Home/2016
31 12, 2016

L’imprenditore spesso si riduce ad essere un ladro di galline

2020-07-23T12:03:40+02:00Dicembre 31st, 2016|Categorie: CULTURA AZIENDALE|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

L'imprenditore spesso si riduce ad essere un ladro di galline Che peccato quando un imprenditore si riduce ad essere un pezzente. Qui la "colpa" è sia della Confindustria sia del Governo. La prima non educa e il secondo non vigilia. Cerchiamo di capire perchè una classe "eletta" e baciata di Dio, scade a ladro di galline. Il ricordo corre in Veneto dove ho trovato imprenditori che promettono, ma non mantengono. Questo accade dappertutto e in ogni settore. Il guaio è che questa gente ha la pretesa di voler fare la storia dell'imprenditoria. Li si trova spesso a [...]

30 12, 2016

Epidemia e conseguenze politiche. Prof Carlini

2020-07-23T12:06:46+02:00Dicembre 30th, 2016|Categorie: Polmonite cinese, Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Epidemia e conseguenze politiche Immigrazione / epidemia. Francamente non sono affatto contento di dover sviluppare una riflessione di questo tipo! Anzi è un disastro sociale. In Italia è in corso una epidemia che sta mietendo le sue prime vittime. Non voglio entrare nel merito farmacologico e medico. Quello che mi interessa sottolineare, per iniziare a ragionare, è il nesso tra immigrazione e l'epidemia. Dal binomio immigrazione - epidemia, nascono delle conseguenze politiche. Sicuramente il Pd, che ha la responsabilità dell'acritica accettazione dell'immigrazione, va allo sfascio elettorale. In realtà la colpa è anche del Papa, ma non essendo [...]

29 12, 2016

Internet e superficialità: l’immaturità del “mi piace”

2020-07-23T12:11:55+02:00Dicembre 29th, 2016|Categorie: Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Internet e superficialità: l'immaturità del "mi piace" Ultimamente ho partecipato all'esperienza di Facebook con maggiore intensità rispetto al passato. In quest'avventura ho notato quanto il web abbia abbrutito e ridotto la comunicazione umana. Mi spiego. Facebook è strutturata su un sistema di comunicazione per cui qualcuno afferma qualcosa. Fin qui è perfetto. Il lancio di un messaggio o spesso di un'immagine, comporta solitamente una risposta che si riduce al 90% dei casi, in un"mi piace". La soddisfazione di chi ha lanciato il messaggio o la foto è nel contare i "mi piace". Molto raramente la risposta si [...]

27 12, 2016

Elaborazione del lutto: morto un tipo si resta perplessi

2020-07-23T12:19:16+02:00Dicembre 27th, 2016|Categorie: Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

L'elaborazione del lutto nella società moderna è sempre più difficile. Questa difficoltà indica una profonda immaturità. L'elaborazione del lutto è un atto di civiltà. Lo è nella misura in cui l'esperienza vissuta è tramandata. L'atto di trapasso della significatività di un'esistenza, è celebrato nel lutto. Negli Stati Uniti il lutto è una "festa" alla memoria. Nei paesi del Mediterraneo è pianto, freddo in colore nero, tristezza e solitudine. Comunque sia, il lutto permette di ripensare l'esistenza di una vita, trasferendola a chi prosegue a vivere. Anzi, chi vive ancora, rispetto al deceduto assume l'impegno di vivere di più! [...]

24 12, 2016

Razzismo si e razzismo no: dove la “ragione”?

2020-07-23T12:23:38+02:00Dicembre 24th, 2016|Categorie: Globalizzazione, Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Razzismo si e razzismo no: dove la "ragione"? Tanto per iniziare Buon Natale! L'eliminazione del terrorista islamico che a Berlino ha appena consumato la sua strage, rilancia il tema del razzismo. Nei confronti degli immigrati è giusto essere razzisti oppure si deve solo integrare? Il binomio immigrato = terrorista è automatico a un primo livello. Il secondo coglie quelle generazioni d'immigrati che vivono da anni in Occidente. In ogni caso l'immigrazione, recente o passata, ha un nesso con il terrorismo.   Chiarito il primo punto, vediamo se il razzismo è giustificato. La risposta è "si" e allo [...]

22 12, 2016

A 31 anni si è donna, non ragazza. Prof Carlini

2020-07-23T12:26:44+02:00Dicembre 22nd, 2016|Categorie: Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Il concetto di ragazza e quello di donna. Una società sterile che non vuole invecchiare Lo spunto proviene da Berlino. Con vero dispiacere emerge che nelle vittime di Natale a Berlino c'è anche una donna italiana lì residente. Fortunatamente le vittime sono molto poche rispetto quanto già accaduto a Nizza pochi mesi fa. Comunque la TV nazionale definisce la vittima italiana "una ragazza" di 31 anni. L'affermazione fa sorridere e porta alla riflessione. Chi sono le ragazze e chi le donne? Oggettivamente una ragazza si colloca tra i 16 e 20 anni. Una giovane donna nella fascia [...]

21 12, 2016

Integrazione e accoglimento non sono valori ma scelte

2020-07-23T12:28:31+02:00Dicembre 21st, 2016|Categorie: Globalizzazione, Studi di politica, Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

ATTENZIONE, si vogliono far passare per valori delle scelte. Integrazione e accoglimento sono scelte che possono essere fatte come no.  Da diversi anni, in Europa, si forza sul concetto d'integrazione razziale e connesso accoglimento. Le ragioni sono diverse, non ultimo il calo di nascite in Occidente. Va però precisato che accogliere è un lusso e una scelta, non un valore. In pratica è stato contrabbandando per "valore" un qualcosa che può essere offerto come no. Accogliere e integrare: perchè farlo? Per affrontare questa discussione, serve distinguere tra comunità e società. La comunità è un qualcosa riferibile a [...]

20 12, 2016

La rimozione dalla memoria: il caso Renzi, la Spagnola e la guerra

2020-07-23T11:57:54+02:00Dicembre 20th, 2016|Categorie: Psicoanalisi, Storia attuale|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

La rimozione dalla memoria è un'azione accaduta più volte nella storia. Il ricordo corre alla febbre "spagnola" (con 20 milioni di morti a fronte dei 10 della guerra). Va anche ricordato come gli italiani rimossero dalla memoria il fascismo. Non solo, serve una riflessione anche sul renzi, quello non eletto da nessuno che ha governato! Questo studio cerca d'approfondire un passaggio molto critico dell'esistenza umana: la rimozione dalla memoria. Solitamente una reazione di questo tipo avviene per quei grandi disastri dai quali ci si distacca. E' un fenomeno che coglie sia la singola individualità che le masse. [...]

19 12, 2016

La Corte dei Conti deve addebitare a Mattarella e Renzi una legge sbagliata

2020-07-23T11:54:24+02:00Dicembre 19th, 2016|Categorie: Studi di politica|Tag: , , , , , , , , , , , |0 Commenti

La Corte dei Conti eleva addebiti per danno subito dallo Stato. Quanto costa una legge sbagliata? E' stata fatta una legge elettorale. Questa norma giuridica è considerata, oggi nel 2016 "sbagliata". Quanto costa l'iter di formazione di una legge di Stato? Perchè quando si dichiara unanimemente errata una norma non se ne imputa la responsabilità da parte della Corte dei Conti? Qualcosa non funziona! Attualmente, a dicembre 2016, c'è una legge elettorale nota come "italicum". Quest'assetto giuridico non è oggettivamente applicabile. Non lo è perchè è nata senza considerare il Senato. In pratica è stata fatta una [...]

18 12, 2016

Nazionalsocialismo, la base concettuale. Tratto dal testo di Aurelio Lepre.

2020-04-29T19:09:44+02:00Dicembre 18th, 2016|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI, Storia attuale, Studi di politica, Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Nazionalsocialismo: la base concettuale. Spunti riepilogativi tratti dal testo "Guerra e pace nel XX° secolo. Il passato per leggere il presente"di Aurelio Lepre. Capitolo 9, la Seconda guerra mondiale. Il nazionalsocialismo è stato un assetto ideologico incompiuto. Significa che ha abbozzato delle idee, che non ha saputo successivamente sviluppare. Le motivazioni di questa immaturità storica, possono derivare da molti aspetti. Sicuramente la fretta nel voler condurre uno scontro militare, su base continentale,  ha avuto la sua influenza. Non solo. Non va neppure taciuta quell'ostinazione nel genocidio verso gli ebrei, che ha compromesso definitivamente il nazionalsocialismo. A questo [...]

17 12, 2016

Manca mezza italia nei conteggi. Prof Carlini

2020-07-23T11:52:57+02:00Dicembre 17th, 2016|Categorie: Storia attuale, Studi di politica|Tag: , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Mezza italia, ovvero il 50% è quanto manca nei fatturati delle imprese italiane Parlando con un imprenditore italiano emerge questo quadro: lavoro al 50% delle mie capacità. Anni fa ero al 100% tanto che fino ad ora ho perso 400mila euro contando gli insoluti che avevo. Però oggi non ho un insoluto ma ridotto il fatturato. Magra consolazione. nella mia regione, in Sicilia, ho 1 solo concorrente. Il mio corrispondente di Milano è anch'egli al 50%, ma ha 50 concorrenti. A conti fatti io mi logoro di meno di chi è al nord. Certamente manca mezza italia [...]

16 12, 2016

Gestione risorse umane/1. Prof Carlini

2020-07-23T12:14:33+02:00Dicembre 16th, 2016|Categorie: CULTURA AZIENDALE, ORGANIZZAZIONE AZIENDALE|Tag: , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

L'arte nella gestione delle risorse umane Le risorse umane, erroneamente, sono considerate una funzione aziendale. Diciamo un lusso. Questo è un pensiero errato. In realtà l'arte della gestione nel fattore umano incide direttamente sul reddito d'impresa. Esaminiamo un esempio. Recentemente a Milano ha aperto un nuovo negozio. Per incentivare l'impegno delle commesse (spesso in aperto abuso perchè in stage anzichè assunte) si promette un "premio" al raggiungimento di certo volume di vendite. Questo risultato non viene colto ma sfiorato. La direzione commerciale non procede quindi all'elargizione di nessun "premio". Con questa decisione è stata disincentivata la grinta [...]

14 12, 2016

Stage & abuso. Prof Carlini. Studi sociali.

2020-07-23T12:16:52+02:00Dicembre 14th, 2016|Categorie: Ricerca di un posto di lavoro|Tag: , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Il contratto di stage si presta a troppi abusi. Forse è il caso d'interessare le autorità competenti. Si ha notizia di una ragazza laureata in contratto di stage. La dott.ssa riceve 400 euro lordi al mese. Svolge anche 14 ore in ufficio ed è chiamata anche a sostituire la carta igienica nel bagno. Altri impegni importanti sono comprare le sigarette e andare in posta per pagare bollettini. Questa ragazza sarà, in futuro, un dirigente certamente in altra società rispetto quella che la sfrutta in stage. Che idea si sarà fatta del lavoro? Auguriamoci che non sarà cinica [...]

13 12, 2016

Le colpe del Capo dello Stato: chi paga?

2020-07-23T21:08:30+02:00Dicembre 13th, 2016|Categorie: Argomenti che scottano, Studi di politica|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Il Capo dello Stato, seguendo imperterrito una lunga e negativa tradizione, gestendo l'ultima crisi di governo ha sbagliato. Chi paga? Il Capo dello Stato, incurante dell'esito del 4 dicembre 2016 in Italia, ha spinto nella formazione di un governo fotocopia. Fotocopia rispetto a quello bocciato dalla netta maggioranza degli italiani al voto. Non si tratta di un abuso nuovo. In realtà rappresenta la prosecuzione di un colpo di stato già consumato nel 2011 e forse anche negli anni prima. Vediamo quali sono le responsabilità imputabili all'attuale Capo dello Stato: a) è stata fatta, varata e promulgata, con [...]

12 12, 2016

Il contratto di stage: quando è corretto e legale

2020-07-23T21:14:03+02:00Dicembre 12th, 2016|Categorie: Ricerca di un posto di lavoro|Tag: , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Il contratto di stage: quando è corretto e legale Considerate le molte lamentele che ci sono sul tema ecco alcuni spunti. Praticamente ogni ragazzo/ragazza in contratto di stage se ne lamenta. Purtroppo il "governo" è impegnato sempre in altri argomenti, tranne la tutela dei nostri giovani. Il contratto di stage è uno strumento per introdurre i ragazzi al lavoro. Onestamente dovrebbe essere l'apprendistato capace di svolgere questa funzione, ma è in disuso. Questo perchè un apprendista è assunto per 3 anni più altri 3, mentre uno stage è di 3-6 mesi. Ne consegue che il contratto di [...]

11 12, 2016

Mattarella? Non è il mio Presidente!

2020-07-23T21:16:03+02:00Dicembre 11th, 2016|Categorie: Argomenti che scottano, Studi di politica|Tag: , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Il Presidente della Repubblica Mattarella? Non è il mio Presidente! La Nazione è reduce da 2 pessimi presidenti della Repubblica. Pessimi nella misura in cui sono stati coinvolti nella politica di palazzo incuranti del Paese. Al contrario, il Presidente della Repubblica dovrebbe essere l'unico politico, NON immischiato nella politica nel vertice dello Stato. Forse il concetto è complesso, ma in realtà semplice. Se è pur vero che il Capo dello Stato proviene dalla politica, a quel livello, dovrebbe fare gli interessi della Nazione. Questo non è avvenuto né con il napolitano, tanto meno che con l'attuale Capo [...]

10 12, 2016

Stage come abuso e truffa. Prof Carlini

2020-07-23T21:19:08+02:00Dicembre 10th, 2016|Categorie: Ricerca di un posto di lavoro|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Stage come abuso e truffa Nel 1954 fu introdotto in Italia il contratto di apprendistato. Oggi  è in disuso. La morte dell'apprendistato è stata causata dalla Confindustria che non ha educato gli imprenditori ad essere anche formatori. In definitiva sia lo Stato sia la Confindustria, non sono stati capaci di spiegare come si sarebbe dovuto applicare l'apprendistato. Per la precisione ho perso la cattedra di diritto al CFP di Bergamo, qualche anno fa, per aver spiegato ai miei studenti apprendisti il corretto uso del loro contratto. Da cui la protesta delle ditte (in particolare dei bar). L'apprendista [...]

9 12, 2016

Una legge elettorale varata, mai sperimentata e non adeguata

2020-07-23T21:22:01+02:00Dicembre 9th, 2016|Categorie: Argomenti che scottano, Studi di politica|Tag: , , , , , , , , , , |0 Commenti

La crisi delle istituzioni in Italia è più grave di quanto immaginato. Tra i più segnali emerge la vicenda della legge elettorale. Varata da Camera e Sanato, controfirmata dal Capo dello Stato, si scopre ora non adeguata. Nel mare d'errori commessi, potrebbe anche essere, ma cosa ha fatto l'ultimo governo in 1000 giorni? La legge elettorale è un'alchimia matematica per tradurre in rappresentatività il voto dagli elettori. Concettualmente dovrebbe essere semplice: chi è più votato vince. In realtà non è facile perchè vanno tutelate le minoranze. Anche questo è progresso. In questo studio non voglio entrare nel [...]

8 12, 2016

Un Capo dello Stato non adeguato. Prof Carlini

2020-07-23T21:32:21+02:00Dicembre 8th, 2016|Categorie: Argomenti che scottano, Studi di politica|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

L'attuale Capo dello Stato è adeguato al ruolo che ricopre? Oppure prosegue la trazione golpista del precedente? Scrivere delle riflessioni critiche verso il Capo dello Stato non è bello. Finché si discute su un Capo del governo, non eletto da nessuno, che decade, non è particolarmente grave, forse divertente per la goffaggine che si è potuta osservare. Affrontare invece il Capo dello Stato è qualcosa di lacerante capace d'esprime sofferenza. Detto in chiaro non si ha nessuna voglia o desiderio di criticare un Capo dello Stato! Con questa premessa d'obbligo vanno esaminate le ultime 2 sciagurate presidenze [...]

7 12, 2016

La campagna elettorale sposta i voti? Prof Carlini

2020-07-24T13:03:31+02:00Dicembre 7th, 2016|Categorie: Studi di politica, Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

La campagna elettorale sposta i voti?. Questa è una domanda non un'affermazione. La vera novità, in era post globalizzata, è l'influenza che ha sull'elettorato la campagna elettorale. E' un concetto che non ha capito ancora nessuno. Le conferme sono al momento 3: Brexit, Trump e il NO in Italia.  Anni fa, prima delle elezioni "si sapeva già tutto". Oggi non è più così spiazzando clamorosamente ogni previsione. Purtroppo questo concetto non è stato capito o non lo si vuole comprendere! Il guaio è che lo sbagliare ripetutamente la previsione, non comporta un licenziamento in tronco di una [...]

Torna in cima