24 09, 2017

Il prezzo per un’immigrazione senza controlli è la Brexit

2020-06-03T10:49:10+02:00Settembre 24th, 2017|Categorie: Studi di politica|Tag: , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Il prezzo per un'immigrazione senza controlli. Germania 2017 quindi Brexit. La Signora Merkel sterzando a sinistra ha perso il 10% dell'elettorato. Chi dopo di Lei sarà il nuovo Cancelliere? L'immigrazione vale solo dove non si vota (in Vaticano). Il prezzo per un'immigrazione priva di controlli e logiche è la fine della Ue. Nessuno se ne rende conto, ma come già la Brexit ha segnalato, è la Ue a frantumarsi sull'immigrazione. Possibile che sia un concetto così difficile da capire? Questa superficialità e ILLUSIONE SUI FACILI VALORI esprime un segno caratteristico della globalizzazione. In pratica un frutto dei [...]

11 10, 2016

Golo Mann: Storia della Germania moderna

2020-07-26T00:34:52+02:00Ottobre 11th, 2016|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI, STORIA|Tag: , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Golo Mann è uno storico tedesco. Ha scritto Storia della Germania moderna 1789-1958.  Da troppi anni avevo questo libro in casa senza averlo letto. In fondo mi "urlava" ogni giorno chiamandomi a sè. Non ho potuto farne a meno. In 2 mesi sono riuscito a leggerlo e studiarlo. In realtà, dopo una ventina di libri letti sulla prima guerra mondiale, mi mancava il punto di vista tedesco. In effetti Golo Mann è un tedesco e finalmente ho il loro punto di vista. I punti forti del testo sono: Dalla caduta del Sacro Romano Impero all'avvento della Prussia, [...]

21 07, 2016

Dossier Germania Industria Siderurgica. Prof Carlini

2020-07-30T21:35:42+02:00Luglio 21st, 2016|Categorie: I GRANDI DOSSIER, INDUSTRIA DELL'ACCIAIO, Internazionalizzazione|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Dossier Germania per l'industria siderurgica In queste ore ci si interroga se l'assassinio di 9 persone a Monaco di Baviera di ieri, sia terrorismo o l'azione di uno squilibrato. In ogni caso è un dramma umano che smuove l'intera Europa. La Germania, dopo Francia e Belgio, entra nella lista recente della violenza "inutile". La violenza inutile è quella che miete vittime senza cambiare l'essenze delle cose. L'Occidente resta tale e il mondo arabo anche. La somma ideologica e concettuale è pari zero, restano solo persone morte sull'asfalto. A differenza dal passato, non abbiamo morti "belle" (la morte [...]

21 07, 2016

Dossier Germania. Prof Carlini corrispondente estero

2020-07-30T21:39:54+02:00Luglio 21st, 2016|Categorie: I GRANDI DOSSIER, INDUSTRIA DEL PARQUET, Internazionalizzazione|Tag: , , , , , , , , , , |0 Commenti

Dossier Germania, dal nostro corrispondente all'estero. Qui di seguito sono offerti in visione 2 dossier Germania. Uno per l'industria del parquet, l'altro per l'industria siderurgica. Ovviamente l'interesse per entrambe le filiere produttive verso l'area mitteleuropea è grande. Resta da capire perchè i tedeschi sono così interessanti! Probabilmente, sono meglio organizzati. L'Italia ha 4,5 milioni d'imprese con appena 3 dipendenti l'uno. La Germania ha "solo" 4,4 milioni d'imprese con una media di 32 occupati per azienda. A conti fatti l'industria italiana "sforna" 12 milioni di buste paga al mese. La Germania 120 milioni di buste paga al mese. [...]

30 04, 2016

Adolf Hitler: LUI E’ TORNATO. Prof Carlini

2020-08-02T12:00:27+02:00Aprile 30th, 2016|Categorie: Storia attuale|Tag: , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Adolf Hitler è il protagonista del film LUI E' TORNATO. Una pellicola interessate che merita delle riflessioni. Il film è molto bello, provocando un numero di risate veramente inusuale (non ho riso così da anni). Vale la pena vederlo per diversi motivi: - finalmente nel discorso storiografico si smette di colpevolizzare la singola figura storica di statisti come Benito Mussolini e Adolf Hitler, sottolinenando che sono stati eletti dalla Nazione al ruolo che hanno poi assunto, quindi hanno rappresentato, in quegli anni, la risposta alle domande dei tedeschi e degli italiani che, in realtà si confermano ancora [...]

30 12, 2015

L’Italia e la Grande Guerra. Prof Carlini studi sociologici

2020-08-03T21:32:08+02:00Dicembre 30th, 2015|Categorie: STORIA|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

L'Italia e la Grande Guerra - Politica e cultura dal 1870 al 1914, scritto da John  A. Thayer edito da Vallecchi nel 1973 Questo libro fu comprato dal mio papà indicativamente 40 anni fa e tenuto in casa senza che lui l'abbia letto. Formandomi una mia vita, presi il volume e lo portai, 35 anni fa, nella mia abitazione, senza che abbia mai avuto modo di poterlo leggere. In questo periodo, dal 22 al 30 dicembre a un ritmo di 32,5 pagine al giorno l'ho finalmente letto aggiungendosi a quei 12 testi, sul periodo della Grande Guerra, [...]

25 01, 2015

Quando la luce si spense sul mondo: la crisi bosniaca del 1908

2020-08-10T01:04:18+02:00Gennaio 25th, 2015|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

La crisi bosniaca: gelo tra l’Impero austroungarico e la Russia. Commento al capitolo 14 del testo "1914". Premessa Lo studio della seconda crisi delle tre che hanno condotto l’Europa a familiarizzare con l’idea di guerra, è molto particolare, perché, come già esaminato nella precedente crisi, è avvenuto perfettamente il contrario rispetto a quello che si desiderava. Ecco che, ancora una volta, ci si trova non solo a esaminare un fatto storico tra tanti, ma una condizione umana, perfettamente condivisibile in special modo tutt’oggi, dove allo sforzo non corrisponde il risultato. Certamente l’analisi storica a questo punto coinvolge [...]

19 01, 2015

La Germania senza un politica estera nella crisi di Agadir. Storia. 1905

2020-08-10T00:43:11+02:00Gennaio 19th, 2015|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

All’alba della Primo conflitto mondiale la Germania si scopre con molte ambizioni ma senza capacità: la prima crisi internazionale in Marocco 1905 Questi studi derivano da riassunti, svolti capitolo per capitolo dal libro "1914" per celebrare 100 anni dallo scoppio della Prima guerra mondiale. Onore, memoria e rispetto ai caduti, reduci, feriti e dispersi di quella guerra. Premessa Rileggendo la storia con il senno del poi, emergono delle continuità talmente evidenti che sconcerta non aver capito prima. Nel caso concreto, la Prima guerra mondiale è stata preceduta da ben 3 gravissime crisi internazionali che hanno, per così [...]

18 01, 2015

Nasce il concetto di Stato Maggiore. Studi del prof Carlini

2020-08-10T00:52:08+02:00Gennaio 18th, 2015|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI, STORIA|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Gli eserciti (e le aziende) per funzionare hanno bisogno di un'istituzione che li organizzi, motivi e impieghi: questa struttura si chiama Stato Maggiore. La nascita dello Stato Maggiore risale agli albori della Prima guerra mondiale. Quanto qui scritto celebra 100 anni dallo scoppio della prima guerra mondiale. Non solo, vuole anche aprire delle riflessioni che hanno un valore particolarmente attuale. A tutt'oggi le imprese italiane non hanno capito il senso e il bisogno di chiarezza guardando al futuro attraverso un piano di marketing, verificato mensilmente e l'introduzione di manager da consultare e riunire costantemente analizzando le reazioni [...]

6 01, 2015

Si scrive Grecia, si legge Italia: il problema euro. Prof Carlini

2020-08-10T13:25:19+02:00Gennaio 6th, 2015|Categorie: Argomenti che scottano|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

La fine dell'euro? Gli sviluppi in Grecia richiamano direttamente il futuro dell'Italia In questi giorni, a scoppio ritardato rispetto gli allarmi di metà dicembre, tutti hanno scoperto (e ancora non sanno) i rischi che la Grecia sta portando in area Euro e le connesse conseguenze sull'Italia. Cerchiamo di capirne qualcosa: - l'euro, come moneta unica crolla non tanto per "colpa" della Grecia, ma perché rappresenta una buona idea applicata in forma sbagliata. Ne consegue che, come tutte le cose sbagliate, cade, si frantuma senza riuscire a vivere. Nonostante il fallimento tecnico dell'euro non credo ce ne si [...]

5 01, 2015

Russia: agli albori della prima guerra mondiale. Prof Carlini

2020-08-10T13:46:27+02:00Gennaio 5th, 2015|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI, STORIA|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Capitolo 7 del libro 1914 – L’orso e la balena. La Russia e la Gran Bretagna Questi appunti vengono scritti come commento al libro 1914 di Margaret MacMillan in memoria dei morti, feriti, dispersi e da quanti toccati dal conflitto che scoppiò 100 anni fa. La Russia, a cavallo nel XX secolo non aveva ancora deciso l’asse del suo sviluppo come influenza politica e militare: Occidente o Oriente? In quel periodo la Russia rappresentava un organismo enorme, colossale, con mille direzioni aperte. Il conte Lamsdorff (il ministro degli esteri) spinse la verso l’Asia lasciando un’Europa troppa pericolosa, [...]

4 01, 2015

Francia: Entente Cordiale. Premesse al primo conflitto

2020-08-10T20:02:43+02:00Gennaio 4th, 2015|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Amicizie improbabili: L’Entente Cordiale tra Francia e Gran Bretagna Quanto qui scritto è tratto dal libro 1914 della Signora Mac Millan per ricordare con onore e rispetto tutti i morti, feriti e dispersi della Prima guerra mondiale a 100 anni dal suo scoppio. Anche questo capitolo esprime uno degli argomenti centrali dell’intera vicenda del 1914; il difficile rapporto tra la Francia e l’Inghilterra. Tutto nasce dalla cocente sconfitta francese del 1870 verso i prussiani, che consente non solo ai tedeschi di potersi annettere due piccole regioni francesi poste al confine (l’Alsazia e la parte meridionale della Lorenza, [...]

4 01, 2015

Prima guerra mondiale: competizione navale tra Germania e Inghilterra. Le premesse

2020-08-10T20:07:07+02:00Gennaio 4th, 2015|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI, STORIA, Storia attuale|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

La supercorazzata. La competizione navale tra Gran Bretagna e Germania. Questi studi nascono dal bisogno di ricordo, rispetto e onore a tutti i caduti, feriti e dispersi della Prima guerra mondiale a 100 anni dal suo scoppio, riepilogando i diversi capitoli del libro 1914. Quanto qui discusso emerge dal capitolo 5 del libro 1914 della signora Mac Millan. Il titolo tradisce la vastità del tema. Ecco due passaggi che ne delimitano il quadro, tratti dalle pagine 147 e 148: L’autore dell’articolo invita i lettori a guardarsi intorno; i giocattoli, le bambole e i libri di fiabe, che i [...]

4 01, 2015

Prima guerra mondiale: la Germania guglielmina. Le premesse

2020-08-10T20:13:14+02:00Gennaio 4th, 2015|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI, STORIA, Storia attuale|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Studi sulla Prima guerra mondiale analizzandone le premesse: la Germania di Guglielmo 2° Questi studi sulla Prima guerra mondiale nascono dal bisogno di ricordare e rendere onore ai caduti, feriti e comunque vittime di quel grande e terribile evento sociale, politico e militare che fu la Prima guerra mondiale per la storia dell'umanità. Pagine 90-145: GUAI A TE PAESE CHE HAI UN RE RAGAZZINO questo è il titolo del terzo e il quarto capitolo del libro 1914 quando si dedica alla Germania guglielmina. La riflessione si concentra ora sulla Germania, all’indomani del tragico allontanamento di Bismarck (marzo 1900) per [...]

4 01, 2015

Prima guerra mondiale: le cause. Studi prof Carlini

2020-08-10T20:17:23+02:00Gennaio 4th, 2015|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI, STORIA, Storia attuale|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Prima guerra mondiale: com’è possibile che sia accaduto tutto questo? Le riflessioni qui pubblicate emergono dalla sintesi-riassunto tratte dal libro 1914, ampiamente studiato e meditato in occasione dei 100 anni dallo scoppio della Prima guerra mondiale. In onore, ricordo e memoria per tutti i caduti, feriti, dispersi della Prima guerra mondiale, che questo studio prende forma. LE CAUSE PRINCIPALI ALLO SCOPPIO DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE una diffusa necessità, da parte di tutti gli Stati europei di una politica imperiale che rispondesse alla nuova formula sociologica di partecipazione alla vita della Nazione, ovvero il nazionalismo che in questa [...]

4 01, 2015

Prima guerra mondiale. Commento al libro 1914. Prof Carlini

2020-08-10T20:20:48+02:00Gennaio 4th, 2015|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Prima guerra mondiale - commento al libro della Margaret Mac Millan di Giovanni Carlini Considerazioni generali Ho letto 3 volte questo libro nel corso del 2014 per onorare la memoria a 100 anni dallo scoppio della Prima guerra mondiale di tutti i feriti, mutilati, morti e dispersi in quel conflitto. L'autrice, la Signora Margaret Mac Millan, studiosa canadese, ha svolto un grande lavoro e scritto un'opera di sicuro interesse, commettendo però degli errori molto importanti e imperdonabili: a) ha completamente trascurato l'Italia, cui dedica in tutto 7-8 pagine sulle 712 del testo. Probabilmente, interpretando il pensiero dell'autrice, l'Italia [...]

4 01, 2015

Espansione dispersiva verso il primo conflitto mondiale. Prof Carlini

2020-08-10T14:55:44+02:00Gennaio 4th, 2015|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Espansione dispersiva: il dramma britannico agli albori della Prima guerra mondiale Espansione dispersiva. Quanto qui scritto rappresenta un riassunto tratto dal libro 1914 della scrittrice Margaret Mac Millan dedicato alla comprensione delle cause che hanno spinto alla Prima guerra mondiale. Pagine 71-73: Queste pagine sono dedicate alla Gran Bretagna e al suo Capo di gabinetto, Lord Cecil Salisbury. Dal loro studio si aprono molte considerazioni: a) come in quell’epoca nelle scienze sociali era molto ricercata e di moda una “teoria generale”, che tutto sapesse spiegare in forme eleganti e chiare, anche in politica si ricercavano dei grandi [...]

4 01, 2015

1914: a un secolo dalla prima guerra mondiale. Prof Carlini

2020-08-10T14:43:19+02:00Gennaio 4th, 2015|Categorie: Studi di politica|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

1914: commento al libro della Margaret Mac Millan di Giovanni Carlini Considerazioni generali Ho letto 3 volte questo libro nel corso del 2014 e il motivo risiede nel bisogno di rendere onore e rispetto ai caduti, feriti e dispersi nel corso della Prima guerra mondiale a 100 anni dal suo scoppio. L'autrice, la Signora Margaret Mac Millan, studiosa canadese, ha svolto un grande lavoro e scritto un'opera di sicuro interesse, commettendo però degli errori molto importanti e imperdonabili: ha completamente trascurato l'Italia, cui dedica in tutto 7-8 pagine sulle 712 del testo. E' possibile che questa scelta [...]

14 09, 2014

Dossier Germania. Prof Carlini corrispondente estero

2020-07-20T15:09:59+02:00Settembre 14th, 2014|Categorie: I GRANDI DOSSIER|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |2 Commenti

Dossier Germania Il Dossier Germania si presenta come un documento centrale per capire l'Europa nella Ue. Purtroppo l'Unione è germanocentrica. Si tratta di un guaio e un limite importante. La Germania ha sistema economico in grado di competere con quello statunitense. Buono per loro. Ciò per comporta che un'Unione Europa calibrata sui bisogni tedeschi, trascura quelli greci e mediterranei in generali. In queste poche parole abbiamo definito la crisi della Ue. Tutto qui. L'Unione sarebbe dovuta essere "un'unione" tra culture diverse. In realtà questo non è accaduto. Scrivere un Dossier Germania, significa certamente considerare gli [...]

13 08, 2014

L’illusione di lavorare per il boom della Germania. Prof Carlini

2020-08-14T12:00:31+02:00Agosto 13th, 2014|Categorie: I GRANDI DOSSIER|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Il finto boom in Germania Germania locomotiva. Con piacere leggo sulla stampa economica di fine gennaio: “Brescia torna in piedi con il boom tedesco. La Germania corre e insieme anche la subfornitura bresciana. L’industria dell’automotive, gomma plastica ed elettronica torna a crescere. Ma la ripresa al momento parla solo tedesco” Indubbiamente la notizia non può che inorgoglirmi, ma conoscendo sia il mercato tedesco che quello italiano, ho voluto andare più a fondo e ho scoperto qualcosa su cui vale la pena riflettere. Il Governo tedesco su diverse tipologie di produzione, ad esempio, prendendone una a caso, si [...]

Torna in cima