Home/Tag: guerra
1 02, 2015

Gli ultimi mesi prima dello scoppio della guerra: 1914

2020-08-10T01:14:01+02:00Febbraio 1st, 2015|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI|Tag: , , , , , , , |0 Commenti

1914: Analisi sociologica degli ultimi mesi di pace Premessa I mesi in corsa tra la fine delle due guerre balcaniche, nell’agosto 1913 e l’assassinio di Sarajevo nell’estate del 1914, rappresentano ancora oggi un momento storico di grande interesse, perché contengono una clamorosa contraddizione: un’affannosa corsa al riarmo unita a fase di relax, quasi di torpore nelle coscienze dei governanti e cancellerie d’Europa. Si potrebbe parlare di quiete prima della tempesta, anche se solitamente si parla di quiete dopo una burrasca. Non è strano nella storia che a una dichiarazione di guerra seguisse un semestre di noia (drole [...]

30 08, 2014

La giustizia di chi? – crisi di un concetto

2020-07-27T15:35:44+02:00Agosto 30th, 2014|Categorie: Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Osservando, tramite TV, la folla fuori dal tribunale in India, ove sono sotto processo i nostri marò, proviamo noi, italiani, un senso di disagio constatando l'animosità della protesta. Di fatto la Nazione è a favore dei militari italiani, invocando clemenza e comprensione per un incidente accaduto a dei pescatori "che se la sono andata a cercare". Insomma, nel giudizio comune sono "cose che accadono". Ne consegue una sorta di perdono e amnistia per i nostri soldati. Contemporaneamente, sempre in Italia, il Paese è spezzato, relativamente all'applicazione della legge sul caso dell'On. Berlusconi. Nel dettaglio, la contestazione non [...]

24 07, 2014

Lezione sulla guerra fredda. Aspetti che hanno portato alla globalizzazione

2020-04-29T19:15:26+02:00Luglio 24th, 2014|Categorie: Globalizzazione, INTERVENTI VIDEO, Storia attuale|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Lezione sulla guerra fredda. Aspetti che hanno successivamente portato alla globalizzazione. Infatti la radice dell'impegno statunitense in Cina nasce dagli accordi del 1974. Appunto quando i cinesi presentarono il conto per il loro impegno in Vietnam. Una lezione sulla guerra fredda può colpire diversi aspetti. Quello che qui m'interessa sono gli accordi che hanno portato successivamente alla globalizzazione. Il tutto è nato per disimpegnarsi dal Vietnam. In cambio la Cina ha ricevuto fondi tali da diventare la fabbrica del mondo. Come si può notare l'origine stessa della globalizzazione è tutta e solo commerciale. Per battere l'inflazione, in [...]

23 04, 2014

Il complesso d’inferiorità. Prof Carlini

2020-06-01T14:46:30+02:00Aprile 23rd, 2014|Categorie: Argomenti che scottano|Tag: , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Complesso d’inferiorità pericoloso! La lettura della storia russa, dalla dinastia dei Romanov all’ultimo Zar che occupa il Cremlino in questi giorni, ha una costante: il complesso d’inferiorità. La Russia come l’ex Unione Sovietica, ha sempre scontato un problema di fondo negli ultimi 150 anni: le dimensioni geografiche, potenzialità e ambizioni, non hanno avuto un corrispettivo nella realtà. Si tratta di un destino crudele che ha certamente le sue motivazioni. Mentre nel 1868 in Giappone la dinastia Meiji avviò la modernizzazione del paese seguendo criteri europei e statunitensi, quest’operazione non è mai avvenuta in Russia, che ha certamente acquistato all’estero cannoni e [...]

6 03, 2014

La guerra della globalizzazione

2020-04-29T19:17:01+02:00Marzo 6th, 2014|Categorie: Argomenti che scottano|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Cosa ci insegna la vicenda della Russia contro l’Ucraina, cosa centra con la globalizzazione? di Giovanni Carlini Come noto a tutti in questi giorni, la Russia sta reagendo a quanto è già accaduto in Ucraina. Non c’è novità per chi non ha creduto che la globalizzazione avesse cambiato le regole delle relazioni internazionali. Oggi Russia, prima Unione Sovietica, come all’epoca degli Zar, il popolo russo ha sempre reagito nello stesso modo, ovvero compensando un complesso d’inferiorità dove le aspirazioni non hanno mai avuto un corrispettivo nella realtà. Sotto quest’ottica, il comportamento russo ha un senso e un [...]

Torna in cima