Home/Tag: concetto di modernità
30 12, 2016

Epidemia e conseguenze politiche. Prof Carlini

2020-07-23T12:06:46+02:00Dicembre 30th, 2016|Categorie: Polmonite cinese, Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Epidemia e conseguenze politiche Immigrazione / epidemia. Francamente non sono affatto contento di dover sviluppare una riflessione di questo tipo! Anzi è un disastro sociale. In Italia è in corso una epidemia che sta mietendo le sue prime vittime. Non voglio entrare nel merito farmacologico e medico. Quello che mi interessa sottolineare, per iniziare a ragionare, è il nesso tra immigrazione e l'epidemia. Dal binomio immigrazione - epidemia, nascono delle conseguenze politiche. Sicuramente il Pd, che ha la responsabilità dell'acritica accettazione dell'immigrazione, va allo sfascio elettorale. In realtà la colpa è anche del Papa, ma non essendo [...]

27 12, 2016

Elaborazione del lutto: morto un tipo si resta perplessi

2020-07-23T12:19:16+02:00Dicembre 27th, 2016|Categorie: Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

L'elaborazione del lutto nella società moderna è sempre più difficile. Questa difficoltà indica una profonda immaturità. L'elaborazione del lutto è un atto di civiltà. Lo è nella misura in cui l'esperienza vissuta è tramandata. L'atto di trapasso della significatività di un'esistenza, è celebrato nel lutto. Negli Stati Uniti il lutto è una "festa" alla memoria. Nei paesi del Mediterraneo è pianto, freddo in colore nero, tristezza e solitudine. Comunque sia, il lutto permette di ripensare l'esistenza di una vita, trasferendola a chi prosegue a vivere. Anzi, chi vive ancora, rispetto al deceduto assume l'impegno di vivere di più! [...]

18 11, 2016

Storia sociale della guerra. La 1° g.m. parte 2

2020-04-29T19:09:46+02:00Novembre 18th, 2016|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI, Storia attuale|Tag: , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Storia sociale della guerra – Richard A. Preston e Sydney F. Wise. Capitolo 16: La Prima guerra mondiale. Parte seconda Cosa la prima guerra mondiale ha rappresentato nella storia La Prima guerra mondiale ha rappresentato il punto d'inizio della società moderna. Moderno per modernità. Il significato è semplice e complesso. L'epoca moderna iniziò con la scoperta dell'America (1492). La modernità è un concetto diverso da "moderno". Per modernità s'intende la complessità della vita odierna, che dovrebbe essere semplice, ma non lo è. Una difficoltà non sostanziale, perchè le grandi carestie e povertà non ci sono più; almeno in [...]

21 06, 2016

Louis Dumont: Una variante nazionale, capitolo 3

2020-08-01T11:04:25+02:00Giugno 21st, 2016|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI, Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Louis Dumont, capitolo 3 del testo SAGGI SULL'INDIVIDUALISMO scritto nel 1983: Una variante nazionale Le riflessioni qui contenute servono sicuramente a chi studia la sociologia moderna ma non solo. Il taglio d'esposizione ha una precisa preoccupazione: attualizzare i concetti. Significa se pur rendere onore sul piano culturale e concettuale a quanto Louis Dumont ha saputo pensare e scrivere, renderlo anche concreto. Con questo duplice sforzo stanno qui comparendo i riassunti, capitolo per capitolo, dell'opera di Louis Dumont pubblicata nei SAGGI SULL'INDIVIDUALISMO. Giunti al 3° capitolo, il filo conduttore del testo è costante: quando e come si è [...]

7 09, 2014

I disordini sociali in un paese islamico sono strutturali o un caso?

2020-04-29T19:12:54+02:00Settembre 7th, 2014|Categorie: Globalizzazione, Internazionalizzazione, Studi di politica|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

I disordini sociali in un paese islamico sono strutturali o un caso? La domanda sorge nel post primavera araba e studiando la Turchia. L'intero mondo dell'Islam è in fermento sociale. Si tratta di un caso o di un cambio epocale? I disordini sociali in un paese islamico sono un caso? Per rispondere servono delle premesse. L’Occidente, dalle paci di Vestfalia del 1648, ha saputo dividere la gestione dello Stato dalla religione. Nell’Islam questo ancora non è avvenuto. Su questo aspetto c’è un importante precedente storico nella Turchia. Nonostante tale maturità istituzionale, i turchi hanno dimostrato tutti i loro [...]

27 07, 2014

Art nouveau quale espressione di ribellione affemando la modernità

2020-04-29T19:14:47+02:00Luglio 27th, 2014|Categorie: INTERVENTI VIDEO, Storia attuale, Studi di sociologia, Studi sulla personalità|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Art nouveau quale espressione di ribellione affemando la modernità. Perchè una corrente culturale possa prendere piede serve un sostegno artistico. Ecco che l'arte è funzionale alla cultura. Così fu per l'art nouveau verso la modernità all'inizio del XX° secolo. Art nouveau ovvero la struttura e lo scheletro della modernità. Il senso stesso di ribellione fu la "farina" con cui s'impastò la modernità. Peccato che lo svecchiamento del passato sia così intriso di contestazione. Un profilo, quello di contestazione, ancora attivo che ha prodotto guasti come la stessa globalizzazione. Per non parlare del 1968 e la contestazione dei [...]

21 07, 2014

Opinione pubblica isterica. Sottoprodotto del comportamento collettivo

2020-06-01T17:50:49+02:00Luglio 21st, 2014|Categorie: Globalizzazione, INTERVENTI VIDEO, Psicoanalisi, STORIA, Studi di sociologia, Studi sulla personalità|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Opinione pubblica isterica. Si tratta di un effetto o sottoprodotto del comportamento collettivo. L'insteria è certamente un comportamento individuale, ma facilmente trasferibile in ambito collettivo. Opinione pubblica isterica. Non è una novità. Da quando possiamo dire che esiste l'opinione pubblica (inizio XX° secolo) l'isteria di massa ci è nota. Quello che colpisce e fa notizia è la trasformazione dell'isteria pubblica in epoca globalizzata. L'isteria in epoca globalizzata, più che strilli di piazza, si consuma attraverso il web. Il riferimento è a quel muto gridare in internet che rende il virtuale assente dalla vita. Non voglio ripetere il [...]

Torna in cima