Home/SOCIOLOGIA

Sociologia

14 02, 2021

Bentornato Signor Presidente Donald Trump. Prof Carlini

2021-02-14T10:19:14+01:00Febbraio 14th, 2021|Categorie: CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, Globalizzazione, Il caso Cina, L'esperienza Americana, Storia attuale, Studi di politica, Taccuino Americano 2017, Taccuino Americano 2018, Taccuino americano 2019|Tag: , , , |0 Commenti

Bentornato Signor Presidente, Donald Trump nell'appuntamento delle prossime elezioni presidenziali fra 4 anni scarsi. Lei rappresenta l'ultimo Presidente sicuramente eletto negli Stati Uniti. L'attuale, il biden è solo un "incaricato" all'Ufficio presidenziale, in pratica un impiegato, nulla di più o di meno. Non per questo il biden non vada rispettato! sta svolgendo il lavoro per cui è pagato. Veniamo a Lei Signor Presidente Trump e apriamo una stagione d'autocritica molto gradita da tutti noi, suo elettorato. Il primo punto di critica costruttiva che va detto è stata la sottovalutazione del virus cinese. Politicizzare l'uso della mascherina è [...]

29 01, 2021

Visto dagli Stati Uniti. 2 crisi. Prof Carlini

2021-01-29T17:44:43+01:00Gennaio 29th, 2021|Categorie: L'esperienza Americana, La grande crisi dell'autunno 2018 in Italia, STORIA, Storia attuale, Studi di politica, Taccuino Americano 2017, Taccuino Americano 2018, Taccuino americano 2019|Tag: , , , |0 Commenti

Visto dagli Stati Uniti la crisi politica italiana assume sembianze diverse rispetto alla lettura nazionale. L'Ingegner Ramiro studiato l'articolo qui pubblicato e riportato a riferimento https://www.giovannicarlini.com/la-liberazione-ditalia-25-gennaio-2021-prof-carlini/ ha commentato in questo modo: Dear Prof. Carlini, I saw your article, "La liberazione d’Italia. 25 gennaio 2021" Congratulations on removing from office the unelected head of government Italy had for the last few years. If only we could do the same here! Italy is, if luck holds, leaving behind a constitutional predicament which the United States of America is entering: a head of government elected by polititians and not by the [...]

20 01, 2021

Uomo morto che cammina. Ecco la sintesi. Prof Carlini

2021-01-20T12:13:19+01:00Gennaio 20th, 2021|Categorie: CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, Globalizzazione, L'esperienza Americana, La grande crisi dell'autunno 2018 in Italia, Studi di politica, Taccuino Americano 2017, Taccuino Americano 2018, Taccuino americano 2019|Tag: , , , |0 Commenti

Uomo morto che cammina è la corretta sintesi che oggi possiamo celebrare per il biden (così chiamato per scarsa considerazione) e il conte (quello italiano, avvocato, che ambisce a fare il Presidente del Consiglio benché non votato da nessuno). Due soggetti emergenti da vicende completamente diverse, ma sullo stesso piano. Uno non votato da nessuno, che svolge un ruolo senza averne la legittimità e un altro diventato Presidente degli Stati Uniti in frode elettorale. La frode elettorale americana che sia provata o no conta poco, basta il sospetto per abbattere la spiritualità dell'incarico da svolgere. Voti postali [...]

16 01, 2021

Variabili nominali ordinabili e cardinali. Prof Carlini

2021-01-16T11:47:20+01:00Gennaio 16th, 2021|Categorie: SOCIOLOGIA|Tag: , , , , |0 Commenti

Variabili nominali, ordinali e cardinali sono un argomento di statistica sociale, forse il primo in elenco, che fa soffrire i nostri studenti. In realtà la sofferenza cessa quando dal concetto astruso si passa a una normalissima tabella esplicativa. Ci sono dei concetti che per essere capiti "vanno prima di tutto visti" e poi, solo dopo anche spiegati. Le variabili nominali e ordinali come cardinali è uno di quelli. Qui viene in mente un mio progetto che forse non realizzerò mai: scrivere un testo di microeconomia per figure anzichè parole o limitare al massimo l'uso dello scritto. Chissà! [...]

8 01, 2021

Trumpismo concetti e valori. Prof Carlini

2021-01-08T09:31:21+01:00Gennaio 8th, 2021|Categorie: Argomenti che scottano, CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, Globalizzazione, L'esperienza Americana, Storia attuale, Studi di politica|Tag: , , , , |0 Commenti

Trumpismo oltre lo stesso Donald Trump che oggi accetta quanto negato fino a ieri. E' palese che il trumpismo va oltre il personaggio che l'ha impersonato sino ad oggi. Più che trumpismo, nomignolo affiliato al momento, il concetto più corretto per definire di cosa si stia parlando è L'ESSERE CONSERVATORE. Chi è il conservatore?  Il conservatore è una persona di destra, nel senso che NON vuole che lo Stato assorba in se tutti i servizi alla comunità. La scuola pubblica? no grazie, meglio quella privata. In Italia uno studente costa 6.500 euro/anno: forse è meglio che la [...]

7 01, 2021

La grande occasione mancata del Presidente Trump

2021-01-07T21:13:40+01:00Gennaio 7th, 2021|Categorie: Argomenti che scottano, CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, L'esperienza Americana, Storia attuale, Studi di politica|Tag: , , , |0 Commenti

La grande occasione mancata del Presidente Trump è sfumata ieri. Se (il guaio della storia sono i se/ma), se il Presidente all'atto dell'occupazione del Parlamento fosse uscito dalla Casa Bianca e si fosse unito ai manifestanti. Se stringendo la mano ad ognuno di loro avesse preteso e ottenuto il rispetto verso la polizia e delle cose/persone del  palazzo. Se avesse condotto la visita guidata del Congresso alla massa di cittadini accorsi e quindi fatti ordinatamente sfollare e disperdere. Se ringraziando tutti, adesso pronunciato un discorso dichiarando l'illegalità delle elezioni. Anche se fosse morto sul campo sarebbe rimasto [...]

7 01, 2021

Cittadini che protestano o terroristi? Prof Carlini

2021-01-07T14:33:26+01:00Gennaio 7th, 2021|Categorie: Argomenti che scottano, CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, L'esperienza Americana, Storia attuale, Studi di politica|Tag: , , , |0 Commenti

Cittadini che giustamente protestano occupando anche i loro spazi di rappresentanza che agiscono al servizio della comunità o sono dei terroristi? Il riferimento è a quanto accaduto ieri sera negli Stati Uniti. Quelli "democratici" chiamano "terroristi" i cittadini che hanno occupato il parlamento, gli altri, "patrioti". Dove la differenza? E' veramente difficile pensare che delle persone che si avvolgono dentro la bandiera possano essere terroristi. Infatti non lo sono! Chi preme per considerare teppisti quei cittadini è in dichiarata mala fede.  Il nodo centrale dell'intera riflessione ruota intorno a un concetto: le istituzioni sono un corpo separato [...]

7 01, 2021

L’ultima votazione presidenziale ha sporcato la democrazia

2021-01-08T20:56:45+01:00Gennaio 7th, 2021|Categorie: Argomenti che scottano, CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, Storia attuale, Taccuino Americano 2017, Taccuino Americano 2018, Taccuino americano 2019|Tag: , , , , |0 Commenti

L'ultima votazione presidenziale negli Stati Uniti, avvenuta pochi mesi fa, ha sporcato la democrazia. Una massa importante di voti, spediti mezzo posta, sono rimasti per lungo tempo stoccati nei depositi postali. All'apertura dei seggi elettorali i voti postali sono giunti prima dello spoglio, nella fase di conteggio e anche successivamente! E' chiaro che qualcosa non quadra nel sistema elettorale americano.  Questo ragionamento è a bocce ferme (come suol dirsi). Ogni richiesta di chiarimento è stata disattesa. L'apparato giudiziario americano NON ha mai voluto approfondire la validità del processo elettorale. Perchè? Questo accade quando "il sistema" entra in [...]

24 12, 2020

Lo studente che mitizza la Cina. Prof Carlini

2020-12-24T21:09:14+01:00Dicembre 24th, 2020|Categorie: Argomenti che scottano, CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, educazione dei figli, Globalizzazione, Il caso Cina, Storia attuale, Studi di sociologia|Tag: , , , , |0 Commenti

Lo studente che mitizza la Cina. Parlando con un allievo che conosco da tempo, emerge che questo ragazzo guarda alla Cina come a una promessa del futuro. Quando gli dico e insisto che la Cina è solo una dittatura comunista, l'allievo "svicola", striscia sui muri come un gatto/cane, ma non pone in discussione il suo credo. Indubbiamente che la Cina sia una dittatura, da fastidio, ma si vuole collocare "il dettaglio" nell'elenco delle cose note ma da non dire. Che peccato che anche i ragazzi, al pelo sui 18 anni, si mettano in coda anche loro nella [...]

21 12, 2020

Il Sole 24 Ore e le notizie manipolate (fake news)

2020-12-21T21:37:18+01:00Dicembre 21st, 2020|Categorie: Argomenti che scottano, CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, SOCIOLOGIA, STAMPA, Studi di politica, Studi di sociologia|Tag: , , , , |0 Commenti

Il Sole 24 e le notizie manipolate, quelle che in lingua straniera sono chiamate "fake news". In Italia abbiamo volutamente dimenticato l'italiano per abbracciare espressioni straniere come "lookdown, task force" e altre cretinate. Inutile ribadire che si chiama chiusura delle attività o gruppo d'impatto; questa è la traduzione nazionale delle parole straniere già indicate. Oltre questa premessa, si considerano notizie manipolate tutte quelle che non provengono dagli organi di stampa. Però questi "organi" quali stampa e Rai sono normalmente di parte. Quindi? La campagna contro le notizie manipolate rappresenta in realtà il tentativo di una parte di [...]

17 12, 2020

Fare la fila per entrare in un negozio è folle

2020-12-17T20:54:14+01:00Dicembre 17th, 2020|Categorie: Argomenti che scottano, CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, educazione dei figli, Globalizzazione, Psicoanalisi, SOCIOLOGIA, Studi di politica, Studi di sociologia, Studi sulla personalità|Tag: , , , |0 Commenti

Fare la fila per entrare in un negozio è qualcosa di totalmente inconcepibile: praticamente folle! E allora perchè abbiamo una massa indistinta di gente che si mette in fila? Che cosa rispondere se non ricorrendo alla povertà d'animo?  Quelli che fanno la fila per entrare in un negozio, quale atto di spesa per divagazione (shopping) non hanno nulla da fare. Comunque si cerchi di rigirare la vicenda, non ci sono spazi per un recupero di questa gente. Diverso sarebbe in caso di razionamento del cibo o farmaci, motivo per cui l'attesa è lecita e valida. Quando poi [...]

8 11, 2020

Un’America ora debole debole debole. Prof Carlini

2020-11-09T20:51:10+01:00Novembre 8th, 2020|Categorie: Argomenti che scottano, CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, Globalizzazione, Il caso Cina, L'esperienza Americana|Tag: , , , |0 Commenti

Un'America che ora, con la "nuova presidenza democratica", è più debole di prima. Perchè? le motivazioni sono diverse. Il primo aspetto che spiega la debolezza sociale e politica degli Usa riguarda la questione razziale. L'America discutendo del suo futuro (a 4 anni) ha ceduto alle questioni relative a 1 comunità, quella nera, rispetto ad altri aspetti più articolati e complessi che riguardano il Paese. Il malessere dei neri è storico e non si dica che lo Stato non abbia fatto nulla! Dai tempi della presidenza Johnson, già negli anni Sessanta, la comunità nera è agevolata in ogni [...]

5 11, 2020

Triste l’America del biden (in minuscolo) Prof Carlini

2020-11-05T16:25:36+01:00Novembre 5th, 2020|Categorie: CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, Globalizzazione, Il caso Cina, L'esperienza Americana, Polmonite cinese, Studi di politica, Studi di sociologia, Taccuino Americano 2017, Taccuino Americano 2018, Taccuino americano 2019|Tag: , , , , , |0 Commenti

Triste è l'America di un biden, scritto appositamente in minuscolo per profondo disprezzo. Il biden è pro-China, allo stesso livello del pontefice comunista in Vaticano. Sono entrambe figure che purtroppo influenzano un'era di grande crisi e incertezza sul modello di sviluppo. Indubbiamente questi soggetti hanno potere e lo sfruttano, ma appaiono come attori di un teatro vuoto. Una pellicola che gira in un cinema chiuso per assenza di prospettive. Si, ci sono, ma è come se non ci fossero. Il Papa, biden, il non eletto da nessuno Giuseppe Conte in Italia sono attori senza parte. Perchè il [...]

3 11, 2020

La dignità della buona fede: bravo Trump!

2020-11-03T10:34:31+01:00Novembre 3rd, 2020|Categorie: Argomenti che scottano, CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, L'esperienza Americana, SOCIOLOGIA, Studi di politica, Studi di sociologia, Taccuino Americano 2017, Taccuino Americano 2018, Taccuino americano 2019|Tag: , , , |0 Commenti

La dignità della buona fede vuol dire che ci sono persone oneste in entrambi gli schieramenti. Il politicamente corretto impone che chi la pensi diversamente sia retrogrado, fascista, ignorante e razzista. Perchè un razzista dovrebbe essere automaticamente il male? Altra domanda: perchè un fascista dovrebbe anch'egli essere male? Non è finita, altro questo: perchè una persona di destra dev'essere in mala fede? Questi automatismi, per cui trovarsi da un parte della barricata comporta automaticamente essere nel giusto, sono stati posti in discussione dal Presidente Trump. Bravo, ben fatto Presidente Donald Trump.  Il giusto non è a sinistra [...]

2 11, 2020

Perchè credo in Donald Trump. Prof Carlini

2020-11-02T15:32:22+01:00Novembre 2nd, 2020|Categorie: Argomenti che scottano, CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, Studi di politica, Taccuino Americano 2017, Taccuino Americano 2018, Taccuino americano 2019|Tag: , , , , , , |0 Commenti

Perchè credo in Donald Trump? E' una domanda che mi fanno in molti, sia a favore del Presidente americano sia quelli che hanno creduto al messaggio negativo offerto dalla stampa e dal quieto vivere. Tanto per iniziare credo in uno che è stato eletto dalla Nazione. In Italia tra il prof. Monti, poi il Renzi, quindi il Conte, abbiamo una serie impressionate di colpi di stato. In Italia governa il non eletto! Chi è questo Giuseppe Conte non eletto da nessuno al Governo? che legittimazione politica ha il soggetto? E' chiaro che per l'Italia si parla apertamente [...]

1 11, 2020

Donald Trump e la possibile rielezione. Prof Carlini

2020-11-01T09:48:46+01:00Novembre 1st, 2020|Categorie: CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, Studi di politica, Taccuino Americano 2017, Taccuino Americano 2018, Taccuino americano 2019|Tag: , , , , , , , , , , |0 Commenti

Donald Trump e la possibile rielezione è lo scenario che s'intravede a 48 ore dalla conferma alla Casa Bianca del Presidente Repubblicano. Ovviamente la stragrande maggioranza della stampa non la pensa così, ma ha torto. C'è ancora una spaccatura tra gente e stampa che non è stata sanata dal 2016 ad oggi. Purtroppo nelle TV e giornali ci sono troppi ragazzini. I giovani non descrivono la realtà, ma quella che vorrebbero sia tale. In pratica abbiamo un netto eccesso di cantastorie; storyteller! Ecco come possiamo definire il giornalismo di oggi. Ne consegue che non c'è affidabilità nel [...]

27 10, 2020

Io voto Trump e mi sento bene! Prof Carlini

2020-10-27T21:14:30+01:00Ottobre 27th, 2020|Categorie: Argomenti che scottano, CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, Studi di politica, Taccuino Americano 2017, Taccuino Americano 2018, Taccuino americano 2019|Tag: , , , , |0 Commenti

Io voto Trump senza particolari dubbi. La scelta è facile considerata l'eccezionale modestia della candidatura democratica. Certo, Donald Trump potrebbe essere migliore, ma la vita reale è fatta per i non perfetti. L'io voto Trump emerge anche da considerazioni più specifiche rispetto il confronto con il candidato dell'opposizione. Scoccia da matti l'atteggiamento di razzismo della stampa verso il Presidente. Inoltre nomi come Facebook e Twitter possono essere a questo punto tranquillamente chiusi perchè un Presidente non va censurato. E' l'elettore che nega il voto al politico, non un qualche ragazzotto che "gestisce" un fenomeno da baraccone come [...]

22 10, 2020

La chiusura delle attività (detta lockdown) è un guaio?

2020-11-02T16:52:41+01:00Ottobre 22nd, 2020|Categorie: Argomenti che scottano, CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, educazione dei figli, Polmonite cinese, SOCIOLOGIA, Storia attuale, Studi di sociologia|Tag: , , , |0 Commenti

La chiusura delle attività produttive e commerciali, quella che gli ignoranti chiamano lockdown, è un guaio per la società? Si lo è in quanto rappresenta mancata produzione, ma che differenza c'è con la vacanza estiva? A Natale le presone "pretendono" di fare festa e d'estate di recarsi in vacanza. La diffusa sensazione è che l'abitudine sia l'atteggiamento più importante rispetto ogni cosa nella vita. In televisione è stato intervistato un ragazzo a Napoli. L'intervistatore chiede: stai soffrendo per la limitazione alla vita notturna? Il giovane risponde: siamo cresciuti così e ci pare strano non proseguire a farlo. [...]

22 10, 2020

La casa è un albergo o un luogo per essere migliori?

2020-10-23T06:29:27+02:00Ottobre 22nd, 2020|Categorie: Argomenti che scottano, CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, educazione dei figli, Polmonite cinese, SOCIOLOGIA, Storia attuale, Studi di politica, Studi di sociologia|Tag: , , , |0 Commenti

La casa è un posto dove ci si reca per dormire e le necessità biologiche o qualcosa d'altro? La domanda è legittima in era di "coprifuoco"; quello emesso a Milano dalle 23 alle 5 del mattino. Si potrebbe aggiungere che finalmente, grazie a questo provvedimento, possiamo rivedere i figli a casa! Nesce però la domanda: com'è accaduto che questi ragazzi hanno cominciato a vagabondare per la città durante la notte? Possibile che il "divertimento" sia tale solo nelle ore notturne quando si è studenti e adulti sbandati? Probabilmente qualcosa non quadra. La Regione Lombardia, nell'applicare una limitazione [...]

15 10, 2020

La cultura alla diseducazione 2. L’uso abuso del cell

2020-10-15T11:46:28+02:00Ottobre 15th, 2020|Categorie: Argomenti che scottano, CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, CULTURA AZIENDALE, educazione dei figli, Globalizzazione, La grande crisi dell'autunno 2018 in Italia, Polmonite cinese, SOCIOLOGIA, Storia attuale, Studi di sociologia, Studi sulla personalità|Tag: , , , , , , |0 Commenti

La cultura alla diseducazione è una costante dell'era globalizzata. Un'era che invita alla fretta e quindi alla superficialità purchè si consumi a ogni costo. Ecco il punto debole della globalizzazione: il consumo acritico, quello fatto per esistere. Con queste premesse si forma la cultura alla diseducazione. Sull'argomento specifico è stato già scritto un precedente studio indirizzato contro la società Apple. In questa seconda riflessione si desidera cogliere un altro aspetto. Lo spunto proviene da una studentessa prossima all'esame di maturità. La ragazza non è provvista di computer. Al posto del computer usa il cellulare. In pratica la [...]

Torna in cima