Effetto reddito e sostituzione esercizio svolto semplificato parte 2

Effetto reddito e sostituzione, esercizio svolto e semplificato parte 2 procedendo dal punto 3 delle richieste formulate dal compito. Per avere una connessione logica con quanto si sta svolgendo, si prega di collegarsi allo studio già pubblicato qui a riferimento.

Effetto reddito e sostituzione esercizi svolti con commento semplificato

Le domande dell’esercizio sono:

1 – quanti beni in Q si possono acquistare?

2 – nel caso il prezzo di Q dovesse scendere del 5% quale reddito sarà necessario per acquistarne la stessa quantità?

3 – in corrispondenza di questo nuovo reddito ottenuto in risposta al quesito 2, quanti beni si possono acquistare tra Q e un altro? Ricordiamoci che qui ci sono, come al solito 2 beni che possiamo chiamare Q e Y.

4 – fermo restando il reddito iniziale (120 $) considerando il nuovo prezzo che è calato del 5% quanti beni sono acquistabili? (qui è possibile una iniziale confusione che andremo a risolvere)

5 – con il prezzo del bene Q diminuito, di quanto varia il numero di beni richiesti?

6 – quanto è dovuto all’effetto reddito e quanto a quello di sostituzione nella diversa richiesta di bene?

 

Si procede alla risposta numero 3

Il nuovo reddito, necessario a mantenere inalterato Q (5 unità), considerando il calo di prezzo di Q al -5% è stato calcolato con il vincolo di bilancio a 117,5. Detto in altre parole, al calo del prezzo, comprando la stessa Q ho bisogno di meno reddito. Questo è intuitivo. La domanda 3 si pone il quesito: al nuovo prezzo di Q (ridotto a 9,5 $) quanti effettivamente ne compro con 117,5 dollari? Applichiamo l’equazione della domanda, per cui:

Q = 25 – 8p + 0,5 m il che significa Q = 25 – 8*9,5 + 0,5*117,5. Il risultato è pari a 7,75

Analizziamo il dato. Q era 10 dollari ora è 9,5 quindi se ne possono comprare di più e in effetti passano da 5 pezzi a 7,75 unità. IL REDDITO NECESSARIO PER L’ACQUISTO SCENDE DA 120 A 117,5 CON UN RISPARMIO (qui non evidenziato) di 2,5 DOLLARI. Nei problemi di effetto reddito e di sostituzione si gioca moltissimo sul REDDITO necessario per fronteggiare le nuove situazione al variare del prezzo. 

 

Analisi della risposta al quesito numero 4

In realtà il reddito non è mai cambiato restando a quota 120. Smettendo di fare similitudini teoriche, restando sul pratico, con 120 dollari quanti beni (Q) sono acquistati al nuovo e più economico prezzo?

Q = 25 – 8p + 0,5m il che significa Q = 25 – 8*9,5 + 0,5*120. Il risultato è pari 9. Questa è la realtà oggettiva senza pesi e contromisure.

 

Risoluzione del quesito 5

Coraggio che stiamo per finire! La domanda è semplice e tipica di ogni esercizio sull’effetto reddito e sostituzione. Com’è cambiata la quantità di bene (Q) domandata grazie alla riduzione di prezzo da 10 a 9,5 dollari?

In formula sarebbe delta Q = Q al prezzo di 9,5 – Q al prezzo di 10. Oggi si comprano 9 pezzi quando prima erano 5 quindi la risposta è 4.

 

Siamo giunti al cuore dell’esercizio; il quesito 6.

Abbiamo 2 effetti che come noto si chiamano SOSTITUZIONE E REDDITO. Partiamo dal primo.

L’EFFETTO DI SOSTITUZIONE.

SI CALCOLA CONSIDERANDO LA QUANTITA’ DI Q ACQUISTATA CON LA VARIAZIONE DEL PREZZO, RISPETTO A QUANTO SI COMPRAVA, IN QUANTITA’, PRIMA DELLA VARIAZIONE. SOSTANZIALMENTE E’ UN CONFRONTO TRA QUANTITA’! 

Vuol dire che 7,75 è la nuova quantità al prezzo di 9,5 dollari con il reddito relativo. Mentre 5 era la quantità iniziale con il reddito nominale di 120 $. 7,75 – 5 = 2,75

Pregasi osservare la connessa grafica, per entrambi gli effetti, predisposta per questo studio.

L’EFFETTO DI REDDITO E’ DIVERSO!

QUI GIOCA LA PARTE MONETARIA DEL REDDITO E NON QUELLA REALE CHE è INVECE NELL’EFFETTO SOSTITUZIONE. IN QUESTO STUDIO SI DISCUTE DI REDDITO NOMINALE (effetto reddito) e REALE (per l’effetto di sostituzione), CONCETTI CHE MERITANO UN APPROFONDIMENTO A PARTE.

Tornando all’effetto reddito e quindi al reddito monetario, come calcolarlo?

SERVE MANTENERE COSTANTE IL REDDITO MONETARIO E LA QUANTITA’ COMPRATA (9 pezzi di Q) MENO LA QUANTITA’ ACQUISTATA CON IL REDDITO REALE (pari a 7,75). In questo caso 9-7,75 = 1,25

La variazione totale dei 2 effetti è 4 (che avevamo già conteggiato al punto 5). Fine esercizio.