Home/Internazionalizzazione
11 08, 2018

Nuove strategie di internazionalizzazione. Taccuino americano 2018

2020-04-29T19:06:32+02:00Agosto 11th, 2018|Categorie: Globalizzazione, Internazionalizzazione, L'esperienza Americana, MARKETING, Taccuino Americano 2018|Tag: , , , , , , , |0 Commenti

Nuove strategie di internazionalizzazione. Taccuino americano 2018 Nuove strategie di internazionalizzazione è uno studio comprensibile se sono stati già letti e capiti altri 2 articoli qui pubblicati. I rispettivi link sono: a) http://lnx.giovannicarlini.com/troppo-grasso-e-zucchero-nel-cibo-in-america-taccuino-americano-2018/ b) http://lnx.giovannicarlini.com/la-cattiva-qualita-del-cibo-negli-usa-taccuino-americano-2018/ Il quotidiano americano USA Today del 2 agosto 2018, in prima pagina, riporta il solito sondaggio del giorno. In quest'occasione ci si chiede se i consumatori statunitensi sarebbero pronti a cambiare il prodotto che solitamente acquistano. Il sondaggio, noto come Usa Snapshots, basato su uno studio limitato a solo 1.006 adulti, rivela che il 66% degli intervistati è fertile al cambiamento se. [...]

11 08, 2018

Troppo grasso e zucchero nel cibo in America. Taccuino americano 2018

2020-04-29T19:06:33+02:00Agosto 11th, 2018|Categorie: Globalizzazione, Internazionalizzazione, L'esperienza Americana, Taccuino Americano 2018|Tag: , , , , , , |0 Commenti

Troppo grasso e zucchero nel cibo in America. Taccuino americano 2018 Troppo grasso e zucchero, nel cibo americano, rappresenta un attentato al peso forma dei nord americani. Non si tratta di un fatto industriale quanto CULTURALE. Messa in questi termini la vicenda diventa politica e quindi culturale. Com'è stato già scritto precedentemente, si auspica a un intervento NON INVASIVO della politica da parte del Governo, che passi per una intensa campagna pubblicitaria. La nuova campagna pubblicitaria sul cibo, come già fu nel 1942, richiamerà caratteri religiosi e sociali. Nel frattempo, anche questo è stato già qui scritto, [...]

28 07, 2018

Trump Dazi e la nuova geografia commerciale

2018-07-28T18:10:30+02:00Luglio 28th, 2018|Categorie: CULTURA AZIENDALE, Globalizzazione, Internazionalizzazione, L'esperienza Americana, Microeconomia, Taccuino Americano 2018|Tag: , , , , , |0 Commenti

Trump Dazi e la nuova geografia commerciale. Taccuino americano 2018. Quello che tutti sanno ma ancora non è stata applicato. Trump Dazi e la nuova geografia commerciale non deriva dal singolo Presidente, ma rappresenta una giusta reazione alla globalizzazione. Ecco un passaggio poco esplorato e capito. Vediamo di analizzare: una giusta reazione alla globalizzazione, che cosa vuol dire? Per evitare di ripetersi per quanto già scritto in altri articoli qui pubblicati, la globalizzazione ha deluso tutti. Solo i ragazzini e gli immaturi restano "globalizzati". La globalizzazione ha deluso nel momento in cui si è confusa con la [...]

28 07, 2018

Trump e la nuova dottrina estera che nessuno ha capito

2020-04-29T19:06:50+02:00Luglio 28th, 2018|Categorie: Globalizzazione, Internazionalizzazione, L'esperienza Americana, MARKETING, Taccuino Americano 2018|Tag: , , , , |0 Commenti

Trump e la nuova dottrina estera che nessuno ha capito. Taccuino americano 2018. Quella posizione di politica estera da interpretare per ben interfacciarsi. Trump e la nuova dottrina in politica estera, significa un capovolgimento delle precedenti impostazioni seguite dagli Usa dal 1960 ad oggi. Per la precisione, prima di Donald Trump, l'America cercava amici e influenza nel mondo. Oggi questo voler fare amicizia con gli altri popoli è finito. Non che si passi a una fase militare di confronto però l'impostazione è rovesciata. Chi sente il bisogno di un rapporto con gli Stati Uniti si faccia avanti [...]

9 03, 2018

Vivendo in un mondo di dazi come reagire e integrarsi anzichè lamentarsi

2018-03-09T13:49:33+01:00Marzo 9th, 2018|Categorie: Globalizzazione, Internazionalizzazione|Tag: , , , , |0 Commenti

Vivendo in un mondo di dazi come reagire e integrarsi anzichè lamentarsi Vivendo in un mondo di dazi basta solo rispettare il bisogno di crescere degli altri per vivere bene. Il dazio è una protezione che si applica per consentire al proprio mercato di crescere. Dov'è lo scandalo che irrita in questi giorni tutto il mondo? Ci sono dazi applicati dalla Cina verso la Ue e dal Brasile contro tutti, quindi perchè non gli Usa? Tra l'altro va ricordato che anche la Ue ha dazi contro la Cina. In questa torre di Babele dov'è il disagio? A [...]

9 03, 2018

La nuova era con dazi. Possibile che nessuna azienda ha ancora capito?

2020-04-29T19:07:16+02:00Marzo 9th, 2018|Categorie: Globalizzazione, I GRANDI DOSSIER, Internazionalizzazione|Tag: , , , , |0 Commenti

La nuova era con dazi. Possibile che nessuna azienda ha ancora capito? Cosa ce ne facciamo di una Confidustria, in Italia, cosi miope? La nuova era con dazi è quella che si apre oggi: benvenuta, era ora! I dazi servono a stabilire un principio: chi vuole crescere venda nel suo mercato nazionale o apra un'impresa nel paese dove si vuole recare. E' così semplice! In Italia ci sono da diversi anni strumenti di sostegno governativo all'apertura di una sede estera, eppure nessun imprenditore ci pensa sul serio. Si tratta di fondi che andranno restituiti in 10 anni [...]

8 02, 2018

Internazionalizzazione e le nuove prospettive di import-export in Occidente

2018-02-08T12:48:40+01:00Febbraio 8th, 2018|Categorie: Globalizzazione, Internazionalizzazione|Tag: , , , , |0 Commenti

Internazionalizzazione e le nuove prospettive di import-export in Occidente. Per fortuna abbiamo Trump e la Brexit! Internazionalizzazione e le nuove prospettive apre con un titolo provocatorio ma non troppo: per fortuna abbiamo Trump e Brexit. Allo stato attuale il mondo Occidentale misura la sua povertà d'analisi limitandosi alla critica sfegatata alla Brexit e Trump. Poveretti quelli che si esercitano quotidianamente in questo monologo. Al contrario, un analista di mercato sa studiare, capire, interpretare. Brexit e Trump stanno dando una nuova configurazione al commercio mondiale e in dettaglio in Occidente. Cosa sta cambiando? La prospettiva d'esportare dalla Ue [...]

8 02, 2018

Internazionalizzazione e mercati esteri – un colpo di scena! Brexit e Trump.

2020-04-29T19:07:23+02:00Febbraio 8th, 2018|Categorie: CULTURA AZIENDALE, Globalizzazione, Internazionalizzazione, Studi di politica|Tag: , , , , |0 Commenti

Internazionalizzazione e mercati esteri - un colpo di scena! Brexit e Trump sempre disprezzati "dal modo" possono piegarlo in due. Non è una minaccia, ma una considerazione semplice che nessuno considera. Internazionalizzazione e mercati esteri rischia d'essere uno dei temi più drammatici per l'Europa nei prossimi mesi. Nessuno si è reso conto di una tendenza che unisce le 2 esperienze Brexit e Trump in una nuova geografia. La prospettiva è quella di considerare la Gran Bretagna il port of entry delle merci europee negli Usa pagando dazio a Londra. Mi spiego. Attualmente tutti i paesi dell'Europa esportando [...]

2 10, 2017

Le conseguenze prossime sull’Europa dalla Presidenza Trump. Taccuino

2020-04-29T19:08:09+02:00Ottobre 2nd, 2017|Categorie: Internazionalizzazione, L'esperienza Americana|Tag: , , , , , |0 Commenti

Le conseguenze prossime sull'Europa dalla Presidenza Trump. Taccuino americano Le conseguenze prossime sull'Europa dall'amministrazione Trump sono finalmente imminenti. Tra le molte cose riguardano in particolare il settore bancario. La Fed (la banca centrale statunitense) si trova di fatto con 5 posizioni scoperte. Anche il capo dello staff della Fed è giunta a fine mandato. L'ingresso di 5 nuove teste al supremo organo di controllo monetario americano e di nomina presidenziale, porta novità. In particolare è volontà del Presidente Donald Trump ridurre la quantità di norme che regolano il sistema bancario. La motivazione è semplice. Rilanciare l'economia. Con [...]

28 09, 2017

America first. Lo sviluppo del commercio italiano in Usa

2020-04-29T19:08:12+02:00Settembre 28th, 2017|Categorie: Internazionalizzazione|Tag: , , , , , , , |0 Commenti

America first. Lo sviluppo del commercio italiano in Usa. America first vuol dire che il deficit commerciale statunitense non può restare permanentemente in negativo. Concetto piuttosto semplice che crea comunque agitazione nel mondo nella foga e pregiudizio verso il presidente Donald Trump. Qualsiasi Presidente gli Stati Uniti avrebbero avuto e sarà nominato o confermato, comunque il deficit Usa va rivisto. Il Sole 24 Ore, come al solito, il 21 settembre 2017 a pagina 13, non spiega adeguatamente i concetti. Del resto si tratta di un quotidiano "governativo" che risente della superficialità dell'attuale esecutivo. Il quotidiano economico, sull'America [...]

25 09, 2017

Il distretto industriale come trappola e imbuto allo sviluppo

2017-09-25T06:54:22+02:00Settembre 25th, 2017|Categorie: CULTURA AZIENDALE, Internazionalizzazione|Tag: , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Il distretto industriale come trappola e imbuto allo sviluppo. Non fu così negli anni Cinquanta e Sessanta ma le ambientazioni macroeconomiche mutano. Al cambiare degli ambienti non è cresciuta una pari maturità imprenditoriale.  Il distretto industriale come trappola per le imprese e quindi il fallimento. Chi lo avrebbe mai detto? Purtroppo al mutare delle condizioni macroeconomiche non è corrisposta una pari evoluzione dell'imprenditore. Da questa ignoranza strutturale il fallimento di una bella idea, appunto il sistema dei distretti industriali. Per come funziona un distretto si rinvia ai diversi studi qui pubblicati.  Quello che non funziona più negli [...]

20 08, 2017

Il bidet sarebbe un prodotto perfetto per gli Stati Uniti

2020-06-06T12:28:56+02:00Agosto 20th, 2017|Categorie: Internazionalizzazione, L'esperienza Americana, MARKETING|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Il bidet sarebbe un prodotto perfetto per gli Stati Uniti. L'argomento è internazionalizzazione, quindi esortare le aziende italiane a darsi una mossa. Attualmente gli imprenditori italiani su questo tema, dormono! Il bidet già esiste ed è regolarmente venduto negli Stati Uniti. Il problema è che è venduto male a un'utenza che lo apprezza. In pratica avete presente un cortocircuito? La lampadine si vuole accendere, la corrente vuole arrivare ma non riesce a passare un ostacolo. Tutto qui. Come si agisce in un mercato dove il bene è già prodotto ma male presentato? In questo caso serve sia [...]

19 08, 2017

Le agevolazioni americane all’internazionalizzazione delle nostre imprese

2020-04-29T19:08:29+02:00Agosto 19th, 2017|Categorie: Globalizzazione, Internazionalizzazione|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Le agevolazioni americane all'internazionalizzazione delle nostre imprese. Le agevolazioni americane all'internazionalizzazione non sono state pensate per l'Italia. In realtà rispondono al comune desiderio di ogni nazione d'accogliere lavoro e aziende. Nel caso americano, volute dall'amminsitrazione Obama e applicate dall'attuale Presidenza Trump,   sono reali e molto efficaci. Essendo l'italia parte del mondo valgono anche per noi. Anzi bisogna riconoscere che l'imprenditore italiano gode di una stima che lo distingue da tutti. E' il "made in italy" il nostro miglior biglietto da visita. Oltre a quanto si è già pubblicato sull'argomento, ci sono dei dettagli. Le agevolazioni americane all'internazionalizzazione [...]

18 08, 2017

Aprire una sede negli Usa di produzione o commercializzazione

2020-04-29T19:08:29+02:00Agosto 18th, 2017|Categorie: Internazionalizzazione|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Aprire una sede negli Usa di produzione o commercializzazione. E' qualcosa di reale e fattibile. Peccato che gli imprenditori italiani non l'abbiano capito. Aprire una sede negli Usa è fattibile, basta solo volerlo. In realtà il vero ostacolo è la paura degli imprenditori italiani terrorizzati dalle proposte dello Stato Italiano. L'Italia presta denaro, senza interesse, da restituire in 10 anni per questo tipo d'operazione. L'importo è pari al 12,5% del fatturato medio dell'ultimo triennio. Ebbene queste condizioni fanno letteralmete impazzire di paura i nostri imprenditori. Mamma mia: ma che gente che abbiamo nella posizione di capo aziendale! [...]

17 08, 2017

Internazionalizzazione negli Usa: come aprire una sede in Nord America

2017-08-18T00:30:00+02:00Agosto 17th, 2017|Categorie: Internazionalizzazione|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Internazionalizzazione negli Usa: come aprire una sede in Nord America. E' il sogno di molti imprenditori, peccato che sia possibile farlo, ma nessuno l'ha capito! Quando si parla d'imprenditoria piccola, piccola, piccola. Internazionalizzazione negli Usa resa ampiamente possibile dai fondi messi a disposizione dallo Stato Italiano. Un bel progetto che entro 90 giorni potrebbe riceve l'ok se ben impostata la domanda. Però tutti (TUTTI) gli imprenditori a cui è stato proposto hanno risposto NO. Come mai degli imprenditori che vorrebbero crescere dicono di NO al sostegno dello Stato per crescere all'estero? Le ragioni sono essenzialmente due. a [...]

17 08, 2017

Le rotte dell’internazionalizzazione. Gli Stati Uniti quale meta sicura

2020-04-29T19:08:29+02:00Agosto 17th, 2017|Categorie: Internazionalizzazione|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Le rotte dell'internazionalizzazione. Gli Stati Uniti quale meta sicura. Il Sole 24 Ore ha pubblicato il 14 luglio 2017 un bell'articolo. "Export e investimenti, nasce la regia unica. Ottimo lavoro! serve però una precisazione. Le rotte dell'internazionalizzazione sono quelle che consentono a un'impresa di restare sul mercato. Detto più chiaramente chi esporta ha un futuro, chi si limita al mercato nazionale rischia di chudere. Mi rendo perfettamente conto d'affermare qualcosa d'antipatico, ma è la realtà che va detta per essere capita. Per capire cosa si voglia dire con le rotte dell'internazionalizzazione, servono delle premesse. La prima è [...]

6 07, 2017

Imprenditore che si lamenta ma non reagisce. Preferisce restare fermo.

2020-04-29T19:08:35+02:00Luglio 6th, 2017|Categorie: CULTURA AZIENDALE, Internazionalizzazione|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Imprenditore che si lamenta ma non reagisce. Preferisce restare fermo. E' la sorte della maggioranza dei cosiddetti imprenditori. Cosiddetti imprenditori, perché inadeguati al ruolo e a cultura incompleta. Questa gente rappresenta la maggioranza. Da qui si capisce anche perché il PIL non cresce. Imprenditore che si lamenta: che novità! E' un piagnisteo continuo e inarrestabile. Diciamo che lo sport nazionale dell'imprenditore è lamentarsi. Forse il Capo dell'azienda potrebbe anche aver ragione, anzi, a ben guardare centra sempre il tema. I guai iniziano quando ci sono le soluzioni ma non sono colte. Ecco che "lì" frana inesorabilmente tutta la "ragione" del cosiddetto [...]

3 07, 2017

Agevolazioni d’impresa, quel 12,5% sul fatturato medio triennale

2017-07-03T09:02:19+02:00Luglio 3rd, 2017|Categorie: CULTURA AZIENDALE, Internazionalizzazione|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

Agevolazioni d'impresa. Quel 12,5% sul fatturato medio triennale che spaventa gli imprenditori. Agevolazioni d'impresa. Che cosa vuol dire? Semplice! Aiutare gli imprenditori nel lanciare le loro aziende. Un consulente legge questa serie d'articoli e afferma: ....le aziende per cui lavoro pagano a risultato. Ok e allora? Mi spiego. I finanziamenti arrivano all'azienda non al consulente. Inoltre ci sono altre considerazioni da fare. Questi fondi non servono per pagare le rate di Equitalia. E' bene che le agevolazioni d'impresa siano custodite in un conto bancario a parte. Così non si mischiano con la normale gestione. Il consulente, in [...]

2 07, 2017

Finanza agevolata per le imprese, quel 12,5% sul fatturato medio

2020-04-29T19:08:36+02:00Luglio 2nd, 2017|Categorie: CULTURA AZIENDALE, Internazionalizzazione|Tag: , , , , , , , , , |0 Commenti

Finanza agevolata per le imprese, quel 12,5% sul fatturato medio del triennio. Ulteriori precisazioni. Finanza agevolata per le imprese. E' un qualcosa che funziona SOLO QUANDO C'è anche LA RICERCA E LO SVILUPPO. Mi spiego. L'azienda x produce il pezzo y. Forse il prodotto y non ha il brevetto e questo è già un qualcosa da correggere. Si rammenta che un brevetto costa mediamente 7000 euro per 170 paesi e 36 mesi. Una spesa che è dentro il progetto finanziato. Comunque, il consulente che partecipa al progetto, "spinge" per una variante di prodotto compatibile per i mercati [...]

1 07, 2017

Quel 12,5% sul fatturato medio dell’ultimo triennio che spaventa

2017-07-01T10:30:01+02:00Luglio 1st, 2017|Categorie: CULTURA AZIENDALE, Internazionalizzazione, Studi di sociologia|Tag: , , , , , , , |0 Commenti

Quel 12,5% sul fatturato medio dell'ultimo triennio che spaventa. Un'agenzia di Stato (che vuole saperne di più mi contatti) aiuta le imprese. Evviva! Le aiuta concedendo a zero interessi, capitali da restituire in 9,5 anni. L'importo del prestito non può essere superiore al 12,5% del fatturato medio del triennio. Quel 12,5% sul fatturato medio di prestito, concesso a zero interessi, da restituite in 9,5 anni, spaventa tutti. Non un imprenditore ma molti, tanti, troppi. Solitamente con l'impresa, alla presentazione del progetto, si viene ben accolti. Viene avviata la raccolta dei documenti. Dopodiché l'imprenditore sparisce con le scuse [...]