Home/DIRITTO
20 11, 2020

CC art.2423bis comma 2 Penultimo atto. Prof Carlini

2020-11-24T11:38:29+01:00Novembre 20th, 2020|Categorie: DIRITTO, RAGIONERIA|Tag: , , , |0 Commenti

CC art.2423bis comma 2, penultimo passaggio d'approfondimento del metodo retroattivo. Ovviamente per leggere e comprendere le dinamiche qui descritte vanno letti i precedenti studi già pubblicati sull'argomento. L'ultimo studio, "l'atto terzo" si è concluso descrivendo solo le voci del documento più ostico dell'intera procedura: il PROSPETTO DELLE RISERVE. Per riordinare l'argomento i concetti sono stati distinti per fasi. In questo momento siamo già entrati nella fase 3 di 4. Il PROSPETTO DELLE RISERVE, come noto, è strutturato su 4 voci che qui si replicano: Riserve di utili all'inizio dell'esercizio, informazione che va specificata per singolo anno. Vuol [...]

20 11, 2020

CC art.2423bis comma 2. Atto terzo. Prof Carlini

2020-11-28T08:19:11+01:00Novembre 20th, 2020|Categorie: DIRITTO, RAGIONERIA|Tag: , , , , , |0 Commenti

CC, ovvero Codice Civile, all'articolo 2423bis qui in approfondimento nel suo terzo studio presente in questo sito. Questo approfondimento concerne il metodo retroattivo. Si era rimasti alla costituzione della "Riserva di utili" che deriva dal minore utile ri-conteggiato nei precedenti CE. Il minor utile emerge dall'aver inserito gli interessi negativi, in CE, della costruzione in economia in atto nei primi 3 anni di questo progetto di cui ora siamo al quarto. Con questo inserimento nel CE, l'utile per forza di cose scende, perchè si carica quegli interessi che prima erano dentro la costruzione in economia. La somma dei singoli [...]

20 11, 2020

Art 2423bis comma 2. Il seguito. Prof Carlini

2020-11-20T10:28:34+01:00Novembre 20th, 2020|Categorie: DIRITTO, RAGIONERIA|Tag: , , , |0 Commenti

Art 2423bis comma 2 rappresenta il seguito di un precedente studio già pubblicato in questo sito. Mentre nella prima analisi la concettualizzazione è stata generica, qui entra nel dettaglio. Riprendendo il doppio disposto OIC 29 più lo IAS 8, per cui IL CAMBIAMENTO DEL CRITERIO DI VALUTAZIONE non va solo illustrato in Nota Integrativa, ma deve emergere dai conti del bilancio, si rammenta che ci sono due criteri d'elaborazione: metodo retroattivo; e il metodo prospettivo. Si è anche aggiunto che il secondo criterio non crea alcuna difficoltà perchè è da quel momento che inizia la variante applicata. [...]

19 11, 2020

Articolo 2423bis Codice Civile comma 2. Prof Carlini

2020-11-20T06:42:15+01:00Novembre 19th, 2020|Categorie: DIRITTO, RAGIONERIA|Tag: , , , |0 Commenti

Articolo 2423bis del Codice Civile, libro V° comma 2: il cambiamento dei criteri di valutazione. In discussione è la comparabilità dei bilanci d'esercizio aziendali negli anni. Perchè tale comparabilità sia garantita serve OMOGENEITA' nei principi di valutazione adottati. Come recita il comma 1 di questo stesso articolo 2423bis, non possono essere modificati i criteri da un anno per l'altro.  Però, c'è sempre un però in ogni atto della vita. Interviene, a questo punto, il comma 2 che consente DEI CAMBIAMENTI. Concetto ribadito dall'OIC 29  che si basa su 3 criteri: eventuali nuove disposizioni di legge da applicare; [...]

19 11, 2020

Incrementi per lavori interni A4 e B.II.5 Prof Carlini

2020-11-20T18:48:21+01:00Novembre 19th, 2020|Categorie: DIRITTO, RAGIONERIA|Tag: , , , |0 Commenti

Incrementi d'immobilizzazioni per lavori interni. Si tratta di un argomento squisitamente contabile, di ragioneria, nella redazione del bilancio d'esercizio. Nel Conto Economico, "amichevolmente" qui indicato come CE, la dinamica è descritta alla voce A4 nell'ambito del valore della produzione. In CE ci vanno i costi sostenuti nell'anno per la realizzazione dell'opera. Invece nello Stato Patrimoniale, detto SP, alla voce B (immobilizzazioni, II° "secondo romano" (materiali) voce 5, c'è l'intero importo già speso per quell'opera negli anni precedenti. Per spiegarsi, stiamo osservando che l'azienda spende, ma quel denaro aumenta il valore dell'impresa motivo per cui è sia nell'attivo [...]

18 11, 2020

Deroga art 2423 comma 4. Studio2. Prof Carlini

2020-11-18T21:43:08+01:00Novembre 18th, 2020|Categorie: DIRITTO, RAGIONERIA|Tag: , , , |0 Commenti

Deroga art 2423 comma 4, secondo intervento di riflessione e studio, dopo uno già pubblicato introduttivo sull'intero argomento. Si è già detto che la DEROGA è facoltativa per chi redige il bilancio e comunque, il luogo di spiegazione, resta la Nota integrativa.  Elencare i casi in cui sia possibile derogare è veramente difficile. Ricorrendo all'aiuto delle norme nazionali OIC, (in particolare il numero 11) si declina in concetto di RILEVANZA in riferimento ai destinatari del bilancio. Un concetto già esplorato delle IASB in ambito internazionale. Nasce in questo modo il primo aspetto dei due da considerare in [...]

18 11, 2020

Deroga art.2423 CC comma 4. Prof Carlini

2020-11-19T10:01:26+01:00Novembre 18th, 2020|Categorie: DIRITTO, RAGIONERIA|Tag: , , , , |0 Commenti

Deroga art.2423 del Codice Civile, comma 4, quando le informazioni sono irrilevanti. Nel precedente studio, già pubblicato sull'argomento, sono state già elencante le fonti e tipologie di deroghe (sono tre). Ora si analizza in dettaglio il comma 4. Innanzitutto va precisato che si tratta di una FACOLTA' e non obbligatorietà. E' degno di nota precisare che ci sono 2 impostazioni sul concetto di deroga. C'è una prospettiva UE che è diversa rispetto a quella nazionale. Per la Direttiva UE 34/2013 (applicata in Italia con il DL 139/2015) non c'è obbligo quando irrilevante. Nell'applicazione e traduzione italiana invece [...]

18 11, 2020

Deroga art. 2423 commi vari. Ragioneria. Prof Carlini

2020-11-24T11:26:00+01:00Novembre 18th, 2020|Categorie: DIRITTO, RAGIONERIA|Tag: , , , |0 Commenti

Deroga, ovvero derogare, deviare da un percorso stabilito. Come noto e purtroppo, sul bilancio d'esercizio non gravano solo regole di ragioneria (accettabili) ma anche e troppe norme di legge. In pratica il bilancio è stato snaturato diventando spesso più un discorso legislativo che contabile. In questa violenza, ai danni della chiarezza di bilancio, si verificano molti eventi sui quali ragionare. L'eccesso di leggi sul bilancio non rende questo documento meno "falso" di quanto non sia. In ambito formativo ci sono degli abusi. L'insegnate di contabilità, specie nel contesto universitario, frequentemente e con volontà, perchè non preparato sul [...]

3 11, 2020

Lavoro agile1 anzichè smart working. Prof Carlini

2020-11-03T12:24:26+01:00Novembre 3rd, 2020|Categorie: Apprendistato, CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, CULTURA AZIENDALE, DIRITTO, Polmonite cinese, Ricerca di un posto di lavoro|Tag: , , , , |0 Commenti

Lavoro agile1 rappresenta lo studio successivo a quanto già pubblicato al titolo: Lavoro agile anzichè smart working. Prof Carlini Il tema è di grande attualità motivo per cui nasce questa serie d'analisi. E' stato già chiarito che c'è un lavoro agile nella PA (pienamente normato e con aggiornamenti continui) e un'applicazione nelle aziende private in richiamo al CCNL.  Inoltre è altrettanto chiaro che per passare dal lavoro in presenza a quello distaccato, serve UN PATTO integrativo al contratto di lavoro che specifichi le nuove condizioni. Questo PATTO è necessario sia nella PA sia nel mondo privato.  Sulla distinzione [...]

2 11, 2020

Lavoro agile anzichè smart working. Prof Carlini

2020-11-03T12:36:14+01:00Novembre 2nd, 2020|Categorie: Argomenti che scottano, CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, CULTURA AZIENDALE, DIRITTO, Studi di politica|Tag: , , , , , |0 Commenti

Lavoro agile è quello in uso in Italia nel 2020 non smart working. Perchè c'è sempre qualche imbecille che deve tradurre tutto in lingua straniera? Ridicolo sentire il termine lockdown al posto di CHIUSURA DELLE ATTIVITA'. Altro volte si sempre parlare di team di lavoro al posto di GRUPPO DI LAVORO. Pare che dare traduzione straniera a una parola, in un paese decadente, sia come assegnarli maggiore credibilità.  Dall'uso di linguaggio straniero di una persona, si comprende la sua immaturità, a meno che non si trovi all'estero. Detto questo si venga al tema fondamentale motivo per cui [...]

7 09, 2020

Cause di giustificazione. Diritto privato. Prof Carlini

2020-09-07T14:24:43+02:00Settembre 7th, 2020|Categorie: DIRITTO|Tag: , , , , , , , |0 Commenti

Le cause di giustificazione nascono da un danno che considerato INGIUSTO e subito, provoca il rimborso. Ecco da cose emerge la monetizzazione. Si tratta di un danno ingiusto cagionato NON IURE, ovvero al di fuori di un diritto che spetta a chi ha provocato il danno. Qui va spiegato un concetto: la distinzione tra un danno provocato nell'esercizio della legge e professionalità da quello per atto illecito. L'agente di polizia che strattona e colpisce il manifestante è un atto "IURE" realizzato nell'esercizio della professione. Ne consegue che non c'è alcun rimborso. A tale trasparente e illuminante esemplificazione, [...]

3 09, 2020

Clausole vessatorie. Diritto privato. Prof Carlini

2020-09-03T11:46:21+02:00Settembre 3rd, 2020|Categorie: DIRITTO|Tag: , , , , , , , , , , |0 Commenti

Clausole vessatorie, immaginate da tutti, perfettamente capite e non applicate; chissà come mai! Si parta dal concetto per capire l'argomento. Le clausole vessatorie sono quelle che determinano UNO SQUILIBRIO nel carico d'oneri sul consumatore. NON ESISTONO CLAUSOLE VESSATORIE SULL'OGGETTO DEL CONTRATTO E SULL'ADEGUATEZZA DEL COMPENSO PATTUITO. E' scritto in maiuscolo perchè la massa delle ipotesi per questa fattispecie è solitamente concentrata sul compenso equo. L'ambito d'applicazione delle clausole è NEI CONTRATTI DI MASSA dove ci si adatta a un formulario già pre-stampato. Solitamente sono luce, acqua, gas (utenze) ma anche acquisto d'autovettura e libri con pagamenti ripetuti [...]

2 09, 2020

Il dispiacere nella perdita di vite umane. Prof Carlini

2020-09-02T13:00:53+02:00Settembre 2nd, 2020|Categorie: COMMENTO A LIBRI FAMOSI, Concetto di Scuola, DIRITTO, SCUOLA, STORIA|Tag: , , , , |0 Commenti

Il dispiacere nel constatare che non ci sono più un numero ingente di persone storicamente motivate. Mi spiego. In Giappone come in Germania, all'atto della fine della guerra, un numero importante di persone si è tolta la vita. Perchè? Perchè oltre la vittoria o sconfitta, tanti civili o soldati, non sono stati capaci d'andare oltre? Una risposta potrebbe essere riconducibile all'ideologia. E' ideologo l'assoluto. S'intende per tale colui che non va oltre il fatto immediato che si sta vivendo oggi.  Non esiste un futuro, un domani per chi vive d'ideologia. Ne consegue che la sconfitta militare, per [...]

1 09, 2020

Responsabilità per atto illecito. Diritto privato. Prof Carlini

2020-09-07T14:30:22+02:00Settembre 1st, 2020|Categorie: DIRITTO|Tag: , , , , , |0 Commenti

La responsabilità per atto illecito è resa complessa se studiata confrontando edizioni diverse del "Torrente". Il Torrente è il testo di riferimento base negli studi di diritto privato. La ricerca qui sviluppato interessa sia l'edizione 9 (del 1975) sia la 16° del 1999, come l'attuale, la 24° del 2019. Grazie a questo studio trasversale è possibile cogliere diverse sfumature. La responsabilità per atto illecito è meglio spiegata nella sedicesima edizione. In pratica per capire un concetto è valida l'edizione 16, mentre per approfondire si ricorra alla ventiquattresima. Il guaio è che quando si studia "di fretta", come [...]

31 08, 2020

Responsabilità fatto altrui. Diritto privato. Prof Carlini

2020-09-07T09:49:27+02:00Agosto 31st, 2020|Categorie: DIRITTO|Tag: , , , , |0 Commenti

Responsabilità fatto altrui è un argomento che rientra nel diritto privato precisamente nel contesto delle OBBLIGAZIONI. Le obbligazioni sono oggetto di studio del libro IV° del Codice Civile. Spesso gli studenti parlano d'obbligazione e contratto come se fossero sinonimi; è un errore. Il genitore è obbligato verso i figli non in forza di un contratto, ma per senso morale. Basta quest'esempio a distinguere quanto è statuito in una carta contrattale da un obbligo morale. Ne consegue che nel diritto c'è prima l'aspetto MORALE e solo a seguire quello ORGANIZZATO IN UNA CARTA CONTRATTUALE. Da queste brevi considerazioni [...]

27 06, 2020

Stagista. Regole di ingaggio. Esperienza del Prof Carlini

2020-06-27T20:53:02+02:00Giugno 27th, 2020|Categorie: Apprendistato, Argomenti che scottano, CULTURA AZIENDALE, DIRITTO|Tag: , , , , , |0 Commenti

Stagista da sfruttare e sottopagare; questa è la prassi da Medio Evo della civiltà, che il sistema aziendale sta applicando da qualche anno a questa parte. Chi ha permesso che una buona idea diventasse pessima nella sua applicazione? Non ci sono dubbi! Dal governo del Renzi (quello non eletto da nessuno eppure ha governato!) fino al governo Conte (ancora non eletto da nessuno). L'Italia, grazie ai Presidenti della Repubblica Napolitano e Mattarella, ha ormai, una triste tradizione. I Capi di Governo sono privi di legittimità politica, perché eletti da nessuno, ma imposti dal Capo dello Stato, violando [...]

20 06, 2019

FinTech rischi. Prof Carlini

2020-04-29T19:04:59+02:00Giugno 20th, 2019|Categorie: Diritto Bancario|Tag: , , , , , , , , , |0 Commenti

FinTech come rischio proveniente dal sistema algoritmo, robo-advisors in ambito di consulenza finanziaria L’investitore che decide d’affidarsi a una consulenza finanziaria automatizzata va incontro a diversi rischi tra cui qui riassunti per classi e tipologie: - rischi insiti nella trasmissione delle informazioni tramite il canale informatico. Il cliente potrebbe avere difficoltà nel capire gli elementi fondamenti del contratto, gli scenari d’investimento, le prospettive e proiezioni di rendimento, il calcolo delle commissioni o semplicemente la macchina s’inceppa. A fronte di difficoltà di questo tipo dovrà intervenire l’operatore umano. Tutto il sistema FinTech si basa sulla presunzione che il [...]

13 06, 2019

FinTech consulenza automatizzata. I Pregi. Prof. Carlini

2020-04-29T19:04:59+02:00Giugno 13th, 2019|Categorie: Diritto Bancario|Tag: , , , , , , , , , |0 Commenti

L’utilizzo di algoritmi nella consulenza finanziaria alla clientela presenta degli innegabili vantaggi e importanti svantaggi, che è saggio considerare nella loro interezza, completezza e pericolosità. Relativamente ai vantaggi ci sono tre aspetti da considerare: l’importo delle commissioni che paga il cliente;l’accesso al servizio;la qualità del servizio reso all’utenza da cui deriva la possibilità di scelta. Le commissioni a carico dell’investitore, grazie al sistema automatizzato di consulenza, sono indubbiamente ridotte rispetto alle transazioni normali. Dai confronti eseguiti su transazioni tipo e dalle esperienze sino ad ora svolte, si nota un’incidenza sul prodotto da commissioni nell’ordine dello 0,3-0,5%. Solitamente [...]

30 05, 2019

Articolo 53 RI. Commento dal Prof Carlini

2020-04-29T19:05:01+02:00Maggio 30th, 2019|Categorie: Diritto Bancario|Tag: , , , |0 Commenti

Articolo 53 del Regolamento degli Intermediari finanziari - commento. Art. 53 - (Condizioni d'ammissibilità degli incentivi)  1. Ai fini dell’articolo 52, comma 1, lettera a), compensi, commissioni o benefici non monetari sono considerati come concepiti per migliorare la qualità del servizio reso al cliente qualora siano soddisfatte tutte le seguenti condizioni:  a) sono giustificati dalla prestazione al cliente di un servizio aggiuntivo o di livello superiore, proporzionale agli incentivi ricevuti, quale:  1) la prestazione di consulenza non indipendente in materia di investimenti unitamente all’accesso a una vasta gamma di strumenti finanziari adeguati che includa un numero appropriato di [...]

Torna in cima