperienza italiana s'inserisce nella metodologia di ricerca nota come The Prisoner of Parkinson. Il bacino d'utenza sono state (e la ricerca prosegue) i pazienti affetti da Parkinson. La tendenza è a studiare anche altre patologie di lunga durata. Mentre la ricerca tedesca connette direttamente l'esperienza sessuale non voluta con l'uso prolungato dei farmaci, in Italia il taglio è diverso. Infatti in [...]

12 01, 2017

The Prisoner of Parkinson – metodologie

2020-07-23T11:22:51+02:00Gennaio 12th, 2017|Categorie: Parkinson|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

The Prisoner of Parkinson - metodologie In onore e rispetto all'interesse che proviene dall'estero per la teoria sociologica al Parkinson, qui delle precisazioni metodologiche. The Prisoner of Parkinson emerge da uno studio di sociologia QUALITATIVA non quantitativa. La differenza è sostanziale! Nella ricerca sociologica quantitativa si osservano degli eventi "comuni e massificatili". Questi fatti vengono studiati come applicazione di massa. Ad esempio: come spendono lo stipendio coloro che non sono disoccupati? Dallo studio emergerà che le spese d'affitto incidono per il tot percento e così via. Emerge subito come la ricerca quantitativa sia per i grandi numeri [...]

11 01, 2017

The Prisoner of Parkinson – sexual problems

2020-07-23T11:26:56+02:00Gennaio 11th, 2017|Categorie: Parkinson|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

I problemi nella sessualità deviante studiati nella teoria sociologica, The Prisoner of Parkinson.  Come noto in tutto il mondo, The Prisoner of Parkinson è una teoria sociologica per malattie di lunga durata. Gli studi sono partiti in ambito di Parkinson, per evolvere verso tutte le malattie nervose di lunga durata. Per durata s'intende un asse temporale di 20-30 anni che si conclude con il decesso del paziente. Prendendo spunto dagli studi condotti da una ricercatrice tedesca, si torna su un argomento scottante. Va premesso che ogni volta si sfiori il tema della sessualità "si scateni la fine [...]

9 01, 2017

The Prisoner of Parkinson-nervous breakdown

2020-07-23T11:31:15+02:00Gennaio 9th, 2017|Categorie: Parkinson|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |2 Commenti

The Prisoner of Parkinson-nervous breakdown The nervous system degeneration is very important in theory of The Prisoner of Parkinson. In particular it is significant to study when the nervousness affects the nervous system illness. These diseases are Parkinson and Alzheimer. The scientific research has not said anything. In 19 cases out of 25 studied by the qualitative sociology (an analysis on the sigle case instead of a standard view on many cases) it emerged this link between the nervousness and the sickness. There is the need of some clarifying points. The Prisoner of Parkinson is a sociological [...]

8 01, 2017

The prisoner of Parkinson studies

2020-07-23T11:33:16+02:00Gennaio 8th, 2017|Categorie: Parkinson|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

The prisoner of Parkinson studies Dear Professor Carlini, I am a french family doctor but also a university teacher and medical searcher in general practice. I have to do a litterature review of some sociologicals works within my master. The title is "coordination of trajectories of the patient suffering from chronical illness". I am interested in parkinson's disease and so I discoverd your theory. The Prisoner of Parkinson. It is very interesting and I will cite you in my work. I have only one question: Wich was the basic study for your theory? I have to mention [...]

30 11, 2016

La militarizzazione della risposta alla sofferenza

2020-07-25T00:07:50+02:00Novembre 30th, 2016|Categorie: Parkinson|Tag: , , , , , , , , , , , |0 Commenti

La militarizzazione della risposta alla sofferenza La parola militarizzazione potrebbe essere non felice ma esprime bene il concetto. Opporsi alla sofferenza per quanto possibile. Questa resistenza ha un senso: mantenersi umani. L'umanità deriva dalla capacità di conservare e manifestare sentimenti. Solitamente con la sofferenza si modifica il proprio comportamento (in peggio). Ebbene si, le persone cambiano il loro modo di rapportarsi nel sociale sotto l'influenza del dolore. Questo cambiamento produce inaspettate situazioni non gradevoli e dignitose. Cosa fa fare la paura! Ebbene lo scopo di questi studi non è quello di restare accademici, al contrario sono al [...]

29 11, 2016

The prisoner of Parkinson. Prof Carlini

2020-07-25T00:00:47+02:00Novembre 29th, 2016|Categorie: Parkinson|Tag: , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

The prisoner of parkinson The prisoner of parkinson è la prima teoria sociologia al mondo per la cura delle malattie di lungo decorso. Attualmente "la malattia" è giustamente un dominio della medicina. A volte interviene la psicologia. Mai la sociologia. Questo è un guaio. Lo è nella misura un cui la sofferenza modifica il comportamento delle persone. Come gestire un caro che soffrendo cambia il suo modo di relazionare? La risposta richiede l'intervento della sociologia. Qui però non è tanto importante che ci sia una dottrina o l'altra! Il punto è vivere bene. Ecco la parte nodale [...]

24 07, 2016

The Prisoner of Parkinson: narrowminded

2020-07-29T01:13:59+02:00Luglio 24th, 2016|Categorie: Parkinson|Tag: , , , , , , , , , , , |0 Commenti

 The Prisoner of Parkinson: narrowminded By Giovanni Carlini In Italy it has been observed and studied a very curious attitude on the part of patients (in this research and sociological theory elevated to the status of prisoners) affected by Parkinson. This people, living with this disease for a long time and living its disease in a very nervous way, with consequential physical effects, assumes a kind of addiction and complicity, which automatically leads to the victim, asking all attention and compassion mixed with envy and anger against those not affected. It is a behaviour particularly widespread and worthy of [...]

10 07, 2016

Educazione al Parkinson. Prof Carlini. Studi

2020-08-01T10:56:19+02:00Luglio 10th, 2016|Categorie: Parkinson|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Educazione al Parkinson. Una parola magica che potrebbe contribuire non a guarire ma gestire questa galera di malattia! Il Parkinson è una galera. Detto meglio si configura come una prigione per una menta sana in un corpo malato. Ecco i 3 elementi fondamentali del Parkinson: una prigione; una mente sana nei primi stadi della malattia (in tutto sono 5) un corpo malato che non può guarire. Intorno a questi elementi si è cercata la soluzione nella medicina. L'illusione è che curando il corpo malato si possa uscire dalla prigionia. Questo è sbagliato. Certamente la medicina ha la [...]

5 07, 2016

I limiti del Parkinson. Prof Carlini. Studi

2020-08-01T11:16:51+02:00Luglio 5th, 2016|Categorie: Parkinson|Tag: , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Il Parkinson è una malattia che imprigiona uno spirito sano in un corpo malato. Da questa sensibilità è nata la teoria IL PRIGIONIERO DA PARKINSON  Recentemente stavo osservando il comportamento di una coppia giovane di fronte al Parkinson. Lei precocemente malata, lui, poi divenuto marito, molto impegnato nel cercare soluzioni. Entrambi hanno cercato proposte innovative nel campo medico. In effetti è comprensibile, ma è la scelta sbagliata. Sino ad ora non è stata trovata una via alla guarigione/convivenza con il Parkinson. E' vero! ci si è limitati al solo aspetto sanitario. In realtà il Parkinson, pur avendo [...]

9 06, 2016

Louis Dumont – Saggi sull’individualismo. Prof Carlini

2020-08-01T19:04:47+02:00Giugno 9th, 2016|Categorie: Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , , , |0 Commenti

Louis Dumont è stato un antropologo francese molto influente sulla sociologia moderna. L'autore si è particolarmente concentrato sulla nascita della personalità e dell'individualismo. Studiarne i diversi passaggi riempie l'animo di gioia. Louis Dumont (1911-1998) tra le molte domande che si posto c'è una, in particolare che affascina: la personalità e l'individualità, aspetti così importanti nei nostri comportamenti, da dove emergono? Quando è nata la personalità? Purtroppo argomenti di questo tipo restano sempre limitati agli addetti ai lavori, quando in realtà dovrebbe essere letti da tutti. Come facciamo a spiegare ai malati di Parkinson che non bastano le [...]

22 05, 2016

Parkinson in pericolo. Studi Prof Carlini

2020-08-01T18:33:43+02:00Maggio 22nd, 2016|Categorie: Parkinson|Tag: , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Parkinson in pericolo significa che, in Italia in particolare, non è facile o possibile un dialogo costruttivo a favore della comunità; Il Parkinson è una malattia pericolosa perchè imprigiona persone sane in un corpo malato (almeno nei primi anni, poi avviene il contagio tra corpo e anima e a quel punto non c'è più un prigioniero ma il silenzio del dolore). Ne consegue che stiamo trattando un argomento tra i più difficili ma lo è ancor di più per il comportamento sia della scienza che dei malati: entrambi, entrando in sinergia, riescono a scatenare una miscela di [...]

5 04, 2016

Parkinson: procedure per informare il paziente

2020-08-02T13:02:46+02:00Aprile 5th, 2016|Categorie: Parkinson|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Parkinson: come informare il paziente alla prima visita? Questo studio emerge da una richiesta specifica formulata dai medici. La domanda è: per comunicare al paziente la diagnosi, di Parkinson c'è un protocollo? La presente ricerca parte dal presupposto che sia necessario un protocollo, cui il medico può scegliere se aderire. C'è un altro punto da chiarire. Perchè un medico sente la necessità di rivolgersi a un sociologo ragionando attorno al Parkinson? Qui è contenuta la reale portata innovativa della ricerca da cui deriva la ricerca. In base agli studi nella Teoria sociologica, The Prisoner of Parkinson, la [...]

19 03, 2016

Internet pericoloso: la stupidità. Prof Carlini

2020-08-02T13:47:28+02:00Marzo 19th, 2016|Categorie: Globalizzazione|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Internet diventa pericoloso quando conduce al bisogno di presentare, mostrare senza leggere e capire. In questo modo si entra nel mondo della stupidità (dematerializzazione)  Internet è un passaggio della globalizzazione. Nel caso ci fossero dei seri dubbi sulla validità ed efficacia della globalizzazione, automaticamente la critica colpisce anche l'uso di internet che tutti facciamo. Che cosa si vuole qui affermare? L'accesso al web ha permesso a tutti i collegati di avere una voce il che ha portato a una torre di Babele, al chiasso e al rumore, dove la massa urla qualcosa senza ascoltare, capire e rispondere. [...]

28 02, 2016

Parkinson: la diagnosi corretta. Prof Carlini

2020-08-03T09:16:41+02:00Febbraio 28th, 2016|Categorie: Parkinson|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Il Parkinson come si cura? Concetti e riflessioni maturati dal Prof Carlini Il Parkinson non lo si cura quando lo si sta soffrendo ma prima, molto prima. Mi rendo conto di scrivere qualcosa che produce sia dolore agli attuali malati e prigionieri della nota malattia, che sostanzialmente inutile sul piano delle relazioni scientifiche. Di fatto però si conferma sempre di più, nelle osservazioni svolte, quanto questa malattia rappresenti un "corto circuito" del sistema nervoso che, sovraccaricato, ha "bruciato" alcuni fili/connessioni che attualmente non siamo in grado, scientificamente, di sostituire. Chi ha "bruciato" parti di queste connessioni, è [...]

Torna in cima