Home/Tag: Fase danese2 1625-1629 guerra dei 30 anni. Prof Carlini
5 10, 2020

Fase svedese1 il re di Svezia pasticcione. Prof Carlini

2020-10-05T12:24:20+02:00Ottobre 5th, 2020|Categorie: Christian Pantle, COMMENTO A LIBRI FAMOSI, STORIA|Tag: , , , , , , |0 Commenti

Fase svedese1 la trasformazione del conflitto. Nelle fasi precedenti, afferma l'autore del libro, Christian Pantle a pagina 56, il conflitto era civile e tra tedeschi. Citazione: (..) un conflitto civile fra tedeschi, del quale la fallita invasione danese aveva costituito soltanto un intermezzo. Ora, invece, s'internazionalizzava. La Germania, già malconcia divenne una pedina in mano ad altre potenze. (..) Stiamo per addentrarci nel periodo che farà della Guerra dei Trent'anni l'evento traumatico rimasto profondamente impresso nella memoria collettiva dei tedeschi.  L'autore della trasformazione, come già detto fu il re di Svezia. Il suo nome come noto fu [...]

2 10, 2020

Fase danese4 la finale. Guerra dei 30 anni. Prof Carlini

2020-10-02T18:16:16+02:00Ottobre 2nd, 2020|Categorie: Christian Pantle, COMMENTO A LIBRI FAMOSI, STORIA|Tag: , , , , , |0 Commenti

Fase danese4, ultimo studio della serie di quelli pubblicati (in tutto cinque). Rispetto i 7 studi dedicati alla fase boemo-palatina, quella scandinava è molto contenuta anche perché a seguire c'è la parentesi svedese. Ecco che l'intervento in suolo tedesco da parte degli ingombranti scandinavi ha 2 momenti: danese e svedese! Ad ogni buon conto la fase danese si aprì con il 1625 per concludersi con queste note nel 1629. In seguito alla ritirata sulle isole danesi di Cristiano IV e alla sconfitta di Wallenstein a Stralsund, il re danese "ci volle riprovare". A distanza solo di qualche [...]

2 10, 2020

Fase danese3 1625-1629 guerra dei 30 anni. Prof Carlini

2020-10-02T16:29:28+02:00Ottobre 2nd, 2020|Categorie: Christian Pantle, COMMENTO A LIBRI FAMOSI, STORIA|Tag: , , , , , |0 Commenti

Fase danese3, subita la sconfitta a Lutter (un disastro per i protestanti), Cristiano IV di Danimarca non si diede per vinto. Il re danese arruolò altri soldati (grazie al felice stato delle sue finanze statali rispetto gli Asburgo). Nonostante il nuovo esercito fu ancora e ancora battuto dalle forze cattoliche. Tant'è vero che Tilly e Wallenstein invasero la penisola dello Jutland. A quel punto a Cristiano IV non restò che trincerarsi nelle isole danesi. La scelta difensiva fu valida perché i cattolici erano (al momento privi di flotta). La questione di una flotta tedesca nel Baltico e [...]

Torna in cima