11 01, 2015

Nascita dell’uomo nuovo: il ruolo del nazionalismo. Prof Carlini

2020-08-10T10:43:51+02:00Gennaio 11th, 2015|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Nasce la personalità come simbolo dell'uomo nuovo che unito ad altri forma l'opinione pubblica. Il Nazionalismo ne rappresenta, a quell'epoca, il collante sociale. Capitolo 9 del libro 1914 – Nei secoli e decenni antecedenti lo scoppio del primo grande conflitto, esistevano solo le masse popolari, all’alba della prima guerra mondiale, invece, appare nel mondo occidentale una novità:  la personalità che unite ad altre forma l'opinione pubblica. Nasce l’uomo moderno. Le Speranze, le paure, le idee, i presupposti mentali e la sensibilità umana, prima dello scoppio della Prima guerra mondiale in Europa.             [...]

15 12, 2014

Parlando di Freud, Nietzsche e Kafka. Prof Carlini

2020-08-11T15:50:29+02:00Dicembre 15th, 2014|Categorie: Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Freud come punto di partenza di questo studio che approda al Primo conflitto mondiale. Nella Vienna del 1913 erano presenti in città, contemporaneamente sia Stalin, che Adolf Hitler e infine Tito (il futuro dittatore della Yugoslavia). Non solo, rispetto a questi personaggi che sono uno scrittore intento nel formare la sua opera, "Marxismo e la questione nazionale", quindi un pittore fallito che dormiva nel dormitorio pubblico e infine un mantenuto in fuga da ogni donna resa gravida, Sigmund Freud, il padre della psicanalisi era in piena attività. La Vienna del 1913 si era posta al vertice del concetto [...]

Torna in cima