studio della storia negata, quella che non si può dire perchè il Partito Comunista Italiano (oggi Pd) non apprezza il libero e sano confronto concettuale e la responsabilità storica

9 02, 2019

Foibe! di se e ma son pieni i fossi però…se si fosse reagito

2020-05-11T22:06:35+02:00Febbraio 9th, 2019|Categorie: Aurelio Lepre, Foibe: la storia negata, Gianni Oliva, STORIA, Storia attuale, Studi di politica|Tag: , , , , , , , , |2 Commenti

Foibe! Una parola che mi fa soffrire da 60 anni. Avendo vissuto da bimbo sul confine contro i comunisti, in faccia alla Jugoslavia, le foibe sono qualcosa che vive dentro di me. Non ho mai capito come sia stato possibile tacere fatti così brutali e diffusi. Poteva e può il Partito Comunista, oggi Partito Democratico, azzittire la Nazione su migliaia di morti? Vuoi vedere che tale "potenza" non è stata tanto dei comunisti quanto degli altri partiti che l'hanno permessa? Da queste brevi considerazioni e grazie anche al recente film dal titolo ROSSO ISTRIA, che celebra la [...]

28 09, 2018

25 luglio 1943 e 28 aprile 1945 indicano due reazioni completamente diverse degli italiani

2018-10-03T20:36:41+02:00Settembre 28th, 2018|Categorie: Appunti per gli studenti, COMMENTO A LIBRI FAMOSI, Foibe: la storia negata, Gianni Oliva, STORIA, Storia attuale, Studi di politica, Studi di sociologia|Tag: , , , , |2 Commenti

25 luglio 1943 e 28 aprile 1945 indicano due reazioni completamente diverse degli italiani. I fatti sono noti. La notte del 24 luglio il Duce è deposto e l'Italia festeggia. Il 28 aprile 1945, Benito Mussolini è ucciso a Giulino di Mezzegra, sul lago di Como. L'Italia reagisce in forme diametralmente opposte, perchè? 25 luglio 1943, la stampa informa il Paese che il fascismo è finito. La Casa Regnante riprende il controllo dell'esecutivo; Mussolini è arrestato. Come riferirà il Ministero degli Interni successivamente, in Italia si contano qualche ferito e una decina di morti. Il Paese è [...]

27 09, 2018

Foibe e uccisioni di civili nel 1943 e 1945. Distinzione tra il periodo di guerra e fine ostilità

2020-04-29T19:06:20+02:00Settembre 27th, 2018|Categorie: Appunti per gli studenti, Argomenti che scottano, COMMENTO A LIBRI FAMOSI, Foibe: la storia negata, Gianni Oliva, STORIA, Storia attuale, Studi di politica, Studi di sociologia|Tag: , , , , , , |10 Commenti

Foibe e uccisioni di civili nel 1943 e 1945. Distinzione tra il periodo di guerra e fine ostilità. Come l'assassinio di civili, nel fine conflitto, ha influito sulla costruzione della Repubblica in Italia. Foibe e uccisioni di civili nel periodo settembre 1943 e aprile/maggio 1945 rappresentano la pietra al collo della Repubblica Italiana. Ancora oggi, nel 2018, a 75 anni di distanza, i concetti sono volutamente oscurati. Esiste un PCI chiamato al momento PD e una sinistra che deve nascondere le sue responsabilità. Finché la sinistra italiana non saprà fare autocritica, il problema resterà intatto. Il costo [...]

26 09, 2018

Le conseguenze sociali nella costruzione della Repubblica Italiana dal giustizialismo partigiano

2020-04-29T19:06:20+02:00Settembre 26th, 2018|Categorie: Appunti per gli studenti, COMMENTO A LIBRI FAMOSI, Foibe: la storia negata, Gianni Oliva, Storia attuale, Studi di politica, Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , , |4 Commenti

Le conseguenze sociali nella costruzione della Repubblica Italiana dal giustizialismo partigiano. Il riferimento è inizialmente a quelle 8.197 persone, più 1.167 uccise in Italia nell'aprile-maggio 1945 ad opera dei partigiani. Quindi alle 16.500 o forse 25.000 infoibate dagli slavi e dai comunisti italiani in Friuli, nel settembre 1943 e maggio 1945. Le conseguenze sociali che ha patito la Repubblica Italiana, dal mancato regolamento giudiziario degli omicidi commessi nel 1943 e 1945, sono state poco studiate. Dal 1943 al 2018 sono in tutto 75 anni che il problema esiste, senza che sia stato seriamente preso in considerazione. Settantacinque [...]

25 09, 2018

Giustizia insurrezionale è il termine usato per gli omicidi di massa del maggio 1945

2020-04-29T19:06:20+02:00Settembre 25th, 2018|Categorie: Appunti per gli studenti, COMMENTO A LIBRI FAMOSI, Foibe: la storia negata, Gianni Oliva, Storia attuale, Studi di politica, Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , , , |0 Commenti

Giustizia insurrezionale è il termine usato per gli omicidi di massa del maggio 1945. Con questo tipo di "giustizia" nasce l'attuale Repubblica italiana. Giustizia insurrezionale è quel concetto che apre l'introduzione nel testo "La resa dei conti" di Gianni Oliva. L'autore si spertica nel fornire mille motivazioni diverse a un omicidio di massa consumato in tanti singoli atti. In termini numerici il Ministero degli Interni e gli Alleati convergono su 8.197 omicidi commessi verso fascisti o persone coinvolte con il regime. A questi si aggiungano altri 1.167 assassinati per motivi personali, gelosie e fatti non pertinenti al [...]

25 09, 2018

Foibe torture e uccisioni nel 1943 e 1945 in Friuli. Le responsabilità

2020-04-29T19:06:21+02:00Settembre 25th, 2018|Categorie: Appunti per gli studenti, COMMENTO A LIBRI FAMOSI, Foibe: la storia negata, Gianni Oliva, STORIA, Storia attuale, Studi di politica|Tag: , , , , , , , , |2 Commenti

Foibe torture e uccisioni nel 1943 e 1945 in Friuli. Le responsabilità del PCI oggi Pd e dell'Esercito italiano.  Foibe torture e uccisioni è quanto accaduto in Friuli a danno degli italiani nel settembre 1943 e nel giugno 1945. Gli italiani furono arrestati, torturati e infoibati solo in quanto italiani dagli slavi per pulizia etnica. In tutto morirono tra le 16.500 e 25mila persone. In mezzo a questi slavi agirono molti comunisti italiani della brigata "Garibaldi". Perchè i comunisti italiani sono stati pro slavi e non italiani? Non solo, ma come hanno fatto degli italiani a uccidere [...]

24 09, 2018

Norma Cossetto italiana di 24 anni infoibata dagli slavi nel settembre 1943

2020-04-29T19:06:21+02:00Settembre 24th, 2018|Categorie: Appunti per gli studenti, Foibe: la storia negata, Gianni Oliva, STORIA|Tag: , , , , , |0 Commenti

Norma Cossetto, italiana di 24 anni, infoibata dagli slavi nel settembre 1943. Spunti dal libro "Foibe" di Gianni Oliva.  Norma Cossetto per me, francamente, fino a stamattina era un nome che non diceva nulla. Leggendo (studiando) il testo "Foibe" di Gianni Oliva scopro nome e cognome di qualcosa che ho sempre saputo, ma non dettagliatamente. Norma era figlia di un segretario locale del Partito Fascista e aveva 24 anni nel settembre 1943. Laureanda sulla storia dell'Istria, venne raggiunta in casa da una pattuglia di partigiani sloveni che l'arrestano. Perchè Norma Cossetto fu arrestata? I fatti di brutalità, [...]

24 09, 2018

Foibe testo di Gianni Oliva. Le stragi negate degli italiani. Concetti ancora celati agli studenti.

2018-10-03T18:40:11+02:00Settembre 24th, 2018|Categorie: Appunti per gli studenti, COMMENTO A LIBRI FAMOSI, Foibe: la storia negata, Gianni Oliva|Tag: , , , , |0 Commenti

Foibe testo di Gianni Oliva. Le stragi negate degli italiani. Concetti ancora celati agli studenti. Foibe è il titolo del libro di Gianni Oliva che ho appena letto. 178 pagine ricche di dati e concetti elaborati in stretta connessione con la storiografia. Ottimo lavoro. Grazie Signor Oliva. Come docente devo purtroppo ammettere che i miei colleghi italiani NON vogliono ricordare le foibe agli studenti. Anzi, per la precisione, nessuno spiega i fatti. Che tutti i docenti d'italiano e storia siano comunisti quindi interessati alla storia negata? Come sottolinea Oliva, tra le vittime delle Foibe ci furono anche [...]