La Cina è una dittatura comunista quindi destinata a scomparire per come la conosciamo oggi. Le imprese che hanno investito in quel paese sono al sicuro?

23 09, 2022

Alberghi. Doppia elasticità. Micro. Prof Carlini

2022-09-23T06:59:43+02:00Settembre 23rd, 2022|Categorie: ECONOMIA, Elasticità semplice e incrociata della domanda e offerta, Il caso Cina, Microeconomia, Polmonite cinese|Tag: , , , |0 Commenti

Alberghi quale nuova tappa di studio in microeconomia cercando di far avanzare la Teoria economica in particolare nel concetto della doppia elasticità. Il prezzo dei servizi alberghieri cambia durante l'anno? Tutti lo sanno, ma la Teoria ignora il dettaglio. Solitamente l'albergo, come il ristorante e il bar, sono servizi di lusso quindi elastici; e qui si chiude il contributo della Teoria economica. La realtà è ovviamente più complessa, ma illustriamo anche i danni che l'assenza di una corretta valutazione del concetto d'elasticità ha apportato alla società civile. In era pandemica, quando c'è stata la pandemia da polmonite [...]

3 09, 2022

Starbucks cambia in Made in America. Prof Carlini

2022-09-03T18:08:29+02:00Settembre 3rd, 2022|Categorie: CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, Globalizzazione, Il caso Cina|Tag: , , , , |0 Commenti

Starbucks purtroppo è afflitta dalla totalità di prodotti "Made in China". Questo grave problema ha generato, nei consumatori una ritrosia all'acquisto verso tazze, boccali e altro. Il made in China non interessa più se si è sensibili ai valori della democrazia e in particolare indagando sulle responsabilità alla diffusione del virus della pandemia cinese. La Cina comunista (da distinguere da quella libera che si chiama Formosa o Taiwan) è responsabile di: 15 milioni di morti nel mondo dal febbraio 2020 ad oggi a causa della polmonite cinese. Solo in Italia sono già morte 180mila persone (il 55% [...]

28 07, 2022

Prof lei che partito vota? Tocca rispondere ma

2022-07-28T21:22:30+02:00Luglio 28th, 2022|Categorie: Argomenti che scottano, CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, Il caso Cina, La via della seta, Studi di politica|Tag: , , , |0 Commenti

Prof Lei che partito vota? Non è la domanda alla quale vorrei rispondere, ma in un processo educativo e con le elezioni politiche in corso, non ci si può esimere dalla risposta. Il prof deve rispondere allo studente, MA deve saperlo fare! Vuol dire muoversi su 2 livelli: a) distinzione storica tra destra e sinistra; b) attualità: chi m'interessa. Sul primo punto, si è già discusso più volte in questa pagine web del presente sito. La destra o meglio centro, considera l'individualità al centro della società. Vuol dire una comunità costruita intorno all'Uomo e alle sue necessità. [...]

28 04, 2022

E’ cibo per virus chi non indossa la mascherina

2022-04-28T13:25:36+02:00Aprile 28th, 2022|Categorie: Argomenti che scottano, CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, Il caso Cina, Polmonite cinese, Studi di politica|Tag: , , , |0 Commenti

E' cibo per virus chi non indossa la mascherina di protezione. Indipendentemente da quello che narra il Governo, il virus da polmonite cinese c'è, infetta la gente e ne uccide poco meno di 200 persone al giorno. Solo uno stolto non considera questi dati confermati quotidianamente. Perchè la tensione sociale sul virus cinese è calata? I motivi sono diversi tra cui: non indispettire la Cina che è responsabile di quanto accaduto e dovrebbe pagarne i danni (almeno a 163mila deceduti solo nel nostro Paese); esortare gli italiani a spendere per mantenere alto il PIL. In caso contrario [...]

10 04, 2022

Chi non ha saputo prevedere la guerra lasci il posto.

2022-04-11T15:33:33+02:00Aprile 10th, 2022|Categorie: Argomenti che scottano, CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, Globalizzazione, Il caso Cina, La crisi della Ue, Studi di politica|Tag: , , , |0 Commenti

Chi non ha saputo prevedere il conflitto russo-ucraino ed è profumatamente pagato è bene che si dimetta o sia cacciato. Il riferimento è certamente ai vertici dell'Unione Europea, ma senza ombra di dubbio i direttori dei giornali e così via. Come mai gente stra pagata non "poteva immaginare che accadesse"? L'alto livello di remunerazione rappresenta una responsabilità. Chi non ha saputo prevedere, capire, immaginare, sospettare che accadesse, perchè deve occupare un posto senza averne le capacità? Ciò comporta un cambio di generazione di direttori e responsabili? bene! favoriamo il ricambio. La stupidata che gli atti bellici in [...]

2 04, 2022

40 giorni fa l’economia era superiore ai valori. Prof Carlini

2022-04-02T20:45:11+02:00Aprile 2nd, 2022|Categorie: Argomenti che scottano, CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, Globalizzazione, Il caso Cina, La crisi della Ue, Studi di politica|Tag: , , , |0 Commenti

40 giorni fa l'economia e gli scambi commerciali avevano una valenza superiore alle idee, ai concetti e agli Stati. Oggi no; tutto è tornato ad una logica comprensibile motivo per cui non si compra (o vende) a chi è diverso da noi per idee, concetti e cultura. Solo ora e finalmente, possiamo dire "no import" da chi è lontano dai nostri valori. No alla Cina, NO alla Russia. L'elenco prosegue; No all'India che è complice alla Russia. No al Messico, Brasile, Ungheria e altri poveracci. Paesi allineati nella difesa del male, del comunismo e della dittatura. Il [...]

23 03, 2022

Finalmente la globalizzazione è finita. Prof Carlini

2022-03-25T15:14:53+01:00Marzo 23rd, 2022|Categorie: Argomenti che scottano, Brexit, CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, Globalizzazione, Il caso Cina, La crisi della Ue, Studi di politica|Tag: , , , |0 Commenti

Finalmente la globalizzazione possiamo considerarla archiviata: una brutta esperienza. Quest'era sciagurata di un mondo globalizzato, DOVE L'ECONOMIA E' STATA CONSIDERATA PIU' IMPORTANTE DEI VALORI E DALLA POLITICA ora scompare. Torna il valore delle idee, i concetti, punti di vista. Torna la domanda: com'è possibile far affari con una dittatura comunista come la Cina? Dal ritiro delle acque melmose della globalizzazione, emerge in tutta la sua drammatica chiarezza la totale inconsistenza di un rapporto politico-economico o sociale quanto culturale, con una dittatura comunista come quella cinese. E' l'ora d'escludere come embargo o non acquisto per ogni prodotto-merce-servizio che [...]

19 03, 2022

Ecco come si gestisce una pandemia! Dedicato al conte/draghi

2022-03-21T17:19:21+01:00Marzo 19th, 2022|Categorie: Argomenti che scottano, CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, Globalizzazione, Il caso Cina, La via della seta, Polmonite cinese|Tag: , , , |0 Commenti

Ecco come si gestisce una pandemia fior di Capi di Governo non eletti da nessuno eppure in carica. Il punto sta nello stabilire da che livello in poi si passa da un puro evento ambulatoriale o locale ad effetto pandemico. Quando una semplice infezione è in grado di contaminare l'intera Nazione? Questo dato non è mai stato chiarito a partire dall'esordio della polmonite cinese in Italia, 153mila morti fa, febbraio 2020. La scienza e l'organizzazione mondiale della sanità, se non fossero rimasti ostaggio della Cina e delle sua innegabili implicazioni nell'accidentale diffusione del virus, avrebbero già chiarito [...]

19 03, 2022

Polmonite cinese abbassare la difesa è follia. Prof Carlini

2022-03-23T19:55:51+01:00Marzo 19th, 2022|Categorie: Argomenti che scottano, CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, Il caso Cina, Polmonite cinese, Studi di politica|Tag: , , , |0 Commenti

Polmonite cinese abbassare la protezione alla sicurezza collettiva è letteralmente folle! Questo giudizio non emerge per scrivere qualcosa e riempire spazio. I dati sono: infezioni in aumento: siamo a 60mila nuovi infetti al di; morti, costantemente intorno ai 200 al giorno. Probabilmente a questo punto il totale dei deceduti sulla pandemia da virus cinese, potrebbe avvicinarsi alle 155mila unità. La seconda guerra mondiale costò all'Italia 320mila tra caduti e dispersi. In una condizione del genere, per inseguire il "mito del PIL altrimenti scoprono che l'Italia è già fallita per eccesso d'indebitamento sul PIL" lasciamo che s'alzino gli [...]

8 03, 2022

Altro che Russia il vero nemico è la Cina. Prof Carlini

2022-03-08T17:27:48+01:00Marzo 8th, 2022|Categorie: Argomenti che scottano, CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, Il caso Cina, La crisi della Ue, Studi di politica|Tag: , , , , |0 Commenti

Altro che la Russia, bisogna prepararsi a combattere contro la Cina. S'osservi bene la dinamica militare russa in Ucraina: perdite di mezzi e uomini in grande quantità. Se basta l'Ucraina a porre in crisi l'Armata Rossa (Russa) questa non ha la forza, energia e capacità di toccare l'Occidente. Il mito della grande e santa Russia è stato violato. 11mila soldati russi caduti in 12 giorni di combattimenti narrano un'altra storia. Non solo, ma i potenti mezzi corazzati dei comunisti sono in realtà bare con i cingoli. Questo "mostro" o rullo compressore russo, in fin dei conti, alla [...]

27 02, 2022

Da stasera è credibile un colpo di stato a Mosca

2022-02-27T21:25:23+01:00Febbraio 27th, 2022|Categorie: Argomenti che scottano, CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, Il caso Cina, La crisi della Ue, Studi di politica|Tag: , , , |0 Commenti

Da stasera è credibile un colpo di stato a Mosca per deporre il Putin. Con la minaccia dell'uso del nucleare contro l'Occidente, in ritorsione alle sanzioni economiche, lo scontro si sposta da una dimensione regionale a continentale. La Russia sta alzando lo scontro da una base locale a livello di piattaforma nel continente europeo. Un livello di questo tipo obbliga l'ONU, la Nato, quello straccio di Ue che ancora a brandelli sopravvive e gli Stati Uniti a prendere posizione. Non si tratta più di un'invasione in uno stato confinante tra la Russia e l'Ucraina, ma una lotta [...]

19 02, 2022

Estrema fragilità di una società immateriale. Prof Carlini

2022-03-04T18:15:26+01:00Febbraio 19th, 2022|Categorie: Argomenti che scottano, CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, Il caso Cina, Polmonite cinese, Studi di politica|Tag: , , , |0 Commenti

Estrema e drammatica fragilità di una società dematerializzata motivo per cui c'è da chiedersi, ne vale la pena? La dematerializzazione rende la società civile così fragile e corruttibile da rimpiangere i documenti materiali. Tradotto in termini estremamente concreti, diretti e pratici, lo spid, la dematerializzazione e altre cretinate di moda in questi anni in Italia e nella Ue, ci distruggono. La prova immediata è in come e quanto stanno soffrendo gli ucraini in questi giorni sotto attacco russo. Non si tratta ancora di un vero e proprio attacco materiale con carri armati e truppe, non ancora, ma [...]

19 02, 2022

Peccato che i russi non attacchino l’Ucraina. Prof Carlini

2022-03-03T15:29:58+01:00Febbraio 19th, 2022|Categorie: Argomenti che scottano, CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, Il caso Cina, La crisi della Ue, Studi di politica|Tag: , , , |0 Commenti

Peccato, è un vero peccato che i russi non abbiano attaccato l'Ucraina. E' possibile che lo facciano prossimamente dopo aver elevato da 100mila a 190mila le loro forze sul campo. L'augurio è che i russi attacchino. Chi scrive è fortemente anti-comunista, anti PD nel riferimento italiano e quindi contrario alla Cina e alla Russia. Perchè quindi auspicare a un attacco dei russi all'Ucraina ovvero all'Occidente? Si noti la diretta equiparazione Ucraina = Europa = Occidente = NATO = libertà. L'equiparazione non è un caso, emerge dalla riflessione profonda di quanto disadattato sia il regime russo nel mondo [...]

22 11, 2021

Gente senza maschera di protezione per strada!

2021-11-23T08:33:48+01:00Novembre 22nd, 2021|Categorie: CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, educazione dei figli, Il caso Cina, La grande crisi dell'autunno 2018 in Italia, Polmonite cinese, SCUOLA, SOCIOLOGIA, Studi di politica|Tag: , , , |0 Commenti

Gente per strada senza maschera di protezione dal virus cinese della polmonite (detto "covid 19" per deresponsabilizzare i cinesi) in piena pandemia? Siamo certi che il popolo italiano sia maturo? Francamente i dubbi sono veramente tanti (troppi). Del resto l'Italia è un paese a democrazia sospesa. Vuol dire che con sindaci eletti con il 40% dell'elettorato e presidenti del consiglio non eletti da nessuno dal 2011 ad oggi, la democrazia in questo paese è sospesa. Come sono potute accadere questi fatti nel nostro Paese? Ah! con gente come quella che si vede per strada senza maschera di [...]

14 11, 2021

Punire Cina e India come inquinatori. Prof Carlini

2021-11-15T16:13:24+01:00Novembre 14th, 2021|Categorie: CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, Globalizzazione, Il caso Cina|Tag: , , , |2 Commenti

Punire Cina e India come inquinatori e paese dittatoriale comunista il primo, quanto almeno autoritario il secondo. Come fare per applicare la punizione alla Cina comunista e all'India? E' semplicissimo; non si comprano prodotti made in China o India. Tutto qui, veramente semplice. All'atto dell'acquisto, è sano verificare chi ha realizzato il prodotto leggendolo sull'etichetta. Inutile affermare che sono 20 anni che NON compro prodotti comunisti provenienti dalla Cina. Un'attenzione di questo tipo fa diventare veramente matti i negozianti, ma li educa a un messaggio molto chiaro: embargo al prodotto comunista cinese. L'embargo ai prodotti comunisti e [...]

27 10, 2021

Sarajevo e Taiwan le 2 bucce di banana

2021-11-14T15:22:30+01:00Ottobre 27th, 2021|Categorie: Argomenti che scottano, Globalizzazione, Il caso Cina, Storia attuale|Tag: , , , |0 Commenti

Sarajevo è nota nella storia per l'eccidio dell'Arciduca Francesco Ferdinando il 28 giugno 1914. Tutti sanno come da quel singolo atto limitato come ampiezza e significato a fatti locali (il contenzioso tra Austria e Serbia) si sia passati successivamente a un'intero conflitto mondiale con 10 milioni di morti, più altri 25 per la pandemia da febbre "spagnola" che ne derivò. Solitamente, nel conteggio dei morti nel primo conflitto, non si considerano anche quelli della pandemia da "spagnola". Ora la storia si ripete e la nuova Sarajevo si chiama Formosa o Taiwan a seconda di come la si [...]

26 09, 2021

La globalizzazione ha mancato la promessa

2021-09-26T16:00:44+02:00Settembre 26th, 2021|Categorie: Argomenti che scottano, CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, CULTURA AZIENDALE, Globalizzazione, Il caso Cina, Macroeconomia, ORGANIZZAZIONE AZIENDALE, Risorse umane, STORIA, Storia attuale, Studi di politica|Tag: , , , |0 Commenti

La globalizzazione ha mancato la promessa per un miglioramento delle condizioni di benessere per l'Occidente. In 52 presentazioni (gli inglesi le chiamano slides) viene esaminato il fenomeno globalizzato nella forma a noi nota, ovvero da quando si è conclamato, a novembre del 2001 fino ad oggi. Accademicamente si discute l'inizio della globalizzazione. Alcuni studiosi affermano che tutto iniziò con la scoperta dell'America. E' possibile. Da quella data gli Occidentali hanno iniziato a spostarsi dall'Europa recandosi in ogni parte del Pianeta. E' vero, ma ciò non cambia la vita personale di noi tutti. Ciò che invece ci tocca [...]

22 09, 2021

Imminente rischio di guerra con la Cina. Prof Carlini

2021-09-22T21:34:55+02:00Settembre 22nd, 2021|Categorie: Argomenti che scottano, CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, Il caso Cina, Storia attuale, Tecnologia e Tecniche Militari|Tag: , , , |0 Commenti

Imminente e probabile rischio di confronto armato/guerra con la Cina. Sulla vicenda dei sottomarini all'Australia, la Francia insorge ma ha torto. Il motivo di questo torto è la prospettiva a breve che si profila nello scontro o confronto con la Cina comunista. La costruzione dei sottomarini francesi non è compatibile con le prospettive temporali che si profilano con la pressione militare da applicare sulla Cina comunista. Qui s'insiste nel considerare la Cina quella comunista, perchè esiste abbondantemente un'altra Cina che è perfettamente adeguata al mondo moderno. Si precisa, pertanto e con forza, che lo scontro è solo [...]

16 09, 2021

La prossima guerra alla Cina comunista. Prof Carlini

2021-09-17T20:28:57+02:00Settembre 16th, 2021|Categorie: CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, Globalizzazione, Il caso Cina, Storia attuale|Tag: , , , |0 Commenti

La prossima guerra alla Cina comunista non si combatte solo con mezzi blindati, navi e aerei, ma NON acquistando più nulla che sia cinese. Il "no grazie alla Cina" parte da piattaforme come "Zoom" di proprietà di un cinese che risiede negli Stati Uniti, ma comunista. Grazie al tizio diverse persone sono state individuate e arrestate a Hong Kong nella lotta per la democrazia in quella sfortuna città abbandonata dall'Occidente. Tagliata fuori la piattaforma "Zoom" è il turno di "LinkedIN" altro strumento del grande orecchio del partito comunista cinese in Occidente. E sono 2 artigli cinesi su [...]

11 09, 2021

Perchè non ci fu un esercito di donne in Afghanistan?

2021-09-11T21:30:06+02:00Settembre 11th, 2021|Categorie: CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, Il caso Cina, SOCIOLOGIA, Storia attuale, Studi di politica, Studi di sociologia, Studi sulla personalità, Tecnologia e Tecniche Militari|Tag: , , , |0 Commenti

Perchè non è stato organizzato un esercito di genere femminile, in Afghanistan, stipendiando e addestrando 100mila donne tali da armare 10 brigate su 22 distretti? Si resta perplessi sulla potenza e capacità della CIA di saper gestire le crisi e così da parte dell'esercito americano. Innanzitutto si vuole qui esprimere RISPETTO E RICONOSCENZA all'America per i suoi valori. Quindi anche all'Esercito americano e alla CIA. Chiarito che la critica non è offensiva, ovvero contro qualcuno e qualcosa, scatta il ragionamento. Per sradicare un sistema in una comunità, serve introdurre valori e concetti opposti. In 20 anni c'è [...]

Torna in cima