Home/Tag: Al terrorismo si sta reagendo con la paura senza accendere il cervello!
5 06, 2017

Combattere il terrorismo con i concerti? forse qualcosa non va

2020-04-29T19:08:54+02:00Giugno 5th, 2017|Categorie: Argomenti che scottano|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Combattere il terrorismo con i concerti? forse qualcosa non va. Non funziona neppure quando 30mila persone a Torino sono in piazza e fuggono. Scappando travolgendo il 20% tra loro, vuol dire che queste persone sono sensibili al terrorismo. Se si va ai raduni, pensando alle bombe, perché andarci? Non è meglio una sana pizza, birra e un TV accesso con gli amici? Combattere il terrorismo è una priorità di questi anni di fine globalizzazione. In realtà il terrorismo è un sottoprodotto della globalizzazione. Non abbiamo era globalizzata senza la presenza d'atti di guerra povera (appunto il terrorismo). [...]

5 09, 2014

La trasformazione del terrorismo da evento politico a militare

2020-07-26T17:55:36+02:00Settembre 5th, 2014|Categorie: Appunti per gli studenti|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

La trasformazione del terrorismo da evento politico a militare: 11 sept. 2001 di Giovanni Carlini, sociologo economista Tradizionalmente il terrorismo ha sempre rappresentato un evento politico, concretizzandosi nell’eliminazione fisica di un regnante o di una figura simbolica ben definita. Evolvendosi già nel conflitto del Vietnam e nel corso della “battaglia di Algeri”, (anni Sessanta) come negli scontri in Palestina tra i terroristi ebrei i le truppe britanniche, (anni Quaranta) abbiamo assistito a un’estensione del terrorismo coinvolgendo civili e un numero di persone più esteso rispetto alla figura simbolica del regnante, precedentemente individuata come obiettivo (vedi Sarajevo il [...]

Torna in cima