LIFO a scatti e metodo dei costi pieni. Appena ieri è stato qui discusso il concetto di cost pieni e diretti il cui link è qui allegato:

https://www.giovannicarlini.com/costi-pieni-full-costing-e-diretti-prof-carlini/

Nelle premesse del costi pieni (con cui si redige il bilancio civilistico, quello imposto dal fisco) c’è il LIFO a scatti. Questo metodo è uno dei diversi (FIFO, media ponderata ed altri) con il quale si valuta il magazzino. Tale voce, si ricorda al lettore incide in bilancio come A2 e B11. A2 per i prodotti pronti alla vendita e B11 per le materie prime.

Discutere di costi pieni senza avere le idee chiare sul LIFO non è saggio.

LIFO sta per l’ultimo prodotto inserito in magazzino, ovvero si valorizza la merce stoccata all’ultimo prezzo pagato.

Si osservi questo esercizio strutturato su 4 anni:

Anno 1: acquistati 470 pezzi al prezzo complessivo di 28.775 più 365 per trasporto. Alle fine dell’anno la giacenza è di 25 pezzi.

I conteggi sono: 28.775 + 365 = 29.140 costo complessivo d’acquisto.

29.140/470 = 62 euro al pezzo.

Valore del magazzino nell’anno 1 è di 25 per 62 = 1.550

Anno 2: acquistati 600 pezzi al prezzo complessivo di 39.000. Alle fine dell’anno la giacenza è di 60 pezzi. 

I conteggi sono: 39.000/600 = 65 euro al pezzo.

Valore del magazzino nell’anno 2 è così composto:

  • 25 pezzi dell’anno 1 per 62 = 1.550
  • 35 nuovi pezzi dell’anno 2 da valorizzare a 65 euro per cui 65 x 35 = 2.275 (35 perchè 60 – 25)
  • totale anno 2 = 60 pezzi.

Il valore di magazzino dell’anno 2 è quindi: 2.275+ 1.550 = 3.825 basato su 60 pezzi.

Anno 3: acquistati 700 pezzi al prezzo complessivo di 44.800. Alle fine dell’anno la giacenza è di 80 pezzi.

I conteggi sono: 44.800/700 = 64 euro al pezzo.

Valore del magazzino nell’anno 3 è così composto:

  • 25 pezzi dell’anno 1 per 62 = 1.550 (essendo LIFO resta in magazzino finché non verrà immesso nel ciclo lavorativo)
  • 35 dell’anno 2 per 2.275
  • 20 nuovi pezzi dell’anno 3 da valorizzare a 64 euro per cui 64 x 20 = 1.280
  • totale anno 3 =80 pezzi

Il valore di magazzino dell’anno 3 è quindi: 1.550 + 2.275 + 1.280 = 5.105 basato su 80 pezzi.

Anno 4: acquistati 680 pezzi al prezzo complessivo di 44.200. Alle fine dell’anno la giacenza è di 55 pezzi. (ATTENZIONE ATTENZIONE!!!!! – NEL LIFO a scatti annuale la diminuzione è imputata ai carichi di magazzino più recenti)

I conteggi sono: 44.200/680 = 65 euro al pezzo.

Valore del magazzino nell’anno 4, si parte dal confronto tra l’attuale giacenza di 55 pezzi e quella della precedente di 80. Il prelievo è di 80-55 = 25. Da dove si prendono questi 25 pezzi? Certamente si prelevano TUTTI i prodotti dell’anno 3 che ammontano a 20 più 5 dell’anno 2. A questo punto il magazzino conta:

  • 25 pezzi dell’anno 1 per 62 = 1.550 (essendo LIFO resta in magazzino finché non verrà immesso nel ciclo lavorativo)
  • 30 unità residue dell’anno 2 già valorizzati a 65 euro pari a 1.950
  • totale anno 4 = 55 pezzi

Il valore di magazzino dell’anno 3 è quindi: 1.550 + 1.950 = 3.500

Conclusione, se è vero che nel LIFO si preleva l’ultimo pezzo acquistato è anche vero che riducendo le giacenze si preleva l’ultimo lotto immesso.