Home/Tag: rai
30 07, 2020

Giovanna Botteri e la disinformazione della Rai

2020-08-01T21:59:45+02:00Luglio 30th, 2020|Categorie: Argomenti che scottano, CRISI DELLA GLOBALIZZAZIONE E POLITICA, Il caso Cina|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Giovanna Botteri è una giornalista della RAI, di quell'ente che per funzionare ha bisogno del canone televisivo pubblico. Come mai le reti di Berlusconi riescono a svolgere lo stesso lavoro RAI (pari ore di trasmissione) con un terzo della forza lavoro e senza canone? Già con questa impostazione concettuale il servizio RAI entra in discussione come esistenza stessa. Tradotto in termini pratici a che serve alla collettività qualcosa di più costoso rispetto ad altri pari servizi? Però; c'è sempre un però da considerare in ogni aspetto della vita. Questo "però" dovrebbe cogliere l'imparzialità e autorevolezza della notizia [...]

22 01, 2017

La TV italiana. RAI come droga per il pubblico.

2020-07-22T13:41:29+02:00Gennaio 22nd, 2017|Categorie: Argomenti che scottano, Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , , , , |0 Commenti

Quella droga mediatica chiamata RAI, radio televisione italiana In occasione del cattivo tempo nel centro Italia, la Rai ha dato il peggio di se stessa. Il motivo per un giudizio così netto e crudo, riguarda la copertura ossessiva che l'Ente televisivo di Stato ha sviluppato sull'albergo travolto da slavina in Abruzzo. Tralasciando il fatto umano, che ha la sua rilevanza, non si comprende il massiccio richiamo ossessivo che si è sviluppato. La sensazione è che si tratti di una manovra pubblicitaria. Pubblicità per la Guardia di Finanza in particolare, poi i Vigili del fuoco e l'Esercito. Sullo [...]

22 12, 2016

A 31 anni si è donna, non ragazza. Prof Carlini

2020-07-23T12:26:44+02:00Dicembre 22nd, 2016|Categorie: Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Il concetto di ragazza e quello di donna. Una società sterile che non vuole invecchiare Lo spunto proviene da Berlino. Con vero dispiacere emerge che nelle vittime di Natale a Berlino c'è anche una donna italiana lì residente. Fortunatamente le vittime sono molto poche rispetto quanto già accaduto a Nizza pochi mesi fa. Comunque la TV nazionale definisce la vittima italiana "una ragazza" di 31 anni. L'affermazione fa sorridere e porta alla riflessione. Chi sono le ragazze e chi le donne? Oggettivamente una ragazza si colloca tra i 16 e 20 anni. Una giovane donna nella fascia [...]

Torna in cima